<img alt="" src="https://secure.perk0mean.com/177371.png" style="display:none;">

Shopify Edition | Summer 2022: tutte le novità

    Indice

L'appuntamento con Shopify Edition relativo all'estate 2022 ha riservato molte sorprese per appassionati e curiosi del mondo ecommerce. Il passo è stato fatto verso una logica omnicanale per gli utenti Shopify, con uno sviluppo importantissimo e significativo verso il mercato B2B. Shopify si candida così a diventare uno dei maggiori protagonisti per lo scenario B2B insieme a Bigcommerce B2B.

Oltre a questi due temi sono inclusi anche grandi miglioramenti per quanto riguarda il rapporto impresa-cliente, che rendono il processo di acquisto dei clienti molto più fluido e senza particolari frizioni, in modo da aumentare così il tasso di conversione al check-out.

1. Shopify Audiences

La prima grande novità per gli amanti della valorizzazione del dato di marketing e per gli specialisti dell'advertising è stata l'introduzione di Shopify Audiences, nato per contrastare le politiche della privacy per quanto riguarda i dispositivi Apple, in particolar modo l'aggiornamento al sistema operativo di iOS 14.

shopify audiences

Questo strumento ti permette di creare un pubblico target per le tue campagne pubblicitarie e importarlo sulle piattaforme che utilizzi per fare adv (ad esempio Facebook). Una manna dal cielo per gli advertiser che avranno così la possibilità di partire da un'audience già profilata, vedendo così incrementare CTR e ROAS.

Come funziona Shopify Audiences?

Shopify Audiences utilizza l'intelligenza artificiale per raggruppare anonimamente dati dagli store Shopify relativi alle intenzioni di acquisto dei clienti. Una volta segmentati, si passerà all'esportazione della lista nel social network in cui si desidera fare advertising e usare questa lista come audience per la campagna pubblicitaria.

Questo è un processo sicuro e del tutto in linea con le normative sulla privacy: qualora i dati non venissero elaborati da Facebook, verrebbero successivamente eliminati dalla piattaforma.

Dove è disponibile Shopify Audiences?

Per il momento Shopify Audiences è stata lanciata solamente in Canada e USA, mentre per quanto riguarda le piattaforme è disponibile per Instagram e Facebook.

Facile immaginare però che, premettendo le potenzialità di aumento del tasso di conversione, Shopify Audiences si espanderà rapidamente ad altri Paesi e ad altre piattaforme (pensiamo a TikTok, dove l'adv sta diventando sempre più importante).

Questa funzionalità inoltre sarà solamente disponibile per gli utenti Shopify Plus.

2. Twitter Shop

Shopify inoltre ha deciso, nell'ottica omnicanale, di avere un'occhio di riguardo per un altro social network.

La notizia che farà felici tutti gli utenti di Twitter è che si potrà integrare il proprio negozio Shopify direttamente nel proprio profilo, come accade con Instagram e Facebook. Non sarà necessario alcun percorso particolare per acquistare i prodotti di un ecommerce, che saranno direttamente acquistabili dal profilo.

Occorrerà soltanto sincronizzare lo store Shopify con l'account Twitter, configurare il proprio negozio tramite lo Shopping Manager di Twitter e iniziare così a vendere. Con Twitter Shop è inclusa la funzionalità di Location Spotlight che consente di inserire i propri dati dello store, quindi orari di apertura e indirizzo, direttamente sul profilo Twitter.

twittershop
 

3. Dovetale

Altra novità per quanto riguarda i social network è l'acquisizione da parte di Shopify della piattaforma Dovetale. La partnership tra le due piattaforme consente agli utenti Shopify di costruire una community al fine di ricercare nuovi brand ambassador e content creator per i propri prodotti, filtrandoli per audience, località e argomento in modo da trovare la soluzione più adatta al proprio brand.

Dovetale è un sistema per la gestione dei rapporti con i content creator (blogger, influencer, riviste...) che permette di gestire un programma di affiliazione, regola i rapporti e consente di monitorarli.

