Sommario

Solo perché un'azienda lavora nel B2B non significa che non possa creare dei contenuti di marketing interessanti e accattivanti, al contrario!

Chi, come te, lavora nel settore è appassionato del proprio prodotto tanto quanto chi si interfaccia direttamente con il cliente, e anzi, ha un vantaggio in più: può contare su un pubblico di utenti molto specifico alla ricerca di informazioni, nozioni tecniche e guide sull'utilizzo che molto spesso non trova e che tu potresti fornire.

Ecco alcune strategie di marketing per il B2B da implementare in azienda per offrire ai tuoi potenziali clienti dei contenuti di valore con cui rispondere esattamente alle loro domande.

 

Esempi di contenuti di marketing per il B2B

 

Le infografiche

I dati sono importanti, tanto più nel B2B: riuscire a mostrare tutte le informazioni in modo immediato può fare la differenza e convincere un utente a contattarti per conoscere meglio il tuo prodotto.

Ed è qui che entra in gioco l'infografica, che combina contenuto e grafica per trasmettere informazioni e dati anche complessi in modo più veloce, semplificato e intuitivo rispetto ad un semplice testo.

Le infografiche più accattivanti visivamente e che trasmettono il messaggio in maniera efficace sono anche quelle che trasformano i visitatori del tuo sito in contatti qualificati davvero interessati che si faranno sentire per chiederti specifiche di prodotto e per saperne di più sui tuoi servizi.

B2B-Infografica-MicrosoftFonte: https://www.columnfivemedia.com

Ecco un esempio di infografica realizzata di Microsoft che spiega come l'azienda combina le reazioni emozionali umane per proporre al cliente esattamente ciò che vuole.. e quindi vendere di più!

Cerchi altri esempi di infografiche per il B2B? Clicca qui

 

Le newsletter

Le email sono intramontabili, in particolare nel B2B: nonostante ogni anno si discuta su quanto possano essere ancora efficaci, le newsletter sopravvivono e, anzi, portano a casa risultati.

Una ricerca di HubSpot sostiene che il 75% delle aziende intervistate sta utilizzando molto più assiduamente questo canale rispetto a qualche anno fa e che il ritorno dell'investimento è evidente, mentre SalesForce, nelle sue statistiche, afferma che il 72% dei buyer nel settore B2B condivide volentieri l'utile contenuto di una newsletter ricevuta.

Questo significa che, se il messaggio che invii tramite mail ai tuoi contatti è interessante e attira l'attenzione, la probabilità che venga diffuso e che raggiunga nuovi potenziali clienti è molto alto!

Alcuni consigli per creare delle email performanti:

  • approfitta dell'oggetto per catturare da subito l'attenzione: per fare in modo che il messaggio venga aperto, inizia con una frase interessante, arguta e intrigante
  • customizza il testo di anteprima rispetto al destinatario: basta inserire il nome del tuo interlocutore per rendere l'email un messaggio più personale che invoglia a saperne di più
  • non essere troppo prolisso all'interno della mail: tante volte basta trasmettere il messaggio con poche e semplici frasi per dire tutto quanto. 

B2B-newsletter-cbinsightFonte: https://www.cbinsights.com/newsletter

Questa è una newsletter particolare, ma proprio per questo è un ottimo esempio: CB Insight è un'azienda americana che vende un software di machine intelligence, un argomento che più serio non si può.

Eppure per le sue email ha deciso di utilizzare un taglio ironico che, non solo attira l'attenzione e diverte il proprio pubblico, ma contemporaneamente trasmette un sacco di informazioni utili su tecnologie emergenti e nuovi business.

Il loro punto di forza è creare contenuti unici e divertenti mantenendo il focus sia sull'azienda che sull'utente che si è iscritto alla newsletter, includendo informazioni rilevanti.

Qui trovi altri interessanti esempi di newsletter vincenti

 

Il blog

Non è di certo un segreto che il blog è un potente strumento per far ottenere una maggiore visibilità online all'azienda. 

Al giorno d'oggi è normale, quando si ha un dubbio, un problema o una necessità, aprire Google e effettuare una ricerca, e il tuo cliente fa lo stesso.

Immagina ora di essere tu ad offrirgli le risposte che sta cercando e senza dover parlare direttamente con lui, ma attraverso degli articoli ricchi di best practice, guide sulla manutenzione del tuo prodotto, novità del settore e trend da seguire: ciò ti farà guadagnare fiducia ai suoi occhi e ti renderà memorabile.
In altre parole, quando l'utente avrà bisogno del tuo prodotto, con molta probabilità non si rivolgerà ai tuoi competitor ma comprerà da te, perché già in precedenza l'hai aiutato.

B2B-blog-hubspotFonte: https://blog.hubspot.com/

Come esempio non poteva che esserci lui, HubSpot: l'impresa americana che vende il suo software di inbound marketing in tutto il mondo si avvale di un blog, anzi, più di uno, ricchissimo di contenuti con cui mira a informare il pubblico.

E lo fa non sono solo sulla strategia inbound che vende, mostrando agli utenti come risolvere i loro problemi di visibilità sul web e come applicare la strategia inbound in azienda, ma dando tante altre notizie di settore per chi lavora nel settore del marketing e del sales e agli appassionati.

Cerchi altri esempi interessanti? Clicca qui

 

I social

Ora ti verrà da pensare: un'azienda B2B sui social?

Ebbene sì, mostrare l'elemento umano che sta dietro al macchinario che produci e dietro al servizio che proponi dà l'opportunità ai curiosi- e soprattutto a chi è davvero interessato - di dare uno sguardo dietro le quinte e avvicinarsi alla tua proposta commerciale.

Riesce anche a riunire gli assidui utilizzatori dei tuoi prodotti e creare una consolidata community di sostenitori del tuo marchio!

B2B-social-wistia

Fonte: Account Instagram Wistia

Wistia è l'esatto esempio di azienda che ti permette di curiosare al suo interno... e di affezionarti ai suoi dipendenti!

Non solo mostra le novità e il backstage della società di video-hosting, ma racconta anche un pezzo della vita di chi ci lavora dentro, le loro passioni e posta tantissime foto e video dei loro animali.

I contenuti visivi sono importantissimi per una strategia di content marketing efficace: vengono premiati dai social e quindi mostrati più spesso rispetto ad un post "normale", perché mostrano in pochi minuti una quantità di informazioni maggiori e aumentano l'engagement dell'utente.

Se vuoi da un'occhiata ad altre aziende B2B presenti nei social, clicca qui

 

In conclusione

I contenuti di marketing per chi opera nel B2B si aprono a tantissime alternative, creative e interessanti, ma soprattutto efficaci.

I clienti vogliono sapere di te e del tuo prodotto, sono incuriositi dalla tua azienda e hanno un sacco di domande da farti, non ti resta che cogliere l'opportunità!

 

New call-to-action