Porta la funzionalità di HubSpot su Wordpress e crea il tuo FrankenSpot

 
Brian Halligan, CEO di HubSpot, ha inventato il termine Inbound Marketing, definendo la metodologia operativa attorno alla quale la sua piattaforma ruota. HubSpot ha sviluppato la metodologia inbound e sviluppato un software attorno alla costruzione di campagne multi canale efficaci
HubSpot offre una piattaforma all-in-one di marketing ricca di funzionalità, costruita attorno alle necessità del filosofia dell’inbound marketing. Tutte le informazioni in un unico luogo, tutte collegate tra di loro, con la possibilità di segmentare gli utenti e creare azioni automatiche per seguire i visitatori nel Buyer’s Journey definito dalla metodologia inbound. L’Accademia di HubSpot offre moltissime informazioni e consigli, anche operativi, per la gestione marketing, e molte risorse, facilmente accessibili da tutti.
 

Attenzione: HubSpot non è per tutti!

 
Alcuni marker, commerciali e venditori non sono interessati a costruire un funnel per le vendite, ma si concentrano di più sulla community (blog o social), senza preoccuparsi di convertire in lead i follower e i visitatori o, meno ancora, di seguirli fino a farli diventare clienti.
Preferiscono la flessibilità di strumenti specifici per le singole necessità. Preferiscono utilizzare il loro tempo e risparmiare denaro, e scelgono, quindi, di non integrare tutti i loro strumenti, rinunciando all’analisi e all’automatizzazioni integrate in un’unico luogo.
Noi, in ICT(DigitalThink) abbiamo scelto invece HubSpot, con tutti i vantaggi che abbiamo da questa piattaforma dedicata all’inbound marketing. Ma, per l’appunto: questione di scelte.
 

Ed ecco invece… FrankenSpot (o, meglio, Franken-WP-Spot)

 
Ci sono sempre dei nuovi inbounder - perché oggi tutti i consulenti digitali stanno diventando consulenti di inbound marketing, non lo sapevi? -  che hanno capito più o meno come funziona l'inbound e lo usano come una nuova parola da inserire nelle consulenze, affiancando quanto già facevano. Per loro il problema della piattaforma non si pone. L'importante è che il budget del cliente riesca a rimanere concentrato sulla loro consulenza e sulla spesa da loro fatturata. Stile, che se si parlasse di vendite, sostituirebbero la spesa per un CRM con i filtri e le tabelle di Excel.
Pur di tenere l'attenzione su di loro riescono ad imbastire accrocchi a basso costo per scimmiottare, in qualche modo, le funzioni di HubSpot. Come? Ma chiaro no? Con la piattaforma migliore per contenuti in circolazione, che però si utilizza per qualsiasi cosa,  che torna buona in ogni modo possibile immaginabile, Wordpress (eppure le differenze tra HubSpot e Wordpress sono palesi). 
E cosa ne esce da questo tentativo? Frankenstein....Ops! FrankenSpot!
 
Quanto costa Wordpress per fare inbound marketing
 
HubSpot ha provato ad immaginare cosa si dovrebbe fare per portare tutte le funzioni di HubSpot all’interno di Wordpress, utilizzando plugin e piattaforme terze, anche rinunciando ad un bel po’ di integrazione.
Siete pronti a questo trip?

Di che cosa hai bisogno per costruire il tuo FrankenSpot?

 

Parte 1: Come imitare il COS (Content Optimization System) di HubSpot,  incluso il sito web, il blog, le email, la SEO i form e le Call To Action.

 
Il COS di HubSpot lega i contenuti in un sistema di marketing “a funnel”, seguendo quindi l’idea dell’imbuto delle vendite, che vede gli stranieri diventare visitatori, i visitatori lead e poi prospect, per arrivare ad essere dei clienti - o una trattativa persa. Per fare questo puoi creare su HubSpot le pagine, i post del blog e le landing page. Il sistema è ottimizzato per la SEO e comprende tutta la parte di analisi.
Per mimare il COS di HubSpot hai bisogno, innanzitutto, di questi strumenti:
 
Wordpress: una sistema per la gestione di contenuti e il blogging, con migliaia di plugin, widget t temi disponibili si mercato.
Costo mensile 0 €
 
