LinkedIn è ormai diventato uno strumento di marketing indispensabile per i professionisti e le aziende. 
Ecco una guida sui gruppi di LinkedIn, cosa sono i gruppi di LinkedIn e come funzionano.
Che siate un esperto di marketing o un imprenditore, è importante per voi stabilire una presenza su questo social network e soprattutto partecipare ai suoi gruppi, una tattica particolarmente proficua.
 
Le relazioni che si creano in un gruppo di LinkedIn non solo sono in grado di espandere la vostra rete sociale, ma migliorano la vostra reputazione e aumentano la possibilità di trovare lead e clienti online.
 
Nella seguente guida ai gruppi di LinkedIn scoprirete come ottenere il massimo da una campagna su LinkedIn diventando un membro attivo dei suoi gruppi di discussione.
 

Perché i gruppi di LinkedIn?

Con i suoi 400 milioni di utenti attivi, LinkedIn compete con i più popolari social network, come Twitter e Facebook, ma nessuno di essi può vantare gli stessi risultati in termini di networking e B2B marketing.

Scegliere di aderire ad uno dei tanti gruppi di discussione presenti su LinkedIn amplia enormemente la propria rete sociale, permettendo altresì di affermarsi come influencer nel vostro specifico settore, oltre a generare innumerevoli occasioni di business per la vostra azienda.

Anche se l'ultimo punto viene talvolta messo in discussione, quel che è certo è che i gruppi sono un eccellente strumento per la generazione dei lead.

Proseguendo con la lettura, scoprirete alcuni segreti per avere un successo garantito con i gruppi di LinkedIn.
 

1. Trovate i giusti gruppi su LinkedIn

Trovare gruppi rilevanti in base ai vostri interessi o alla vostra area di competenza è semplice: basta usare la funzione "Cerca" in cima alla pagina per scovare, sondare ed unirsi ai gruppi più idonei al proprio scopo. Digitate il nome di un settore industriale o di un argomento, e poi selezionate "Gruppi" dal menù a discesa alla sinistra della barra per le ricerche. LinkedIn vi mostrerà tutti i risultati, generalmente visualizzati in ordine decrescente per numero di membri.

In un gruppo aperto, potrete aggiungervi immediatamente; se invece il gruppo è chiuso, e lo si intuisce facilmente dall'icona di un lucchetto accanto al nome del gruppo, dovrete aspettare che la vostra richiesta venga accettata (o rifiutata) dall'amministratore.

Naturalmente è indispensabile fare alcune ricerche prima di unirsi ad un gruppo. Di solito il nome è già un buon indicatore dell'argomento trattato, ma in alcuni casi potreste avere bisogno di una dettagliata comprensione delle aspettative dal gestore del gruppo.

Cliccando sulla piccola "i" in alto a destra, potrete visualizzare il profilo del gruppo e le sue regole (se ce ne sono). Se, ad esempio, le linee guida del gruppo dovessero vietare la possibilità di postare dei link, dovrete attenervi a tale regola. La maggior parte dei gruppi di LinkedIn sono specializzati su un argomento ed è quindi doveroso che tutti i membri mantengano le discussioni rigorosamente in topic.
 

2. Cominciate a partecipare ad un gruppo in maniera graduale

Ora potete cominciare a dare il vostro contributo partecipando alle discussioni sugli argomenti di vostro interesse. Molti gruppi incoraggiano i nuovi membri a presentarsi con un post in cui spiegate le vostre esperienze professionali, posizione e obiettivi, nonché le vostre aspettative riguardo al gruppo.

Le discussioni sono la linfa vitale per i gruppi di LinkedIn, in quanto permettono lo scambio reciproco di risorse e di informazioni tra gli utenti. Beneficiare delle discussioni è un ottimo modo per sviluppare autorità ed esperienza all'interno del gruppo; maggiore sarà il vostro coinvolgimento, più probabilità avrete di acquisire credibilità quando condividerete un articolo collegato al vostro sito web.

Prima però di contribuire con i vostri post personali, specialmente quelli che includono dei link, il modo migliore per iniziare è quello di mostrare interesse nei confronti degli altri membri del gruppo, commentando i loro post o mettendo "like". Col passare del tempo, potrete cominciare a coinvolgere gli influencer del gruppo: avrete così la possibilità di nutrire proficue relazioni in grado di trasformarsi in concrete possibilità di business.