 

shopify dovetale

 

Le funzioni di Dovetale

Quando le persone ti contattano tramite DM o e-mail per conoscere il tuo programma di affiliazione, puoi reindirizzarle a un'applicazione personalizzata che richiama la tua brand identity. Puoi scegliere quali informazioni raccogliere in anticipo da loro, per far compilare la richiesta di affiliazione e utilizzare le informazioni raccolte per capire se può essere interessante per il tuo business.

Se vuoi gestire campioni e omaggi, puoi farlo fare in autonomia ai tuoi affiliati, in modo che ognuno possa scegliere taglia, colore o altre opzioni per i prodotti che vendi su Shopify.

Si possono impostare codici sconto personalizzati, link referral e sistemi di commissioni per incentivare i tuoi affiliati a vendere i prodotti.

Non è necessario che tu tenga traccia delle conversioni e calcoli le commissioni per ogni vendita di affiliazione: Dovetale ha un sistema di monitoraggio integrato e consente di pagare le commissioni tramite PayPal.

Dovetale inoltre presenta un database di content creator: si possono cercare per parole chiave, hashtag, conteggi di follower e altro ancora. E, ovviamente, si può tenere traccia del successo delle iniziative di affilation marketing con dashboard che mostrano le vendite generate dal tuo programma.

4. Linkpop

Un altro strumento presentato nella Shopify Edition estate 2022 è Linkpop, che consente di creare (anche) dei link diretti di acquisto di un prodotto del tuo store Shopify da inserire nelle bio dei vari social network.

In altre parole Linkpop ti permette di creare una landing page - che puoi ad esempio inserire nel tuo profilo di Instagram - che mostri i link agli altri social, al tuo negozio online, a contenuti multimediali come video e podcast... o semplicemente alle offerte del momento alle quali vuoi dare visibilità, tramite le funzionalità di checkout veloce. 

linkpop shopify-1

5. Shopify B2B

Senza mezzi termini, è questa la più grande novità lanciata da Shopify. Si tratta di un enorme passo in avanti rispetto al semplice canale di vendita 'Wholesale' presente fino a questo momento, che ha tutte le potenzialità per rivoluzionare il mercato dell'ecommerce B2B.

Shopify diventa una piattaforma adattabile alle logiche B2B, anzi, una piattaforma adatta al B2B.

Le nuove funzionalità che mette a disposizione Shopify per chi vende anche (o soltanto) a clienti business sono le seguenti:

  • Piattaforma all in one: hai bisogno di vendere con logiche e criteri differenti tra B2C e B2B, impostando ogni regola nello stesso (familiare) ambiente? Con Shopify potrai configurare sia il tuo negozio al dettaglio che il tuo negozio all'ingrosso in un'unica piattaforma, dallo stesso pannello di back office

  • Listini personalizzati per ogni fornitore: con Shopify per il B2B potrai personalizzare i listini per ogni cliente finale applicando prezzi e scontistiche differenti. Potrai o applicare prezzi fissi differenti oppure applicare scontistiche relative a tutto il listino. Se sei pratico di file CSV, potrai comodamente esportare e re-importare i tuoi listini così esigenze in file CSV.

  • Termini di pagamento personalizzati: una delle caratteristiche importanti introdotte da Shopify per il B2B sta nelle logiche di pagamento, che potranno essere personalizzate addirittura cliente per cliente, creando un 'company profile' da applicare  Al termine della scadenza di pagamento il cliente, dopo aver scelto il metodo di pagamento, vedrà scalarsi automaticamente il saldo.

  • Accesso diversificato per i clienti: al fine di garantire la personalizzazione dell'esperienza di acquisto nel B2B, i clienti che intendono acquistare su Shopify B2B dovranno accedere al proprio profilo tramite un codice a 6 cifre.

  • Sistema API potenziato: grazie ad un sistema API avanzato, Shopify B2B è in grado di collegarsi con gli ERP, CRM o altri sistemi utilizzati all'interno delle aziende. Per gli ERP più utilizzati del mercato enterprise (Oracle NetSuite, Infor, Acumatica e Brightpearl) è presente già una integrazione nativa 

Queste sono solo alcune delle funzioni fondamentali e sono disponibili solamente con il piano di Shopify Plus, per ulteriori approfondimenti puoi leggere l'articolo del blog: Shopify B2B.

