Sommario

La crescita è da sempre nella mente dell'imprenditore con un negozio online, ma l'attenzione non è solo limitata alla crescita delle entrate.

Ci sono spesso altre preoccupazioni: tipo se l'attuale piattaforma e-commerce sia la soluzione migliore per una crescita scalabile.

È una preoccupazione legittima quando si guardano le statistiche sulle vendite globali di e-commerce al dettaglio . I dati cumulativi di Statista anticipano un aumento del 246,15% delle vendite mondiali di e-commerce, da $ 1,3 trilioni nel 2014 a $ 4,5 trilioni nel 2021. Si tratta di un aumento quasi triplo delle entrate online.

vendite globali di e-commerce in tutto il mondo


Quel tipo di crescita dipinge un'immagine ottimista (forse intimidatoria?) per i venditori e-commerce.


Come ha dichiarato Harvard Business Review : "I leader aziendali stanno cercando di adattarsi a un mondo che pochi immaginavano possibile solo un anno fa. Il mito di un mondo senza confini è crollato. I tradizionali pilastri dei mercati aperti - Stati Uniti e Regno Unito - stanno vacillando e la Cina si sta posizionando come il difensore più convinto della globalizzazione ".


Un modo meno tecnico di dire che molte più persone stanno acquistando online e la crescita non si fermerà. Naturalmente, alcuni marchi stanno cercando di migrare i loro negozi ad altre piattaforme per garantire che possano gestire tale crescita.

Ma una migrazione, come lo spostamento da Magento a Shopify Plus, non è priva di sfide.

 

Le sfide di ogni migrazione

Le piattaforme di e-commerce più popolari come Shopify Plus sono state progettate per gestire il tipo di traffico, volume degli ordini e velocità dei più grandi marchi e-commerce in tutto il mondo.
Ma fare il passaggio è ciò che può essere più intimidatorio per alcuni brand. Alcune delle più grandi sfide in qualsiasi migrazione del sito includono (ma sicuramente non sono limitate a):

  • Transizione delle cronologie degli ordini
  • Migrazione di dati e password dei clienti
  • Mantenimento delle prestazioni di ricerca organica e SEO
  • Mantenere o migliorare l'esperienza di acquisto e pagamento
  • Migrazione di cataloghi di prodotti con decine di migliaia di versioni / varianti
Uomo Capannonico: Ma Enrico, quando io devo spostare le pressopieghe nel nuovo capannone appena comprato, gli metto sotto due ruote e le spingo con il muletto. Quando mi sono stancato le risposto nel primo capannone. Cosa cambia da questo a spostare un negozio? 
 
Enrico Capitanio: Caro e semplice Uomo Capannonico, non è tanto lo spostamento, ma il fatto che ogni azione che fai, se non la fai ragionata, può essere irreversibile e costarti cara.

  

Di tutte le preoccupazioni e le sfide, un e-commerce o un Migration Manager deve garantire che le entrate non vengano perse o influenzate dalla migrazione. Avere un piano tattico per l'operazione e una dimostrazione del concetto sono è la chiave per evitare perdita di fatturato durante la migrazione.

Come parte del piano, bisogna prestare attenzione a queste aree chiave in cui la supervisione potrebbe portare a vendite e / o clienti persi.

 

1 - Identifica le app di cui avrai bisogno con Shopify Plus

Durante la migrazione da Magento a Shopify Plus, tieni presente il tipo di funzionalità di cui hai bisogno o che desideri durante l'esperienza di acquisto e pagamento. La natura open source di Magento ha reso facile per i marchi personalizzare le funzionalità con le proprie estensioni.

Potresti scoprire che hai accumulato un numero di estensioni nel corso degli anni che non ti servono più, poiché le piattaforme come Shopify Plus offrono ora molte più funzionalità native come le risposte automatiche agli ordini, il merchandising, l'integrazione del marketing per cose come il retargeting e altro.

Tuttavia, anche le funzioni native di Shopify potrebbero non essere coperte.