Ciò non significa che tutte le vostre interazioni debbano sempre avere un secondo fine, ma non dimenticate che LinkedIn è un mezzo per ampliare la vostra rete sociale professionale, il che costituisce un privilegio inestimabile per professionisti e aziende.

Quando sarete pronti, potrete finalmente aprire una nuova discussione postando una domanda o condividendo informazioni con il gruppo.
 

3. Condividete contenuti utili

Abbiamo chiarito quanto sia importante comprendere le dinamiche e le aspettative di un gruppo su LinkedIn. Condividere contenuti che diano un valore aggiunto è essenziale, ma postare link a contenuti, sia che siano scritti direttamente da voi che da un'altra fonte, richiede tatto e ponderazione.

I gruppi di discussione non sono altro che questo: un luogo virtuale dove discutere argomenti rilevanti, postare news e consigli in un dato settore. Non sono assolutamente finalizzati ad una sfacciata auto-promozione.

Le persone che si rivolgono ai gruppi di LinkedIn cercano risposte a domande che non possono porre in nessun altro luogo. Se volete essere un membro rispettato del gruppo, contribuite regolarmente alle discussini con informazioni che aiutino gli altri utenti.

Non ci sono segreti commerciali qui: l'impollinazione incrociata di idee giova a tutti. I migliori gruppi di discussione sono generalmente quelli con una base di utenti molto attiva e disponibile nel condivedere pillole di saggezza ed esperienze con gli altri membri.

Se aiutate gli altri membri, loro aiuteranno voi.
 

4. Coinvolgete, non promuovete

Se postare contenuti utili è ben accolto e vantaggioso per tutti, è altrettanto importante incorporare un messaggio rilevante intorno al contenuto affinché generi reali discussioni.

Il modo più semplice ed efficace è fare una domanda. Ad esempio, potreste pubblicare un post che includa un link ad un articolo del vostro blog aziendale, inserendo una domanda che dia vita ad una vivace conversazione e che incoraggi altri membri a cliccare sull'articolo del blog. Vedrete che la partecipazione alla discussione sarà molto più attiva, permettendovi di consolidare il vostro ruolo di membro del gruppo, e creando allo stesso tempo una maggiore brand awareness.

Per limitare la quantità di post basati su articoli e vendite all'interno dell'area "Discussioni", LinkedIn ha creato una sezione separata denominata "Promozioni". Non lasciatevi ingannare dal nome: se postate un coupon o una vendita diretta in questa sezione, sarete probabilmente ignorati o rimossi dai moderatori. La tab Promozioni è un posto dove condividere articoli e altri tipi di contenuti che conducano al vostro sito, permettendovi di aumentare il traffico in ingresso.
 

5. Create relazioni

Il vero potere di LinkedIn è quello di creare utili connessioni con altri professionisti e aziende e di costruire proficue relazioni, ed è proprio questa sua potenzialità che occorre ottimizzare.

Ci sono diversi modi per mettersi in contatto con nuove persone nel proprio campo (o nel mercato di nicchia):
- Sentitevi liberi di mettervi in contatto con le persone coinvolte in una discussione con voi tramite il vostro profilo personale, e spiegate che vorreste parlare in modo più approfondito dell'argomento.
- Se qualcuno commenta o mette un like alla vostra Promozione, cercate anche in questo caso di creare una connessione. Assicuratevi però di aver avuto una qualche forma di tangibile interazione con essi prima di procedere.

Più connessioni proficue create, più probabilità avrete di generare nuovo traffico web e di aumentare il vostro fatturato. Continuate a coltivare le vostre relazioni regolarmente per mantenervi top of mind e aggiornati su ogni cambiamento nell'impiego o nelle esigenze commerciali dei vostri nuovi contatti.
 

Conclusioni

La chiave del networking risiede nell'ascoltare gli altri e nel contribuire fornendo utili informazioni e soluzioni ai loro problemi critici. LinkedIn non fa eccezione. I gruppi di discussione sono luoghi importanti dove comunicare con le persone, affermarsi come esperto nel proprio campo e per generare opportunità di business per la vostra azienda.
 
Scarica gratis ebook introduzione LinkedIn per il business
 
 

Scritto da Giovanni Fracasso

Mi occupo dello sviluppo strategie inbound marketing & sales. Affianco le aziende nel loro processo di digital marketing (blog, contenuti, call-to-action, landing page, SEO) all'interno di una strategia che punti all'aumento dei visitatori, della conversione in lead e trasformazione in clienti.

Giovanni Fracasso