6. Shopify POS integrato con le casse fiscali

Approda ufficialmente sul mercato italiano Shopify POS, strumento che serve ad integrare il negozio online con negozio fisico, utilissimo per i commercianti e per le aziende che hanno un modello di business che punta sul click and collect.

shopify pos

Shopify POS connette negozio fisico, virtuale, magazzino e casse, gestendo il tutto da un unico dispositivo. Il grande vantaggio è quello dell'omnicanalità e della semplicità di utilizzo del cliente finale, ma ci sono grossi vantaggi anche per chi vende: si può monitorare lo stato delle scorte presenti in magazzino, gestire i resi dei clienti, gestire programmi di loyalty direttamente dal dispositivo. 

Come anticipato, Shopify POS sarà collegato anche in Italia con le casse fiscali: integrandolo con i dispositivi hardware, potrai stampare ricevute fiscali, costruire report integrando i negozi online e offline, scannerizzare prodotti tramite il codice a barre, applicare buoni sconto e gestire nel tuo punto vendita fisico tutte le logiche del tuo store Shopify.

Cosa ti servirà per utilizzarlo nel tuo negozio? Ti basterà dotarti di un tablet e ordinare i dispositivi che saranno acquistabili a breve sullo store di Shopify: si tratta di due modelli di stampante fiscale - l'Epson FP-81II o il modello Epson FP-90 III RT - e di un lettore di carte di credito, WisePad3.

Shopify POS si presenta con due piani: Shopify POS Lite (gratuito) e Shopify POS Pro (costa 77 € al mese per ogni sede fisica - ma è incluso se si ha il piano Shopify Plus).

Le funzionalità e le informazioni relative a questo strumento sono veramente tante per i relativi piani, per questo motivo abbiamo deciso di approfondire l'argomento scrivendo un articolo dedicato a Shopify POS in cui è possibile trovare tutte le informazioni necessarie compresi: informazioni aggiuntive sugli hardware, costi e funzionalità.  

7. Shopify Markets

Presentato da qualche mese e ormai giunto alla maturità è Shopify Markets, lo strumento ideale per chi ha un commercio internazionale e necessita di valute, tassazioni e lingue diverse.

Con Shopify Markets potrai:

  • Configurare un mercato e le valute: un 'mercato' potrà essere composto da diverse nazioni/aree geografiche, ma potrai anche definire più tipologie di mercati per un unico Paese. Potrai associare inoltre valute diverse ad ogni mercato.

  • Prezzi differenti per mercati differenti: potrai inserire prezzi diversi per ogni mercato in cui l'azienda opera. L'operatività di questa funziona potrà essere gestita direttamente dal backend di Shopify oppure potrai importare un file CSV con i prezzi differenti per ogni variante del catalogo che vuoi vendere a un prezzo differente in uno dei tuoi mercati. 

  • Gestione del dominio: potrai creare un dominio (es. pippo.it, pippo.es, pippo.au...) , un sottodominio (es. it.pippo.com, es.pippo.com, au.pippo.com...) o una directory specifica (esempio pippo.com/it, pippo.com/es, pippo.com/au...) in modo da ottimizzare la tua presenza online e renderti più facilmente reperibile dai tuoi clienti in tutto il mondo.

  • Traduzione dello shop nelle varie lingue: ogni mercato potrà avere la sua lingua associata. Inoltre, per ottimizzare le conversioni nei mercati, potrai usufruire di impostazioni intelligenti predefinite da parte di Shopify. 

  • Calcolo delle imposte e dazi al momento del check-out: in caso di spedizioni internazionali, inevitabilmente si dovranno affrontare le imposte e dazi da parte dei paesi in cui verrà effettuata la spedizione. Con il calcolo delle imposte al momento del check-out migliorerai l'esperienza del cliente puntando sulla trasparenza dei costi.

