Sommario

Vista la costante crescita del settore informatico degli ultimi anni, non c'è da stupirsi se sono venute a crearsi nuove mansioni interamente - o parzialmente - incentrate sulla gestione del team aziendale e dei clienti utilizzando strumenti informatici: questo ha portato alla frammentazione di una figura già esistente - quella del manager - favorendo una specializzazione estremamente verticale.

Una trasformazione di questo tipo non può avvenire senza l'utilizzo di particolari soluzioni che facilitino le operazioni gestionali: in questo, l'opzione che si è imposta sulle concorrenti è senza dubbio il CRM.

Probabilmente sarai già a conoscenza di questo strumento, ma siccome voglio essere sicuro che non ci siano fraintendimenti partiamo da una sua breve descrizione, per poi passare all'utilità che può rappresentare per un manager e concludendo con la scelta più performante sul mercato.

 

Sommario

  • Che cos'è un CRM?
  • Le funzioni di un CRM indispensabili per un manager
    • Organizzazione dei contatti
    • Instaurare un miglior rapporto con i clienti
    • Potenziare le tue iniziative di marketing
    • Migliorare la collaborazione all'interno del team
  • HubSpot CRM, la soluzione migliore


Che cos'è un CRM?

Il CRM - Customer Relationship Management - è un tool nato originariamente per la gestione dei contatti commerciali (come suggerisce il nome), recuperati sia dal web che da fonti offline, con lo scopo quindi di ottimizzare la registrazione dei nominativi potenzialmente utili per l'azienda.

Il suo primo obiettivo, dunque, è stato quello di registrare in maniera organizzata e chiara i contatti, semplicemente migliorando la caotica massa di dati inserita in fogli elettronici casuali: in altre parole, è stato il primo strumento ad essere creato esclusivamente come database online a scopo aziendale.

Poco alla volta, però, si è evoluto, adattandosi a tutte le necessità che un manager aveva nei confronti non solo dei clienti, ma anche del suo team aziendale: da database semplice ma efficace si è trasformato in un tool multi-funzione, in grado di coordinare sia l'intero parco clienti assegnati che il team di collaboratori del responsabile. 

 

Le funzioni di un CRM indispensabili per un manager

Vediamo quali sono le funzioni che dovrebbe possedere il CRM ideale per il manager medio.

 

Organizzazione dei contatti

Come abbiamo già anticipato, il CRM è nato come database per migliorare l'organizzazione dei contatti, e i più moderni non hanno perso di vista la loro funzione principale: il suo primo scopo sarà sempre quello di registrare in maniera efficace i nominativi raccolti, per esempio dando la possibilità di suddividere in gruppi i lead in entrata, vedere da dove sono arrivati e gestire le loro proprietà a piacimento.

 

Instaurare un miglior rapporto con i clienti

Aver un maggior controllo sulle informazioni di ogni lead permetterà di aumentare esponenzialmente le possibilità di chiusura, mentre per i clienti già acquisiti questo si tradurrà come un'anticipazione dei loro bisogni e delle loro necessità - in altre parole, un rapporto più stretto e fidelizzato, uno dei migliori metodi per incrementare il proprio business rendendo al contempo davvero felici i propri acquirenti, reso possibile da tool di comunicazione immediata o semplici memorandum. 

 

Potenziare le tue iniziative di marketing

Sapere è potere, e in questo caso il potere sarà quello di ottimizzare le tue strategie di marketing mantenendo ciò che si è rivelato efficace ed escludendo le iniziative fallimentari: sfruttare in maniera produttiva i propri errori ed utilizzare le informazioni raccolte per affinare la tua tecnica di attrazione e conclusione è una possibilità che alcuni CRM possono garantirti grazie ai loro strumenti di tracking.

 

Migliorare la collaborazione all'interno del team

Molte delle azioni che falliscono a livello aziendale devono il loro insuccesso non tanto a problematiche tecniche quanto ad una comunicazione inefficace all'interno dei diversi team, e spesso anche tra individui dello stesso reparto. Per un manager, questa è una sconfitta imperdonabile: con un CRM dotato di un sistema di task e un calendario per le scadenze le probabilità di mancata comunicazione si assottigliano notevolmente.

 

HubSpot CRM, la soluzione migliore

Possiamo concludere dicendo che ad un manager occorrerebbe una soluzione completa e costantemente aggiornata, che gli permetta di poter gestire in libertà i contatti, migliorare il rapporto con i clienti (sia quelli già acquisiti che quelli potenziali), rendere più performanti le sue iniziative di marketing e infine potenziare la comunicazione e la collaborazione tra i diversi membri del team che gestisce.

Insomma, il primo CRM in cui ti imbatterai difficilmente sarà quello giusto: se desideri uno strumento in grado di fornirti tutto ciò che ho appena elencato, ti consiglio di provare HubSpot CRM.

Si tratta della sezione "Sales" di un software molto più esteso, HubSpot appunto, che mette a disposizione il suo CRM gratuitamente. Questo ti garantisce la possibilità di: 

  • registrare automaticamente i contatti nel database dopo la compilazione di un form
  • riunire i lead i liste segmentate a seconda delle tue preferenze
  • associare ad ogni nominativo la sua azienda di riferimento 
  • importare massivamente le generalità dei tuoi clienti da altre piattaforme
  • monitorare le attività dei tuoi contatti

In altre parole, ha le potenzialità per soddisfare qualsiasi tipo di manager grazie alla sua versatilità. Inoltre, è gratuito.

 

Attiva HubSpot CRM gratuitamente  Clicca qui e inizia subito ad usarlo!

Scritto da Francesco Gremes

Inbound Specialist Figlio di una maestra e di un medico, sin da piccolo ho subito un’attrazione irresistibile nei confronti delle parole. Prima ancora di saper leggere, restavo incantato dalla voce di mia madre o di mio padre che mi leggevano qualcosa, e quando ho appreso come decifrare quei curiosi segni chiamati lettere il mio mondo si è tinto di nero su bianco. A scuola, l’italiano si è subito imposto sulle altre materie, specie quando si trattava di scrittura creativa: però, per qualche strano motivo - probabilmente un adolescenziale miscuglio di testardaggine e orgoglio - ho deciso di frequentare il liceo scientifico, nonostante la mia mediocrità nelle matematica. Conclusosi quello strazio durato sei anni - nei quali ho collezionato il mio 5 in matematica con regolarità ammirevole - ho deciso di concedermi alla mia vera passione, e mi sono iscritto a Lettere Moderne a Padova, immergendomi in un cosmo in cui regnavano sovrani il Medioevo e il Trecento italiano. Come sono arrivato qui? Per puro caso, mentre mi dedicavo alle ripetizioni con il quale cercavo di tirar su qualche soldo da spendere prontamente il weekend stesso: da sempre un pò diffidente della tecnologia (datemi carta e penna e sarò felice, mettetemi di fronte ad uno schermo e lo sarò un pò meno), non credevo che sarebbe stato un lavoro adatto a me. Beh, errare è umano, e quanto mi sbagliavo. Adoro quello che faccio in azienda - copywriting, produzione dei contenuti, creazione di campagne pubblicitarie e consulenza su strategie di marketing - e penso seriamente di voler continuare a farlo per molto, mooolto tempo.

Francesco Gremes