<img alt="" src="https://secure.perk0mean.com/177371.png" style="display:none;">

Come far crescere il tuo business nel modo giusto

    Sommario

Per far crescere un business nel modo giusto è necessario essere in grado di riconoscere le diverse fasi che portano un'attività al gradino successivo della sua evoluzione aziendale.

Un business in crescita ti mette di fronte a diverse problematiche: l'aumento delle richieste, una diversa mole di lavoro e l'ampliamento del team lavorativo. Se non saprai gestire anche una sola di queste problematiche, la tua azienda rischia il collasso.

Quando si guida un'azienda di piccole dimensioni che sta iniziando a crescere, la cosa migliore è concentrarsi su due cose: la scalabilità e la posizione nel mercato. 

Succede spesso che una start up o una piccola azienda, trovata la sua nicchia di mercato, assuma immediatamente nuovi commerciali per prepararsi alla crescita: non è sbagliato, ma deve essere una svolta accompagnata da altri step, o finirà solamente per generare caos.

Vediamo quali sono i passaggi di cui non puoi dimenticarti!

 

Come preparare la tua azienda alla crescita

Innanzitutto, è importante non sottovalutare la preparazione teorica per il futuro dell'azienda: questo significa non pensare solamente alle necessità pratiche (che spesso possono - a volte addirittura devono - aspettare) ma imbastire una strategia teorica che delinei un piano d'azione, per far sì che i responsabili non brancolino nel buio.

 

Identifica le necessità

Non pensare di fare tutto e subito: se proverai a gestire tutte le problematiche in una volta non farai altro che generare confusione, e a volte veri e propri danni.

Ci sono alcune priorità a cui devi dare la precedenza, ovvero quei punti fermi che, se lasciati a loro stessi, comprometteranno l'intera attività: può essere il controllo del budget, così come l'impostazione di una timeline, oppure la distribuzione dei compiti. 

Inoltre, i dati sono importanti, ma non sono tutto e rischiano di essere ingannevoli se non analizzati nel giusto contesto: non affidarti completamente ai numeri, e considera sempre le relazioni tra i processi.

 

Previeni i rischi maggiori

Gestire un'azienda non è una scienza esatta, e ridurre a zero i rischi e gli errori è impossibile: nonostante ciò, esistono errori ed errori, che possono portare alla perdita di un'opportunità così come, nel peggiore dei casi, al fallimento.

Mentre prepari la tua azienda a fare il salto di qualità, non assumerti rischi troppo grandi: è vero, a volte l'audacia premia, ma non puoi impostare un modello di sviluppo sul rischio, anzi. 

Il modo migliore per crescere è un passo alla volta, senza rischiare di retrocedere: non avere mai fretta, e pianifica tutto per tempo.

 

Concentrati sull'offerta

Il primo segno di crescita in un'azienda è l'aumento di preventivi in uscita, che devono corrispondere ad un maggior numero di vendite e dunque un incremento del fatturato aziendale.

Per aumentare i preventivi devi assicurarti che i tuoi lead abbiano un accesso rapido e privilegiato ai tuoi commerciali, tramite un percorso intuitivo e facile da imboccare: qui entra in gioco il team di marketing, che ha il compito di rendere ottimale questo collegamento.

 

Cerca il tuo cliente ideale

Non puoi e non vuoi fare proposte commerciali a chiunque dimostri interesse per il tuo prodotto servizio: hai bisogno di identificare la figura ideale per i tuoi affari, per direzionare i tuoi sforzi di marketing & sales verso un futuro più proficuo. 

Questo passaggio, però, non è né rapido né semplice. Ecco i migliori "comportamenti commerciali" che possono aiutarti a trovare la clientela perfetta per il tuo business: 

  • concentrati su un solo mercato: non cercare di vendere a troppi clienti diversi. Concentrati invece su una sola tipologia di buyer e mira a specializzarti nel soddisfarli, così saprai come gestire tutte le necessità del tuo cliente tipo 
  • crea una metodologia di vendita: impostare una metodologia di vendita ripetibile, scalabile e profittevole è l'obiettivo che devi porti una volta che hai trovato il tuo mercato di riferimento. Semplifica i processi e adattali ad un caso generico, così da ridurre al minimo le variabili di rischio
  • presenta bene il tuo prodotto: puoi avere il miglior prodotto del mondo, ma se nessuno lo considererà ti sarà impossibile venderlo. Concentrati sulla comunicazione con il tuo pubblico ed utilizza messaggi brevi, memorabili e caratterizzanti

Alcuni passaggi che possono aiutarti a svolgere bene questi processi sono la creazione di un Buyer Persona e la realizzazione di un funnel di contenuti studiato appositamente per i suoi bisogni: questi strumenti ti daranno la base teorica di cui hai bisogno per non perdere di vista ciò che è importante e ti indicheranno la via da seguire. 