WPTouch: fornito con diversi temi già ottimizzati per cellulari, sviluppati con meticolosità e qualità, facili da usare e veloci. Le estensioni di WPTouch includono un sistema di cache, le immagini e i contenuti che si adattano per i cellulari.
Costo annuale: 99/149 $
 
WP MarketingSuite: consente di personalizzare i contenuti per i visitatori, basandosi sulla loro posizione geografica corrente, come sono arrivati sul sito, che dispositivi utilizzano e parametri dell’url personalizzati.
Costo annuale: 49 $
 
Gravity Forms: per costruire e stilare form, incorporando la logica delle condizioni (if) e molto altro.
Costo annuale: 39 $
MaxBottons: la versione Pro permette di creare e personalizzare i pulsanti del sito e gestire quindi tutte le Call-To-Action.
Costo: 19/80 $
 
Yoast Wordpress SEO: analisi e ottimizzazione dei contenuti, generatore di sitemap, redirect 301, integrazione con Webmaster Tools e personalizzazioni sulla pagina.
Costo: 0-69 $
 
Better Wordpress Google XML: in plugin per creare una sistema Xml che ha anche il supporto per Google News e molto altro.
Costo: 0 €
 
Integrity: uno strumento per il desktop che fornisce funzionalità di controllo dei link, per rimuovere manualmente i link rotti e sistemare tutte le ridirezioni.
Costo: 0/8 £
 
Google Analytics: beh, chi non lo conosce? Fornisce dati per analizzare gli accessi, i percorsi, le caratteristiche dei visitatori e molto altro ancora.
Costo: 0 €

Parte 2: Come imitare l’hosting di Hubspot, l’ottimizzazione per la velocità e la sicurezza.

 
Le aziende che migrano il loro sito su HubSpot vedono le loro visite aumentare del 39% e le risposta delle loro landing page aumentare del 47%, superando le altre aziende simili alle loro che non sono su HubSpot del 10-2’% in termini di performance di business web. HubSpot difende tutti i siti dei clienti contro le vulnerabilità ed attacchi. Integrato nell’account di HubSpot c’è la rete di distribuzione di contenuti (CDN) e una potente Web Application Accelerator (WAA) di Akamai.
Per mimare questi benefici puoi combinare tutti i seguenti prodotti, plugin e servizi:
 
WPEngine: un hosting di Wordpress che fa backup giornalieri, con firewall, analizza e monitoro, difendendo dal malware e con integrazione CDN.
Costo mensile: 29/249 $
 
Wordfence: firewall, antivirus, analisi sui tentati accessi in real time, verifica il core del programma, i temi e i plugin.
Prezzo mensile: 4,92 $
Login Lockdown: registra l’indirizzo ip di ogni tentato login fallito. Se ci sono oltre un certo numero di tentativi in un determinato periodo, dallo stesso range di IP, vengono disabilitate le funzioni di login per quell’indirizzi IP.
Costo: 0 €
 
Akismet: antispam per i commenti del blog.
Costo mensile: 0/9 €
 
RapidSSL: rende sicuro il dominio con una forte criptazione SSL.
Costo mensile: 49/199 $

Parte 3: Come imitare le landing page di HubSpot

 
Tutte le landing page sono utilizzate per trasformare i visitatori in lead, ma come rendere questa esperienza più personale? Le landing page di HubSpot ti permettono di mostrare contenuti differenti a seconda della lista di appartenenza di un lead. Il risultato? Una conversione più alta e visitatori soddisfatti.
Per imitare le funzioni delle landing page di HubSpot puoi utilizzare:
Unbounce: offre una libreria di contenuti, un builder per le landing page, form e pagine di conferma, oltre alla gestione degli utenti e degli A/B test.
Costo mensile: 49/99 $

