Oggi vogliamo parlare delle alternative ad Hubspot, cercando di spiegare i punti di forza e di debolezza di questa suite rispetto ai concorrenti.

Parlare di HubSpot significa fondamentalmente parlare di inbound marketing – e non solo di marketing automation. Questa è già una caratteristica che differenzia HubSpot dai competitor: i creatori di HubSpot hanno coniato il termine "inbound marketing" e definito i principi di questa metodologia, sviluppando un software che potesse aiutare le persone a gestirla nel lavoro quotidiano.

Fare marketing automation significa automatizzare specifici processi di marketing e commerciali, ma non tutti i software di marketing automation dispongono necessariamente degli strumenti che servono per sviluppare e gestire un’azione di inbound marketing (o, anche se li hanno integrati, spesso non sono tutti all’altezza delle nostre aspettative di inbound markers).

Un’azienda che sceglie la strada dell’inbound marketing, ha come obiettivo principale l’aumento del fatturato proveniente dall’azione di web marketing e grazie alla sinergia tra le operazioni di comunicazione e quelle commerciali (il processo viene definito “smarketing, ovvero sales+marketing). Uno dei primi passi da mettere in piedi è quello quello di attrarre persone verso i propri asset digitali (sito, blog, social…) offrendo calore e conoscenza ai prospect. E’ l’inizio di un percorso che porterà poi quei lead, attraverso varie fasi, a d essere trasformati in clienti.
E se è vero che fare inbound marketing comporta dei processi di marketing automation (nella fase di nurturing e di smarketing), non è altrettanto vero il contrario, e cioè, adottare processi di marketing automation non significa necessariamente fare inbound marketing.

Direi che il post sulle alternative ad HubSpot potrebbe benissimo chiudersi qui, tanto avete capito benissimo che dipende tutto dalle reali intenzioni – e che per me non esiste un’alternativa REALE ad HubSpot se si vuole fare inbound marketing. Esistono invece se si vogliono fare altre cose, dove ci sono software che possono fare cose specifiche anche meglio di HubSpot.
Bisogna quindi essere consapevoli di cosa vogliamo quando valutiamo quale software usare in azienda per fare web marketing e quali risultati vogliamo ottenere.

1. Strumenti di marketing automation

Un software di marketing automation, per essere efficace e non essere un software che non può vivere da solo, dovrebbe gestire una serie di funzionalità quali per esempio:

  • creazione di landing page, contact form per catturare eventuali lead
  • creazione di email e newsletter per alimentare i lead in modo automatico
  • ottimizzazione SEO delle pagine del sito web
  • gestione e monitoraggio delle performance sui Social
  • CRM che gestisca i contatti

2. Cosa può fare la suite di HubSpot

HubSpot non si limita a fornire gli strumenti di marketing automation appena visti ma ti consente, proprio perchè è stato concepito in un’ottica inbound, di personalizzarli ah hoc per ogni lead.

HubSpot “conosce” ogni singola persona che viene in contatto con la tua azienda/prodotto perchè riesce a segmentare i tuoi lead in base alle attività che compiono sui tuoi contenuti,  secondo liste di contatto: puoi creare liste in base alle pagine visitate del tuo sito, ai link aperti, alle email lette e non lette, alle interazioni sui Social, e molto altro grazie alla possibilità di combinare le varie opzioni delle liste contatti.

Grazie a queste sue caratteristiche HubSpot consente di mostrare a ciascun lead il contenuto che sta cercando nel momento in cui lo sta cercando (the right content to the right person at the right time); ciò significa che può mostrare immagini, informazioni, contact form … diversi a seconda della lista contatti a cui un certo lead appartiene.

E proprio perchè HubSpot conosce ogni lead, si possono attivare processi di nurturing del contatto proponendo contenuti che lo interessano e mantenendo così viva l’interazione di questo con l’azienda.

ALTERNATIVE AD HUBSPOT

Vediamo anche cosa possono fare alcuni software concorrenti di HubSpot; software che ricordiamo fanno solo marketing automation:

PARDOT

Acquistato nel 2012 da Salesforce, include ora anche il CRM di Salesforce e questo ne fa un software completo di marketing automation. Tuttavia potrebbe non essere così semplice padroneggiarlo completamente: alcune recensioni di chi lo ha utilizzato sottolineano un interfaccia non troppo intuitivo, ciò significa che potrebbero volerci mesi prima di comprenderne il funzionamento.

>> vai al sito di PARDOT
>> vedi la comparazione tra PARDOT e HUBSPOT

MARKETO

Software che permette di gestire in modo ottimale l’email marketing, i contact form, le landing page, nonché smart content, sebbene i suoi strumenti non sempre gestiscono azioni di automation marketing in modo organico.

>> vai al sito di MARKETO
>> vedi la comparazione tra MARKETO e HUBSPOT

ORACLE ELOQUA

Anche questo software permette di pianificare e gestire le campagne personalizzandole a seconda delle liste clienti attraverso l’email marketing, landing page, contact form, gestione dei Social ecc. Alcuni responsabili marketing che lo hanno utilizzato evidenziato un’interfaccia non sempre facile da comprendere, strumenti per l’ottimizzazione SEO non adeguati e qualche difficoltà a girare con il browser Chrome.

>> vai al sito di ELOQUA

ACT-ON

Software accostabile ad HubSpot per la tipologia di strumenti che mette a disposizione per fare marketing automation. Dispone anche di un tool molto potente per l’ottimizzazione SEO del sito web, sebbene non disponga di un hosting e ciò non permette di utilizzare smart content per intercettare il possibile cliente al momento giusto con il contenuto che gli interessa.

>> vai al sito di ACT-ON

Conclusioni

Abbiamo visto solo alcuni degli innumerevoli software che fanno marketing automation, con caratteristiche diverse e potenzialità diverse. Il costo poi di queste suite hanno un peso rilevante nella decisione di cosa scegliere per la propria azienda.

Teniamo comunque in mente che, al momento, nessuno dei software di marketing automation è in grado di fare tutto ciò che fa HubSpot e farlo soprattutto nel modo in cui lo fa HubSpot (quando si parla di inblound marketing è la sola opzione che hai!)

Questo non significa che HubSpot sia la soluzione giusta per tutte le aziende che vogliono incrementare il proprio fatturato on line.

Probabilmente un’azienda che dispone di molte persone che si occupano di marketing e vendite (Stile un ufficio marketing iperspecializzato con una quindicina di dipendenti) potrebbe gestire più software di marketing automation ciascuno dei quali con processi e obiettivi specifici, analizzando i dati e intrecciandoli per profilare i lead (Voglio dire: Se hai questo megaufficio marketing probabilmente Marketo o Pardot sono la risposta ai tuoi bisogni).

 

Scarica eBook gratuito "Cos'è HubSpot"

Scritto da Ylenia Cortiana

Inbound Marketing Specialist

Ylenia Cortiana