Per fortuna, il marketplace di Shopify ha oltre 1.000 app quindi non dovresti avere molte difficoltà nel trovare le applicazioni per prendere il posto delle estensioni che hai precedentemente utilizzato. Se non riesci a trovare un'app adatta, per esempio alla fatturazione, ci sono numerosi partner Shopify Plus (si, sto parlando di noi!) che possono collaborare con te per creare la funzionalità di cui hai bisogno.

 

2 - Trova il giusto team di sviluppo

Qualsiasi migrazione del sito richiede molto lavoro e una migrazione e-commerce da Magento a Shopify non fa eccezione. Lavorerai fianco a fianco con il tuo team di sviluppo per mesi fino al lancio e dopo la migrazione, quindi trova il giusto team di sviluppo, preferibilmente un partner Shopify Plus.

screenshot della directory parter


Naturalmente, l'esperienza con entrambi (Magento e Shopify) è importante. Non dovresti collaborare con sviluppatori che hanno una conoscenza limitata delle impostazioni e delle API di Shopify.

Tutto questo renderebbe l'intero processo più lungo e potrebbe generare ore fatturabili aggiuntive che fanno un'enorme differenza nel flusso di entrate per il tuo negozio.

 

3 -Pianifica come verranno importati i tuoi dati

Esistono più modi per migrare i dati da Magento a Shopify, quindi è importante pianificare in anticipo come trasferire le informazioni sui prodotti. Non dare per scontato che solo perché è disponibile uno strumento di importazione dei dati che quest'ultimo funzionerà perfettamente.

Spoiler: Questi strumenti non funzionano mai.

Le cose da considerare per la migrazione dei dati includono:

  • Titoli di prodotto e meta-campi
  • Immagini del prodotto
  • Varianti

Ma la migrazione non si ferma ai prodotti. È inoltre necessario considerare categorie, informazioni sui clienti, ordini (e stati degli ordini) e persino recensioni.
Tutti questi possono avere un impatto sulle entrate se i dati non vengono spostati con precisione:

  • Prodotti / varianti mancanti possono causare vendite perse
  • Le immagini dei prodotti mancanti possono influire sulle conversioni
  • I dati sui prodotti mancanti possono influire sulla SEO e sulla ricerca del sito
  • I dati dei clienti mancanti e i dati della cronologia degli ordini possono frustrare i clienti e impedire le vendite di ritorno
  • Le revisioni mancanti e la perdita di prove sociali possono avere un impatto negativo sulle conversioni

 

4 -Esegui un controllo del contenuto

Una verifica completa del contenuto dovrebbe far parte della tua strategia di migrazione. Oltre alle pagine di prodotti e categorie, hai bisogno di un elenco completo di tutte le pagine di destinazione del tuo sito.

Una verifica del contenuto ti fornirà un elenco di tutti gli URL e del contenuto associato per evitare collegamenti interrotti dopo la migrazione.

Ciò è particolarmente importante se hai un blog dentro il tuo eCommerce poiché tali pagine attraggono un numero significativo di collegamenti e un potenziale traffico di riferimento.

Con un controllo completo puoi utilizzare un'app Shopify come Traffic Control per importare in blocco tutti i tuoi reindirizzamenti 301 poiché non sarai in grado di farlo con il file .htaccess. Questi reindirizzamenti 301 ti aiuteranno a evitare le entrate perse derivanti dal traffico dei referral e qualsiasi potenziale impatto negativo sul tuo SEO.


5 - Identificare l'impatto sulle e-mail di processo

Ogni volta che un cliente intraprende un'azione significativa (vendita, cambio d'ordine, registrazione, richiesta, reso, ecc.), in genere gli viene inviata un'email di conferma.

Poiché queste e-mail sono spesso parte integrante della conversione e del processo di soddisfazione del cliente, è necessario garantire che tutte le e-mail vengano migrate sul nuovo sistema.

Non è solo una questione di funzionalità; gli elementi di design sono importanti in modo che le e-mail siano importabili nel nuovo sistema, in modo da mantenere lo stesso look and feel.

Potrebbe essere necessario apportare modifiche a uno o più template.

Dovrai inoltre esaminare ogni email per verificare che tutti i collegamenti siano aggiornati e che tutti i collegamenti dinamici siano configurati correttamente per il nuovo negozio eCommerce.