Parte 4: Come imitare la Social Inbox di HubSpot

 
Vuoi monitorare cosa dicono di te i clienti sui social media? Scoprire chi sa chi sei? La Social Inbox di HubSpot si interfaccia con il tuo database di contatti, per tenere una scheda aggiornata anche delle relazioni ed interazioni social del tuo contatto con i tuoi contenuti, per capire quali clienti sono arrivati dai social e fornisce la possibilità di calcolare un ROI sulle vostre azioni sui social media. Tutto questo è il contesto necessario per non perdere tempo a rincorrere collegamenti tra strumenti e database differenti.
Per imitare le funzionalità della Social Inbox di HubSpot puoi usare:
Social Report: un sistema di management all-in-one che crea reportistiche e ti permette di tenere traccia in modo efficiente dei sullo che succede nei tuoi account social media.
Costo mensile: 19/199 $

Parte 5: Come imitare lo strumento per la gestione delle Email di HubSpot

 
La maggior parte dei software di posta elettronica consentono solo di caricare una lista di contatti ed inviarla ad essi. Poiché è integrato con tutti gli altri strumenti di lead generation, HubSpot aiuta ad attirare nuovi contatti nel tuo database e farlo crescere nel tempo. E inoltre? Utilizzando le caratteristiche delle piattaforma che permettono la segmentazione e la marketing automatico, è possibile inviare contenuti differenti ad ogni contatto, per rispondere al meglio ai suoi interessi o bisogni specifici.
 
Come imitare lo strumento per la gestione delle email di HubSpot combinando questi due servizi:
Mailchimp: offre l’iscrizione alle newsletter, automazione, personalizzazione e analisi dei risultati.
Costo mensile: 0/35 $
 
Mailchimp for Wordpress: integra Mailchimp con Wordpress e offre form, temi, statistiche e molto altro.
Costo: 0/49 $
 

Parte 6: Come imitare la gestione dei contatti e dei lead di HubSpot

 
Puoi dire "ciao ciao" ai database separati e alle liste sconnesse e lontane. HubSpot integra i dati che arrivano da ogni punto di contatto digitale, facendoli diventare lead all’interno di un0unica piattaforma. Il tuo team commerciale lo amerà.
Come imitare le capacità dello strumento per la gestione dei contatti e dei led di HubSpot:
Leadin: è uno strumento che permette di tracciare i lead anche con Wordpress e ti aiuta a capire meglio chi sono i visitatori del tuo sito.
Costo: 0 €
 

Parte 7: Come mimare le analisi integrate ottimizzate di HubSpot

 
Per migliorare il marketing dell’azienda, si deve necessariamente partire dalla comprensione di quello che sta accadendo. Ovvero bisogna partire dai dati. Con la piattaforma di inbound marketing di HubSpot, si ha accesso a metriche integrate che interessano ogni azione compiuta dal vostro database dei contatti. E’ tutto lì, tutto in un posto e tutto integrato: social, sito, blog, conversioni, email… tutto in uno.
Per imitare l’integrazione analitica ottimizzata di HubSpot puoi usare:
Moz Analitics: offre una reportistica e dati sulle performance del tuo sito, il traffico, i link in entrata e in uscita, i social media e l’analisi sul brand.
Costo mensile: 99/249 $

Parte 8: Come imitare la marketing automation interconnessa di HubSpot

 
Con gli strumenti interconnessi di HubSpot, puoi utilizzare i dati di marketing in real time per fornire esperienze rilevanti e contestuali di marketing ad ogni contatto nel tuo database. Questa è la marketing automation che abbraccia la tua intera strategia.
Mi spiace ma questa cosa è difficile da mimare, neppure utilizzando tutti insieme i plugin e servizi descritti sopra, perché è unica nell’offerta di HubSpot.

Il Costo di FrankenSpot

Parte A: Il prezzo esposto di FrankenSpot
 
Se si opta per la versione minore o gratuita di tutto e si taglia anche 1) SSL e 2) analisi integrate ottimizzate, si può fare tutto con costi mensili inferiori ai 200 $ al mese. Se invece si opta per la gamma superiore ci si attesta sui 1.000 $ al mese. Diciamo che un costo medio potrebbe essere sui 600 $ al mese per giocare con l'accrocchio. Ma senza contare le ore lavoro per farlo funzionare.
 
Ovviamente non mettiamo le opzioni più alte dei servizi più costosi presenti sul mercato. Basta pensare che il pacchetto “Team” di Sprout Social è di circa 500 $ al mese. O se volete il massimo dell’analisi vai diretto con Kissmetrics Pro a 2.000 € al mese.
 
