Sommario

Intelligenza artificiale + marketing è un connubio vincente per diversi motivi, tanto che l'AI sta cambiando il futuro della comunicazione e dell'interazione con il cliente in modo permanente.

Le applicazioni moderne non sono il punto di arrivo, ma preludono ad un ancora più ampio utilizzo della tecnologia per dedicare contenuti interessanti per le persone, per creare delle pubblicità adv online più specifiche e per pianificare le attività di marketing in modo più efficace.

Ma andiamo con ordine: cosa si intende per intelligenza artificiale? Significa che tutte le attività verranno sostituite dalla tecnologia?

 

L'intelligenza artificiale supporta il lavoro dei marketer

È normale chiedersi se una tecnologia così evoluta, capace di analizzare una grande quantità di dati e prendere di conseguenza le corrette decisioni, possa andare a sostituire il lavoro umano, ma non è così.

L'intelligenza artificiale è un'area di informatica che tenta di imitare il livello di intelligenza negli esseri umani attraverso l'uso di computer e software, per limitare, o nei casi più di successo, per eliminare le operazioni ripetitive in modo da focalizzarsi nella creazione di strategie e attività di marketing più mirate ed efficaci.

Lo scopo dell'AI è quindi di far guadagnare tempo ai marketer per impiegarlo in attività più utili e orientate all'obiettivo che vengono svolte grazie a decisioni prese tramite un'analisi approfondita dei dati.

 

Le applicazioni attuali di AI nel marketing

I casi più importanti e di successo dell'AI attualmente in uso trovano applicazione nei più svariati ambiti e siamo abituati ad interagirci ogni giorno:

  • perfezionare la ricerca. Fino ad alcuni anni fa, inserire un termine su Google non assicurava la buona riuscita della ricerca a meno che non si inserisse esattamente la parola o il titolo del contenuto.
    Oggi il motore di ricerca non solo interpreta ciò che scriviamo sulla barra di ricerca e ci offre una serie di risultati pertinenti, ma ci suggerisce anche delle parole affini a quelle digitate e ci dà spunto per nuovi argomenti da consultare. 
    Il miglioramento della ricerca non è stato implementato solamente da Google ma anche da moltissimi siti e-commerce (primo tra tutti Amazon) che hanno deciso di rendere più "smart" l'esperienza di ricerca di prodotto delle persone.
    Attraverso l'elaborazione del linguaggio e la ricerca semantica, i motori di ricerca effettuano i collegamenti tra i prodotti e suggeriscono articoli simili, correggono in automatico gli errori, mostrano i risultati corretti e mostrano alle persone i prodotti giusti anche se loro stessi non hanno esattamente idea di cosa stanno cercando.
  • filtrare e analizzare i dati. Il marketing è un ambito in cui i dati e un loro utilizzo più efficace stanno diventando la chiave per migliorare la customer experience e la targetizzazione. Lo scopo? Personalizzare il messaggio verso le persone potenzialmente interessate all'acquisto.
    Uno dei grandi punti di forza dell'AI è la possibilità di svolgere attività di organizzazione e di gestione attraverso l'analisi dei dati da parte del computer, il quale fornisce risultati corretti e puntuali. Agli addetti ai lavori viene lasciato spazio per attività più intuitive e creative.
  • l'evolversi del conversational marketing. Come aveva già predetto nel 2017 Brian Halligan, CEO e co-fondatore di HubSpot, in questi ultimi anni abbiamo abbandonato sempre più la navigazione attraverso le app e abbiamo iniziato ad utilizzare i bot, a cui poniamo domande o semplicemente chiacchieriamo.
    L'esempio più tipico è quello di Siri o Cortana, ma nel panorama tecnologico moderno iniziano a diffondersi soluzioni più complete da integrare con i dispositivi casalinghi o aziendali come Google HomeAmazon Echo.
    Il risultato sono dei veri e propri assistenti virtuali con cui effettuare chiamate, impostare timer e reminder, controllare altri dispositivi e gestire attività.
  • effettuare analisi predittive. L'analisi predittiva, ossia il processo di estrapolazione di informazioni utili per comprendere quali saranno i trend futuri nel proprio settore è una pratica molto efficace per migliorare il servizio al cliente e la sua esperienza di acquisto.
    Grazie all'Intelligenza Artificiale ciò che un tempo era possibile comprendere solo in modo retroattivo, ora può essere previsto in anticipo: negli e-commerce, per esempio, può essere utilizzata per analizzare il comportamento di acquisto delle persone per determinare quando è più probabile che verrà ripetuto l'acquisto e agire di conseguenza con una strategia di marketing e un'analisi della user experience adatta e personalizzata.
  • ottimizzare i processi e le vendite. comprendere il comportamento sul web delle persone è fondamentale per rendere il processo di vendita più efficace. Le attività di comprensione del cliente per arrivare nel momento giusto con la proposta commerciale possono essere semplificate con l'AI, attraverso l'utilizzo di algoritmi di apprendimento i quali aiutano a focalizzare gli sforzi dei responsabili delle vendite in attività più importanti.