 

Adatta al potenziale acquirente

Qual è il punto di creare un Buyer Persona, vendere ad un solo mercato e realizzare funnel di contenuti? Semplice: attrarre solamente il tuo cliente ideale.

È finito il tempo in cui si andava a caccia di vendite suonando alle porte di casa o si chiamava a freddo una lista di contatti: oggi il cliente sa informarsi da solo ed ha una pazienza molto limitata - per non parlare di una capacità di distrazione estremamente elevata.

La tua scommessa migliore, dunque, è la verticalizzazione: vendi una sola cosa ad una sola persona, e diventa il migliore in questo. Per farlo, dovrai ottimizzare ogni tua iniziativa commerciale, modellandola sui gusti e sui comportamenti del tuo Buyer Persona: sfrutta i dati, scopri cosa gli interessa e crea canali di collegamento privilegiati.

 

Non assumere troppo presto nuovi commerciali

Questo è l'errore meno intuitivo della lista, a dispetto della frequenza con cui viene commesso: assumere nuovi commerciali prima che la compagnia sia pronta ad evolversi si traduce spesso in perdita di fatturato, poiché non è vero che più commerciali significhi più business. 

Prima di tutto, bisogna assicurarsi di piazzare il proprio prodotto/servizio nel mercato di riferimento e riuscire a venderlo: per fare questo ad una piccola azienda può bastare un solo commerciale con una certa esperienza, che può agire in maniera libera e concludere le prime vendite.

Quando lui ammetterà che non riuscirà a gestire i preventivi in entrata, saprai che è il momento di assumere: testa i limiti del tuo personale, senza ovviamente esagerare. Questo è l'unico modo per ottimizzare le tue risorse e far scalare correttamente la tua azienda.

 

In conclusione...

La strada migliore è quella che che comprende meno rischi possibile, e privilegia la costruzione lenta ma costante rispetto ad un'ascesa rapida ma che può comportare una caduta altrettanto repentina: giocati le tue carte con metodo e pazienza, e il tuo business crescerà. 

 

Scarica ebook gratis come aumentare efficacia attività cmmerciale

Francesco Gremes

Francesco Gremes

Inbound Specialist Figlio di una maestra e di un medico, sin da piccolo ho subito un’attrazione irresistibile nei confronti delle parole. Prima ancora di saper leggere, restavo incantato dalla voce di mia madre o di mio padre che mi leggevano qualcosa, e quando ho appreso come decifrare quei curiosi segni chiamati lettere il mio mondo si è tinto di nero su bianco. A scuola, l’italiano si è subito imposto sulle altre materie, specie quando si trattava di scrittura creativa: però, per qualche strano motivo - probabilmente un adolescenziale miscuglio di testardaggine e orgoglio - ho deciso di frequentare il liceo scientifico, nonostante la mia mediocrità nelle matematica. Conclusosi quello strazio durato sei anni - nei quali ho collezionato il mio 5 in matematica con regolarità ammirevole - ho deciso di concedermi alla mia vera passione, e mi sono iscritto a Lettere Moderne a Padova, immergendomi in un cosmo in cui regnavano sovrani il Medioevo e il Trecento italiano. Come sono arrivato qui? Per puro caso, mentre mi dedicavo alle ripetizioni con il quale cercavo di tirar su qualche soldo da spendere prontamente il weekend stesso: da sempre un pò diffidente della tecnologia (datemi carta e penna e sarò felice, mettetemi di fronte ad uno schermo e lo sarò un pò meno), non credevo che sarebbe stato un lavoro adatto a me. Beh, errare è umano, e quanto mi sbagliavo. Adoro quello che faccio in azienda - copywriting, produzione dei contenuti, creazione di campagne pubblicitarie e consulenza su strategie di marketing - e penso seriamente di voler continuare a farlo per molto, mooolto tempo.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

9 modi per rispondere ad una richiesta di sconto in modo adeguato

9 modi per rispondere ad una richiesta di sconto in modo adeguato

Accettare le richieste di sconto in fase di trattativa possono aiutare ad accelerare la chiusura...

LEGGI TUTTO
Che cos'è il Co-Marketing

Che cos'è il Co-Marketing

Nessun uomo è un'isola. Pretendere di far tutto da soli quando è evidente che in due si potrebbe...

LEGGI TUTTO
Cos'è una campagna di inbound marketing

Cos'è una campagna di inbound marketing

Che cos'è una campagna di inbound marketing?

LEGGI TUTTO