 
Scopri i costi aziendali per trasformare Wordpress  in una piattaforma per l'inbound marketing.
 
Parte B: Il costo reale di FrankenSpot
 
L’elenco sopra riportato è solo uno dei tanti. C’è un mondo sterminio di servizi e funzionalità che potete utilizzare per creare il sito con Wordpress “facendo finta che faccia le stesse cose di HubSpot”. Il vero costo non sta nel prezzo appena esposto. Il vero costo sta nella gestione di tutti questi strumenti e nel tempo necessario non solo a gestirli, ma anche a costruire framework per interfacciare e comparare i dati.
 
La forza di HubSpot sta nel non farti perdere tempo, nel darti tutto quello di cui hai bisogno, di offrirti effettivamente gli strumenti che ti servono per una metodologia di lavoro mirata ad aumentare i clienti che arrivano dal sito web, l’inbound marketing.
 
Questi sono alcuni dei motivi per cui dovresti evitare di tentare di fare inbound marketing assemblando strumenti pensati per assolvere solamente determinati compiti, lavori specifici e ben delimitati, non ideati per supportare tutta la strategia di marketing della tua azienda:

Supporto
Se hai una domanda, una preoccupazione e qualcosa smette di funzionare non puoi andare a chiedere a nessuno, se non ad un programmatore. E lui potrebbe passare ore a cercare una soluzione su siti tecnici, articoli di blog, post sui forum di supporto e quant’altro.
Alcuni di questi prodotti hanno aziende alle loro spalle, mentre altri sono mantenuti da singoli professionisti ed hobbisti. Non è detto che la risposta sia così veloce. Qualcosa che non funziona a dovere potrebbe aver bisogno di più di una preghiera per tornare in pista.
 

Fix gonfiato

Plugin e temi possono rallentare i siti e farli diventare dei lumaconi. A volte basta un plugin per appesantire eccessivamente Wordpress. Anche i plugin obsoleti potrebbero avere un codice obsoleto che rallenta tutto. O anche, semplicemente, il fatto di aver aggiunto troppi plugin rende il sito incurabile.
E testare cosa rallenta il sito, non è un’operazione veloce. A volte bisogna installare dei plugin per capire quali plugin stanno rallentano il sito

 


Ridondanza 

La maggior parte dei plugin non sono stati esplicitamente costruiti per funzionare assieme ad altri plugin. Significa che molte funzioni si sovrappongono tra loro. Per esempio, Mailchimp, Leadin e Unbounce offrono vari strumenti per la gestione dei lead. Avrete bisogno di confrontare le caratteristiche, per capire le aree di sovrapposizione e scegliere, per le funzioni ridondanti, quale utilizzare o non utilizzare per ogni prodotto. E comunque, solo perché non si utilizzano, non significa che sono lì alla vista.

Mantenimento

Se sei in procinto di installare ogni singolo plugin elencato - o altri che li sostituiscono - e voi essere sempre sicuro che tutti siano sempre aggiornati, anche per evitare troppi problemi di sicurezza, dovrai verificare praticamente ogni giorno la disponibilità degli aggiornamenti, sperando che le cose non vadano male durante i numerosi aggiornamenti.

 


Stile

Per garantire la coerenza dell’immagine del brand della tua azienda, è necessario personalizzare tutti i plugin e strumenti utilizzati con la tua linea grafica. Ovviamente l’approccio di ogni prodotto può essere diverso. Significa che potrebbe essere impossibile garantire questa coerenza tra tutti gli strumenti utilizzati.

Gestione degli account e contratti

Avrai bisogno di login separati per molti strumenti e servizi, effettuando pagamenti a destre a manca per tutto quello che viene utilizzato.