Email transazionali e di follow-up mal impostate possono comportare:

  • Cart email di abbandono con collegamenti di carrello rotti
  • Email di revisione follow-up che non si collegano in modo appropriato o non visualizzano prodotti
  • Modelli rotti che non vengono letti in modo che e-mail promozionali ignorate

 

6 - Migliora l'esperienza di acquisto su più dispositivi

shopping online animato

Probabilmente se domani mattina perdessi il 30% delle tue entrate avresti bisogno di benzodiazepine, ma questo è esattamente ciò che potrebbe succedere se il tuo store non è impostato per funzionare su più device.

Secondo Criteo , tre acquisti su 10 negli Stati Uniti riguardano più dispositivi.

Significa che i tuoi clienti iniziano a fare acquisti mentre sono sul telefono e completano l'acquisto su un altro dispositivo come un tablet o un desktop. Quando i clienti devono aggiungere un prodotto al carrello più volte o iniziare l'esperienza di acquisto da capo si creare attriti che avranno un impatto negativo sulle conversioni.

Se il tuo negozio Magento non è configurato per semhttps://apps.shopify.com/cart-persistifyplificare lo shopping su più dispositivi sui tuoi clienti, la tua migrazione a Shopify è il momento opportuno per farlo accadere.

L' app Persistent Cart per Shopify consente agli utenti registrati di visualizzare il proprio carrello in tempo reale indipendentemente dal dispositivo che stanno utilizzando per un'esperienza di shopping senza interruzioni.

 

7 - Sfrutta le nuove risorse per fidelizzare i clienti e migliorare le conversioni

Il piano di migrazione è più che evitare errori costosi. È anche un'opportunità per sfruttare le nuove funzionalità e funzionalità che è possibile aggiungere e che avranno un impatto positivo sulle entrate.

Guarda il percorso completo del cliente che hai attualmente quando lavori su Magento e identifica opportunità di miglioramento per deliziare il cliente, migliorare la fidelizzazione e aumentare il valore della vita del cliente.

  • Le email di Shopify non sono male, ma potrebbero essere migliori. Un'app come Spently ti dà più controllo sul design e sull'estetica in modo che tu possa far brillare la tua personalità con e-mail più coinvolgenti.
  • YotPo porta la social proof al livello successivo non solo con una gestione delle revisioni seriamente forte, ma anche la capacità di inserire contenuti generati dagli utenti direttamente nelle pagine dei prodotti con segmenti di domande e risposte, proprio come Amazon.
    Poiché oltre il 90% dei clienti si fida delle recensioni tra pari per prendere decisioni di acquisto, potresti aver bisogno di un'applicazione come YotPo che offre maggiore controllo sulle social proof nel proprio store.


La tua migrazione a Shopify è il momento migliore per migliorare anche l'esperienza del cliente. Ottieni supporto e comunicazione con il tuo team utilizzando le integrazioni di app di Zendesk, inclusa la live chat.

 

8 - Non dimenticare i feed di dati

La migrazione a qualsiasi piattaforma può comportare perdita di entrate se gestisci un'attività multicanale con più feed di dati. Per ridurre al minimo i tempi di inattività e evitare entrate perse durante la migrazione e ottenere rapidamente il backup dei canali di vendita, devi utilizzare uno strumento per ottimizzare i feed.

DataFeedWatch non richiede molto tempo per la configurazione e può mappare i tuoi nuovi feed di prodotto a più di 500 altri canali di shopping come Google e Bing, Amazon, Facebook, eBay e altro ancora.

 

9- Allena i tuoi dipendenti

Mentre piattaforme come Shopify sono progettate per semplificare il funzionamento dei marchi e-commerce, richiedono ancora un certo livello di formazione.

Dipendenti e dirigenti hanno bisogno di capire la nuova piattaforma dentro e fuori.

Mentre la formazione di base e i tutorial online sono disponibili per dare ai dipendenti una familiarità di base con il sito durante la migrazione, questo non dovrebbe essere l'obiettivo principale.

Il tuo team deve essere in grado di gestire i feedback e aggiungere rapidamente i prodotti.

