Il movimento inbound sta prendendo sempre più piede anche in Italia.Sono sempre di più le aziende e le agenzie che stanno implementando la strategia di Inbound marketing ed HubSpot per sviluppare il loro business. Perché un'agenzia dovrebbe considerare la proposta di servizi di inbound marketing e che cosa bisogna sapere quando si parte con la metodologia inbound e HubSpot?

Abbiamo avuto l'opportunità di chiederlo a John Aikin, fondatore di Web Canopy Studio, agenzia partner HubSpot Diamond, specializzata in sviluppo siti web e inbound marketing.


Ecco cosa ci ha raccontato.

 

1. Qual è la prima cosa che un nuovo utente di HubSpot dovrebbe fare?

"La prima cosa che io farei è tuffarmi nella HubSpot Academy e dare un'occhiata a tutte le certificazioni a tutti i livelli. Ovviamente la certificazione Inbound è la prima che affronterei ma vale la pena dedicare la prima settimana ad approfondire tutto quello che puoi su come usare HubSpot e usare l'inbound marketing. Comprare HubSpot e non capire bene come funziona il software è come comprare una Ferrari e tenerla sempre in garage.

"Un consiglio utile che posso darvi è di lavorare con uno processo che noi chiamiamo "fucina", essenzialmente un processo di ottimizzazione del processo di conversione. Un workshop in cui ci focalizziamo sullo sviluppo dei buyer persona, facendo molte ricerche. Perché se non comprendi a chi ti stai rivolgendo e se non metti in primo piano le loro esigenze e le loro sfide, la tua strategia di inbound marketing di sicuro deluderà le aspettative."

 

2. Qual è la prima cosa che dovrebbe fare una nuova Agenzia Partner HubSpot?

"Costruire relazioni con le persone di HubSpot. Devi fare affidamento al tuo CAM (channel account manager) e ai tuoi consulenti perché conoscono al meglio la società e sono una grande risorsa a tua disposizione."

 

3. C'è spazio per la creatività in un progetto di Inbound marketing?

"Non credo ci sia spazio per la creatività... è piuttosto una necessità. Non credo che un'agenzia sia in grado di offrire veramente valore se non è in grado di pensare fuori dagli schemi. Che si tratti di problem solving o di trovare gli strumenti che permettano ai clienti di raggiungere i loro obiettivi più velocemente o di sviluppare un design creativo, se non stai facendo qualcosa che altri non fanno, allora stai fallendo verso te stesso e i tuoi clienti."

 

4. Quali sono le 3 cose non devi sbagliare in un progetto di web design?

"Primo: devi capire a chi ti stai rivolgendo, chi è il pubblico che vuoi raggiungere, a chi ti stai dedicando. Se non lo fai, stai completamente buttando via tempo e denaro. Se non sai a chi stai parlando e che cosa stai dicendo loro, stai sono sviluppando supposizioni e questo è ciò che ti farà ottenere scarsi risultati.

"Secondo: il team di sviluppatori che lavorano al progetto devono sapere che cosa stanno facendo, altrimenti potrebbe diventare un problema nel lungo periodo. Siamo spesso chiamati a sistemare cose che altri hanno sviluppato in modo errato, anche altri partner HubSpot. Bisogna avere fiducia nelle persone che lavorano per te, sia all'interno della tua azienda che in outsourcing.

"Terzo: non considerare i tuoi progetti di sviluppo web o di inbound marketing come cose di poco conto o che richiedano poco impegno. Anche un progetto con un veloce tempo di produzione. Non devi considerarlo come un impegno di due o tre mesi. Devi piuttosto pensarlo il punto di partenza. Guardare a questi due mesi iniziali come il periodo in cui spiego che cosa farò e dimostro al cliente che so di che cosa sto parlando. E il punto da cui partiamo e il punto di riferimento di quello che andremo a consegnare. Da qui a 3 mesi ci assumerai per fare questo lavoro e questo è il piano per i prossimi sei mesi e tu saprai passo passo che cosa stiamo facendo."

 

5. Che cosa ne pensi dell'Italia, dal punto di vista del marketing, del design e dell'innovazione?

"Ho sentito dire da diverse persone che l'Italia è in ritardo di 20 anni rispetto al resto del mondo. Trovo questo concetto alquanto divertente perché la storia ci ha insegnato diversamente: l'impero romano, e poi secoli dopo il rinascimento che ha acceso la fiamma di questo enorme movimento mondiale di innovazione, creatività e design. E ora l'Italia ha la connotazione di un paese che avanza lentamente e resta indietro. Ma vorrei pensare che magari l'Italia non è indietro ma è invece sul punto di lanciare un nuovo rinascimento e magari HubSpot è un pezzo importante di questo."

 

6.Qual è l'errore più comune di un'agenzia che vende inbound marketing?

"Credo che ci sia un'eccessiva emulazione. Qualcuno trova qualcosa che funziona e tutti vogliono fare esattamente la stessa cosa. Credo che tutti debbano essere unici e trovare la propria passione."

 

7. Di che cosa parlerai nel tuo workshop italiano?

"L'ho pensato per essere adatto alle differenti agenzie e le persone che ci lavorano. Vedremo insieme come ridimensionare un'agenzia. Nello specifico che cosa ha fatto la mia agenzia, quali decisione abbiamo preso, che processi abbiamo messo in atto, come abbiamo usato il metodo agile e come eseguiamo i diversi elementi all'interno del nostro team per produrre più velocemente e ottenere un profitto più alto su ogni singolo progetto.

"E poi altri aspetti dettagliati sull'inbound marketing. Trucchi che abbiamo utilizzato e che possono essere d'aiuto a chi fa inbound marketing. Vi mostreremo passo passo che cosa facciamo per i nostri clienti dal momento in cui arrivano nei nostri uffici e in che modo iniziamo a portare risultati fin dal primo giorno.

"Vedremo anche in che modo includere il commerciale e quello che per noi in Web Canopy è il pane quotidiano: lo sviluppo di siti web, anche all'interno del COS di HubSpot, utilizzando la metodologia Growth-Driven Design.

"L'ultimo punto che tratterò è come il posizionamento sia davvero importante per un'agenzia. Ci sono migliaia di agenzie, che cosa ti rende diverso da tutti gli altri, perché qualcuno dovrebbe chiamarti? Vi spiegherò come fare posizionamento e come strutturare i prezzi dei vostri servizi."

 

8. Perché le agenzie italiane dovrebbero partecipare al workshop?

"Sarà grandioso. Impareremo un sacco di cose. Una delle cose che ho sempre amato è la condivisione delle informazioni e aiutare le persone mostrando quello che la mia agenzia ha fatto e che possono esserti di aiuto. So che la maggior parte degli Italiani farà una pausa in Agosto e spero che questo workshop di luglio possa darvi molto su cui riflettere durante le vacanze.

 

Il video completo dell'intervista a John Aikin.

  

Date del Workshop di John Aikin:

MILANO - 7, 8, 9 Luglio
PADOVA - 14, 15, 16 Luglio
FIRENZE - 21, 22, 23 Luglio

 

Scarica eBook gratuito "Cos'è HubSpot"