 


Integrazione

Costruire questa lista di strumenti e servizi è stato un duro lavoro, ma si dovrebbe probabilmente fare una ricerca in ognuna di queste aree per assicurarsi che ogni plugin lavori bene con gli altri.
I plugin di Wordpress sono noti per andare in conflitto tra di loro e non sempre funzionano con le nuovi versioni del CMS che escono. Se oggi non funziona tutto a meraviglia, quando partite con il progetto, non c’è ragione che funzioni meglio domani. Potrebbe essere necessario l’intervento di un programmatore per armonizzare alcune funzioni (ma poi non puoi più aggiornare). Potresti usare un altro (sorpresa!) plugin per verificare la compatibilità.
 

Aggregazione e ripetizione

Poiché questi strumenti non sono stati ideati e creati per lavorare come una squadra, come un’equipe e senza soluzione di continuità, è comunque necessario fare qualche lavoro manuale di aggregazione di dati e di metriche, estrapolandoli da vari plugin e servizi, per capire di più su quello che succede nel sito.
Inoltre può essere difficile automatizzare attività avendo i dati che potrebbero dar origine a queste attività su piattaforme differenti rispetto a quella che deve gestire gli automatismi. Creare flussi di lavoro manuali sarà una necessità, molto probabilmente.

Formazione

Tu e la tua squadra dovrete imparare a conoscere, ad utilizzare e a rendere produttivi tutti questi strumenti. Ci sono corsi gratuiti o a pagamento per costruire il vostro know-how su Wordpress. La capacità di conoscere in profondità gli altri plugin e strumenti può variare molto a seconda del fornitore: cos’ha reso disponibile e quante informazioni continua a divulgare sulle nuove versioni che escono. Potrebbe essere necessario costruire una libreria interna di documenti con tutti gli how-to del caso, al fine da formare tutti quelli che hanno a che fare con il sito e la gestione dei processi di inbound.

Bug Fix

Se uno dei plugin ha un problema o “si rompe”, dovete innanzitutto capire che è proprio quel plugin ad avere un problema e poi capire se esiste a se stante o dipende dal conflitto con un altro plugin. Capita sovente di dover dare accesso al server o al database agli sviluppatori dei plugin per risolvere questi problemi. Se sei un programmatore e conosci PHP, Javascript e CSS, potresti aiutare la community a risolvere questi problemi.

 


Obsolescenza

Dato che molti plugin sono progetti collaterali di sviluppatori di talento, non è raro per il creatore cambiare le sue priorità e sospendere i lavori su quel plugin. Esattamente quando Wordpress rilascia nuove versioni, questi plugin “dormienti” che non vengono più aggiornati, potrebbero diventare obsoleti e, quindi, soggetti a problemi e causare errori.  

Valutazione e decisione

Ci sono circa 40.000 plugin disponibili per il download nella directory dei plugin di Wordpress. E’ incredibile avere accesso a così tanti strumenti differenti. Ma potrebbe essere anche pesante… Alcuni sono gratuiti, altri a pagamento.  Alcuni sono davvero ben fatti, altri sono una fonte inesauribile di problemi per il vostro sito. Alcuni stanno bene affiancati, altri vanno in conflitto… Preparatevi a trascorrere del tempo significativo per la ricerca e la valutazione dei plugin e - a seconda della vostra organizzazione - cercare il consenso del vostro team per ogni decisione. 
Come si può paragonare questo ad HubSpot?

Dall’attirare visitatori al sito, alla loro trasformazione in lead e clienti, HubSpot porta tutta la logica dell’imbuto delle vendite a lavorare in sintonia, in armonia e senza interruzioni di sorta.
Il risultato finale? Meno problemi, più controllo e una strategia di inbound marketing che funziona.

dimostrazione hubspot gratuita

Avvertenze
  • Non abbiamo fatto un confronto funzione per funzione. Alcuni di questi strumenti possono avere una serie di funzioni che HubSpot non ha. Allo stesso modo, questa collezione di funzioni e plugin non può ricreare pienamente le caratteristiche individuali di HubSpot.
  • Non abbiamo testato tutti questi plugin assieme, è solo un elenco che cerca funzioni simili alle varie funzionalità di HubSpot: non forniamo assistenza nella costruzione di FrankeSpot.
  • I prezzi e le descrizioni dei plugin potrebbero essere cambiati da quando è stato realizzato l’articolo.
  • Qursto match HubSpot Wordpress è poco più di un gioco, che non ha uno scopo didattico ma riflessivo.