Il panorama dei social sembra molto diverso da com’era l’anno scorso…o addirittura il mese scorso. 

Non appena cominci a far funzionare un canale, ecco che ne salta fuori un altro che reclama la tua attenzione. Ti suona familiare?

Per un sacco di uomini marketing, determinare dove e come investire le risorse (larghezza di banda, di tempo e di denaro) è una sfida quotidiana. Ecco perché è meglio avere un piano che consideri più opzioni.

In HubSpot hanno sviluppato una serie di domande per aiutare la gente a determinare se davvero è il momento di creare un nuovo account sui social media.

Quindi se stai tentando di capire se espandere la rete social, passa un po’ di tempo con la lista che trovi qui sotto. Ho come la sensazione che potrebbe aiutarti.

9 domande che dovresti farti prima di aprire un nuovo account aziendale su un altro social network.

 

1) Il mio Buyer Persona usa questo social network?

La prima domanda che ti devi fare. Ogni social ha una sua demografia: il 72% degli adulti che usano internet sono su Facebook, il 25% solamente su LinkedIn. Ogni rete attrae utenti differenti per differenti motivi.

Solo perché in questo momento una rete sociale va per la maggiore, non è detto che dovresti metterti ad usarla.

La chiave è quella di capire dove i tuoi buyer’s persona sono impegnati suoi social e tentare di capire quale potrebbe essere una strategia di connessione con loro.

 

2) L’account su questo social soddisferà un bisogno diverso dagli altri account che attualmente ho e gestisco?

Se già disponi di canali social per la tua azienda, è possibile che tu abbia già un pubblico interessato a ricevere contenuti ed aggiornamenti. E già questo è un duro lavoro da fare.

Ogni nuovo account ha bisogno di lavoro per costruire un pubblico. Non fare il lavoro per nulla: a meno che non ci sia un contenuto specifico che il pubblico non può ricevere nei canali già aperti o ci sia la necessità di servire un nuovo bacino d’utenza che non è presente loro, non vedo ragioni sufficientemente valide per aprire un nuovo account sul social network del momento.

Voglio dire: non creare un bisogno di un nuovo segmento se non è reale. La creazione di un nuovo account deve seguire la volontà o la necessità d avere un nuovo pubblico per esigenze di business. Non crearne uno da zero scoordinato dalle necessità e strategie aziendali.

 

3) Ho il tempo necessario per seguire un altro account?

Se hai intenzione di rappresentare il tuo brand e gestire le interazioni con i clienti, sai che ci vuole tempo. Bisogna starci dietro: le cose non accadono per magia. Se non lo fai, il tuo nuovo account resta vuoto e inefficiente.

E’ ius processo laborioso che richiede un grande impegno per avere successo. Prima di aprire un nuovo account dai un’occhiata al tuo calendario e vedi davvero cosa puoi gestire.

 

4) Ho tempo necessario per monitorare questo account?

La maggior parte delle persone viene sorpresa da questo: quando apri un canale di comunicazione avrai un pubblico che lo userà e monitorare cosa e come, anche al fine di dare risposte repentine e contestualizzate, garantisce alle persone una buona esperienza con il brand. Ottimo se tu avevi in mente di costruire un punto di contatto con le persone, molto meno se avevi in mente di avere un’ulteriore cassa di risonanza per il tuo marketing.

Le aspettative saranno differenti a seconda della rete: su Twitter il 70% degli utenti si aspetta una risposta dai vari brand quando scrivono loro, il 53% la vuole in meno di un’ora,  Se hai un brand che non risposte velocemente potresti danneggiare in questo caso la tua immagine.

Su Facebook è peggio: il 90% aspetta risposte dai marchi e dalle aziende in 5 minuti.

Mentre il margine di tolleranza può essere più lungo per i commenti, quando le persone ti contattano, vogliono una risposta rapida.

 

5) Qual è il piano per la creazione e pubblicazione dei contenuti?

Quesa è sicuramente la parte che porta via più tempo per la vostra strategia sociale, ma per molti - anche per me - è la più importante. Il contenuto + ciò che manterrà il vostro canale attivo ed interessante, quello che stimolerà interazione e contatti. Quando crei un canale dovresti avere un piano per la creazione di contenuti sostenuta.

Quando pensi al tuo nuovo canale social pensa che dovrai alimentarlo con il contenuto e quel contenuto, a seconda della tipologia del canale, non è detto debba essere uguale agli altri social: anzi, se sei su quel canale nuovo è probabile che stai cercando il dialogo con un altro tipo di pubblico e i contenuti da proporre potrebbero essere molto differenti.

 

6) Quanti post alla settimana sono in grado di garantire a questo account con il mio impegno?

La costanza dei post è fondamentale. Una volta anche hai un piano di contenuti, essere in grado di mantenere una costanza nella produzione e pubblicazione diventa necessario. L’account non cresce da solo mentre fai altri cose: un account dormiente che non viene aggiornato non trasmette una bella impressione. Quanto si posta dipende dal business, dalla tipologia d’’azienda e dal tipo si social network: su Facebook almeno 1-2 messaggi alla settimana, 4-5 su Twitter, se non di più. Per alcune reti è più tranquillo, perché hai meno link da cliccare: su Instagram o Snapchat potresti programmare una pubblicazione settimanale o anche più lunga.

 

7) Ho abbastanza budget da dedicare alla costruzione di questo account?

Il denaro parla sui social. E’ una triste verità alla quale ci stiamo abituando. Anche se non si ha realmente bisogno di un budget se hi contenuti strepitosi e una grande capacitò di relazionarti (o un brand che attira per altri motivi) un po’ di possibilità di mettere mano al portafogli per farsi scoprire da nuovi seguaci, non fa male. Sopratutto con l’algoritmo di Facebook che riduce a percentuali vicine allo zero la visibilità dalle tua pagina.

Se si sceglie di spendere soldi in un canale social si dovrebbe fare con attenzione: definisci gli obiettivi in anticipo e metti i soldi nella rete più utile per la tua azienda.

 

8) Qual è l’obiettivo di questo account? Come faccio a sapere se avrà successo?

Quando si sta lanciando un’iniziative è importante sapere aule valori vi porterà, come e perché si dovrebbe dedicare più risorse e quando possiamo dire basta.

Sia che il successo sia misurato dall’arrivo di nuovi lead, dalle condivisioni o dai follower, conoscere gli obiettivi del tuo piano operativo è indispensabile per dare le priorità al vostro tempo e sapere in che direzione andare.

 

9) Perché il tempo speso in questo canale è più importante del tempo che potrei dedicare ad altre attività di marketing?

Se tutte le domande che abbiamo fatto ti hanno rafforzato la convinzione sulla necessità dell’apertura di un nuovo canale social, l’ultima domanda con la quale devi fare i conti è questa: davvero non posso trascorrere il tempo in attività di marketing più produttive per il mio brand? Che ne so: seo, email marketing, altri esperimenti…)

 

Alla fine della giornata si tratta, per te e il tema del marketing, di fare i conti con il tempo trascorso e capire se è stato un tempo trascorso in modo utile per l’azienda.

 

Scarica ebook gratuito "32 inviabili esempi inbound marketing"