Cosa aspettarsi dal futuro

Le applicazioni dell'AI nel marketing e nell'advertising sono potenzialmente infinite, ciò che è certo è che dovremo aspettarci dei processi automatizzati che aiuteranno le aziende a costruire una visione aziendale incentrata sull'esperienza del cliente.

Tutto quello che è meccanico e ripetitivo viene lasciato alla macchina: non c'è motivo che le persone perdano tempo a fare attività di routine quando possono focalizzarsi sulla creatività.

Il marketer continuerà la sua evoluzione migliorando l'interazione con il cliente attraverso la sua comprensione, scoprendo dove naviga, come interagisce sul web e con chi dialoga.

In poche parole, l'intelligenza artificiale aiuterà le aziende a risparmiare sui costi, a ottimizzare il budget, a snellire le attività riducendo i tempi utili e a personalizzare l'esperienza del cliente.

 

Adottare l'AI in azienda in 3 step

Riconosci l'opportunità

Come potrebbe aiutarti l'intelligenza artificiale a ottimizzare il tuo business e a migliorare la tua proposta di valore? 

Prima di procedere con l'implementazione vera e propria, è importante effettuare un'analisi concreta dei problemi da risolvere con l'AI per raggiungere un obiettivo ben prefissato, senza dimenticarsi di compiere un'analisi finanziaria che confronti la spesa da effettuare con il valore che la nuova tecnologia porterà in azienda.

 

Sensibilizza i tuoi dipendenti

C'è una differenza tra l'obiettivo prefissato e l'abilità della tua azienda di riuscire a raggiungerlo nel tempo e con le risorse stabilite.

Ciò significa che, prima di implementare nuove tecnologie in azienda, è necessario fare in modo che i tuoi dipendenti adottino la forma mentis necessaria per cambiare modo di approcciarsi al lavoro.

Per fare ciò, parla con esperti del settore e consulenti per formare i tuoi dipendenti e trasmettere loro le informazioni necessarie e gli standard richiesti da raggiungere.

 

Adotta la tecnologia giusta

L'intelligenza artificiale si basa sulla raccolta e sull'analisi dei dati, processo possibile solamente grazie agli strumenti giusti.

Perché l'AI lavori bene è importante che i dati raccolti siano corretti, aggiornati e utilizzabili in tempo reale.

Solo con queste condizioni l’AI può portare grande risultati e migliorare le prestazioni delle campagne marketing.

Ancora una volta l’utilizzo di un software ad hoc, come la piattaforma CRM HubSpot per esempio, pensato per fare inbound marketing e in grado di classificare i dati all’interno di uno schema di “campagne marketing” mirate, oltre ad utilizzarli in tempo reale, diventa essenziale per massimizzare il connubio tra strategia pubblicitaria e intelligenza artificiale.

 

Scarica eBook gratuito "Cos'è HubSpot"

 

Scritto da Nikla Lazzari

Inbound Marketing Specialist Seguo i clienti nella realizzazione di progetti di inbound marketing, metodologia, e scuola di pensiero, in cui credo fermamente. I racconti e le parole hanno sempre fatto parte del mio quotidiano, sin da quando ascoltavo le Fiabe Sonore: da qui è nata la mia passione per la musica (rock, di cui non posso fisicamente fare a meno) e per i libri.
Ho letto Harry Potter e da lì non ho più smesso, proprio nel senso che ancora oggi passo qualche serata a sfogliare gli ultimi capitoli della saga. Poi, come era prevedibile, ho deciso di iniziare il mio primo romanzo (convinta di scrivere il next great americal novel) che, ahimè, ha avuto vita breve e quindi ho ripiegato su pagine e pagine di diari segreti, libricini in cui annotare i sogni notturni, testi di canzoni fino ad arrivare a produrre contenuti persuasivi per ICT Sviluppo e per i nostri clienti.
Nel mentre ho frequentato il liceo linguistico, ho insegnato italiano per un'estate in Inghilterra, mi sono laureata in economia aziendale a Venezia e mi sono appassionata al digital marketing. Oltre che in ufficio, mi potete trovare in giro a concerti, a camminare in montagna, sull'amaca a leggere un buon libro ascoltando musica oppure sul divano a vedere l'ultima serie tv (vi consiglio Dark: stupenda, fantastica, meravigliosa!)

Nikla Lazzari