Chi sta già operando online lo sa perfettamente, per trovare nuovi clienti servono contenuti interessanti anche in un sito e-commerce.

Non basta pubblicare il proprio catalogo online e mettere qualche bella immagine nella home page per vendere. 

Allora cosa deve fare un imprenditore che vuole lanciare un progetto e-commerce per non vederlo languire online?

Una soluzione sono le inserzioni sponsorizzate, con il rischio che il costo per click di alcune parole chiave sia molto elevato e che quindi le campagne a pagamento diventino onerose ed incidano eccessivamente sul costo di acquisizione del cliente.

Si può intraprendere la strada della content marketing e realizzazione di contenuti interessanti per il pubblico e ingaggiare direttamente gli utenti, permettendo la pubblicazione di contenuto sviluppato da loro stessi: per aumentare l’interesse, incoraggiare i potenziali acquirenti a diventare clienti e alimentare il passaparola.

Ecco 3 idee di contenuti che potete utilizzare per aumentare il traffico al vostro sito di e-commerce e convincere i visitatori a darvi fiducia e completare l’acquisto.

 

1. Incorporare un blog al tuo sito e-commerce

Un blog è una raccolta di post in ordine cronologico inverso che possono avere contenuti di diverso tipo: testi brevi o lunghi, foto, video, audio e altri collegamenti. Pubblicare contenuti di valore sul blog aziendale serve ad un triplice scopo:

  1. Vi permette di parlare di certi argomenti che interessano il tuo pubblico e ti da autorevolezza in materia.
  2. Offrono contenuti da condividere sui canali social e via mail per aumentare la distribuzione e ingaggiare il pubblico.
  3. Contribuiscono ad aumentare il posizionamento di un sito sui motori di ricerca.

Gli errori comuni da evitare quando si fa blogging a supporto di un sito e-commerce sono:

  • Utilizzare il blog per le promozioni commerciali in corso. Riservate a questo genere di contenuto un’area news apposita sul sito.
  • Utilizzare i post del blog per autocelebrarsi: devi essere informativo, non promozionale
  • Ripetere i contenuti del blog sulla newsletter o viceversa: devi sempre offrire contenuti diversificati.

 

2. Utilizzare contenuto generato dagli utenti

Tecnicamente viene chiamato UGC – User Generated Content – e comprende qualsiasi tipo di materiale, da recensioni, a testi, a foto, prodotti dagli utenti e pubblicati sul tuo sito di e-commerce. Sono considerati fondamentali da chi fa marketing perché permettono di collegare le strategie di mantenimento dei clienti con quelle di acquisizione di nuovi clienti, indispensabili per avere un sito e-commerce che fa guadagnare.

I vantaggi derivante dall’usare questo strumento sono principalmente tre:

  1. permettono di avere contenuto originale da pubblicare

  2. Ingaggiano direttamente il pubblico

  3. Favoriscono gli acquisti

Le forme più comuni di UCG sono:

  • Recensioni: forniscono informazioni reali da veri acquirenti che possono risolvere dubbi ad altri utenti che stanno valutando l’articolo. Sono inoltre utili per rassicurare altri possibili acquirenti sulla qualità dei prodotti e l’affidabilità del brand.
  • Foto dei clienti che mostrano come hanno utilizzato il prodotto: hanno un forte potere di ingaggio del cliente e di persuasione in quanto mettono in relazione le persone con il prodotto più di quanto una descrizione possa fare. Puoi decidere se raccogliere solo foto o anche i commenti, se fare contest periodici o lasciare l’invio spontaneo. L’importante è incoraggiare i clienti a essere creativi e condividere la loro esperienza.

Gli errori che si devono evitare quando si utilizza la UCG sono:

  • Non agire in caso di recensioni negative o considerarle controproducenti: anche i commenti sfavorevoli possono tornare utili, ai clienti per scegliere, alle aziende per migliorare.
  • Automatizzare l’upload del contenuto e non verificarlo prima della pubblicazione: devi sempre avere il controllo di tutto ciò che appare sul tuo sito.

 

3. Mescolare foto del prodotto e foto del loro utilizzo

Le foto ufficiali sono ideali per mostrare il design e i dettagli del prodotto, ma per aumentarne l’efficacia serve mostrare anche l’utilizzo in contesti che ne facciano capire, ad esempio, le dimensioni o come potrebbero essere se indossati (in caso di abbigliamento e accessori).

Per questo di possono utilizzare feed di foto da canali social, come Instagram, per pubblicare nella pagina prodotto anche foto di come appaiono i prodotti in contesti di utilizzo. La differenza dalle foto del punto precedente, è che saranno sempre foto prodotte e promosse dalla tua azienda. Puoi utilizzare foto in posa per le pagine dei prodotti e foto più naturali e scherzose per i canali social.

 

I contenuti, sviluppati dalla azienda o generato dagli utenti sono importantissimi: attirano l’attenzione verso le pagine di un sito, coinvolgono e informano i clienti esistenti e aumentano le vendite. Questi sono solo 3 possibili modi di pubblicare i contenuti su un sito e-commerce. Utilizzare questi esempi come ispirazione permetterà di ottenere maggior valore dai tuoi clienti ed rendere lo shopping online un’esperienza più genuina.

 

scarica qui il documento 10 cose da fare per avviare un e-commerce 

 

Scritto da Paola Natarelli

Inbound Marketing Specialist

Paola Natarelli