La tua preoccupazione principale per la formazione dovrebbe essere identificare i problemi del flusso di lavoro che dovranno essere affrontati prima che la migrazione sia completata.

È molto più semplice risolvere potenziali problemi logistici e di evasione degli ordini ora piuttosto che quando possono incidere sugli ordini esistenti e costare denaro dopo la migrazione.


10 - Metti in pausa le campagne di marketing

computer animato da regalo

 

Rivedi tutte le tue campagne di marketing attuali e pianificate su tutti i canali. Esecuzione di campagne che inviano clienti a pagine errate o, peggio ancora, 404 possono costare non solo perdite di guadagno da mancate vendite, ma anche il costo della campagna che se ne va su per il camino.

Esegui un controllo completo e rivedi il tuo calendario di marketing per tenere conto di tutte le campagne in corso. In particolare, ricordati di controllare:

  • Campagne di social media
  • Marketing via email
  • Ricerca a pagamento
  • Retargeting delle reti pubblicitarie
  • Visualizza annunci e annunci partner
  • Qualsiasi campagna pubblicitaria gestita da agenzie esterne

 

11 - Comunica la cosa ai tuoi clienti


Una cosa che mantiene fedeli i tuoi clienti è la familiarità con la tua esperienza di acquisto. Sanno cosa aspettarsi dall'inizio alla fine e sanno come trovare i prodotti che vogliono.

Sorprendere i tuoi clienti con cambiamenti improvvisi è un modo rapido per introdurre un notevole attrito nell'acquisto - abbastanza da decidere di andare da un concorrente o di effettuare l'acquisto da un marketplace con cui sono più a loro agio.

Puoi evitarlo comunicando con i tuoi clienti fin dall'inizio del processo di migrazione.
Questo è il punto in cui il team di marketing dovrebbe essere coinvolto pesantemente in modo tale che il coinvolgimento avvenga su più canali di marketing. Concentrati sulle dichiarazioni di valore e sui vantaggi di ciò che stai facendo, nonché su come la migrazione e le eventuali modifiche apportate andranno a vantaggio dei clienti.

Una parte importante di questo processo di comunicazione è l'onboarding. Dovresti prendere il tempo per addestrare i tuoi clienti proprio come addestri il tuo staff. Usa le immagini per mostrare ai tuoi clienti le modifiche in modo che sappiano come utilizzare il nuovo sito e-commerce se hai apportato modifiche significative.

Il tuo team di marketing dovrebbe essere in grado di mettere insieme semplici istruzioni. Ad esempio, potrebbero creare brevi clip video o file .gif animati che forniscano istruzioni di facile utilizzo per le azioni più importanti per le conversioni e per la soddisfazione del cliente.

 

12 - Effettuare un audit post-migrazione

Anche se la tua checklist per la migrazione a Shopify sembra aver superato tutti i punti senza intoppi, devi comunque eseguire un controllo post-migrazione.

grafica dell'audit del sito


In particolare, controlla la tua console di ricerca di Google e/o i tuoi strumenti per i webmaster di Bing per verificare eventuali errori di scansione e eventuali problemi di usabilità che potrebbero influire sull'esperienza di acquisto da dispositivo mobile. Inoltre, dovresti esaminare il tuo sito per problemi di navigazione, link non funzionanti, incoerenze, prodotti / varianti mancanti, reindirizzamenti / reindirizzamenti danneggiati, ecc.

 

Conclusione

C'è molto da tenere traccia in un periodo prolungato come quello di una migrazione da Magento a Shopify Plus.

Spero che questo elenco ti abbia fornito alcune informazioni su cosa puoi aspettarti durante il passaggio, in modo da non perdere soldi.

Comunque, come ultimo consiglio posso dirti anche che non devi concentrarti solo sulle aree in cui un errore potrebbe costarti dei soldi.

L'offerta di Shopify Plus è meravigliosa, tra funzionalità e app native, e può essere un' opportunità per semplificare l'esperienza di acquisto, premiare e deliziare i clienti e accrescere il valore del tuo cliente.

 

Shopify Plus fa per te?   Scoprilo con un nostro esperto  (prenota una call)