Alla fine della configurazione dei propri mercati, con Shopify Markets avrai:

  • Mercato primario: è il mercato principale del tuo negozio. Molto spesso viene assegnato in base alla valuta e al paese di riferimento del tuo negozio online.

  • Mercato internazionale: è il mercato di tutti i paesi consigliati da Shopify su cui andare a vendere in base ai tuoi mercati e alla tipologia di prodotto (puoi gestire il mercato internazionale attivandolo o disattivandolo manualmente dalle impostazioni di Shopify Markets).

  • Paesi in cui scegli di non vendere: sono tutti i paesi che non sono inclusi nei mercati impostati. I clienti di questi paesi non possono eseguire il check-out per acquistare i prodotti dell'ecommerce.   

8. Shop Pay

Shopify nella sua presentazione delle nuove funzionalità, ha dato grande attenzione a tutto quello che ruota attorno al check-out cercando di renderlo sempre più sicuro, veloce e facilmente accessibile.

Per aumentare i tassi di conversione al check-out Shopify mette a disposizione Shop Pay, applicazione che permette la memorizzazione dei dati al check-out del cliente. L'utente non dovrà far altro che verificare la sua identità con il proprio numero di cellulare evitando così la registrazione con i propri dati personali ad ogni ordine. Con Shop Pay, potrai anche usufruire del pagamento in quattro rate.

Shop Pay è stato inoltre potenziato rispetto alla sua precedente versione, poiché è stato implementato un meccanismo contro le frodi che renderà i tuoi ordini molto più sicuri.

Shop Cash

Shop Cash è una funzione integrata in Shop Pay che permette la creazione di programmi di loyalty, dando premi ai clienti finali che utilizzano l'app Shop per il pagamento. I premi possono essere visualizzati e riscattati tramite notifica sul proprio dispositivo, tramite check-out oppure nella scheda dell'utente. 

shop cash shopify

I premi possono essere successivamente utilizzati nell'acquisto dei prodotti, aumentando così le conversioni e la fidelizzazione della clientela.

C'è però un'eccezione perché Shop Cash non può essere utilizzato come metodo di pagamento per eventuali acquisti riferibili a download digitali, buoni regalo oppure acquisti per cui si richiede un pagamento rateizzato.

Le informazioni su come funziona Shop Cash potete trovarle QUI.

Anche questa applicazione è al momento ancora in versione early access e disponibile solamente agli utenti che presentano un indirizzo di fatturazione USA.

9. Shopify headless con Hydrogen ed Oxygen

Per quanto riguarda la programmazione degli store online Shopify, si conferma sempre più piattaforma headless grazie al framework Hydrogen, basato su React e dedicato allo sviluppo frontend delle vetrine per il negozio.

Con Hydrogen potrai programmare la tua vetrina online in assoluta facilità, grazie anche a dei componenti precostituiti che si integrano facilmente a Shopify senza sacrificare quelle che sono le prestazioni della vetrina.

Una volta creata, la vetrina verrà distribuita tramite Oxygen, la piattaforma di hosting scelta per avere vantaggi sia lato sicurezza sia lato prestazioni del proprio store.

Per capirne di più di quest'argomento per nulla banale, abbiamo scritto un approfondimento sull'headless ecommerce di Shopify.

10. Tokengated Commerce

Un passo verso il futuro fatto da Shopify, è quello di permettere il collegamento tra lo store Shopify e i wallet del mondo delle criptovalute, dove tutti gli investitori del mondo conservano gli asset che hanno acquistato e che possono utilizzare per fare acquisti sulle piattaforme che accettano il pagamento con criptovalute.

tokengated

L'utente, una volta collegato il suo wallet, potrà beneficiare di sconti in esclusiva, possibilità di vivere esperienze con il brand uniche e possibilità di acquistare la merce in anteprima.

In questa pagina di Shopify APP puoi trovare delle applicazioni che già sfruttano la possibilità di utilizzare la criptovaluta nel tuo store.

Per il momento in beta, ma presto disponibile per tutti, abbiamo invece la possibilità di creare un tokengated shop per il mobile o di utilizzarlo con il POS per i pagamenti direttamente in negozio con le criptovalute preferite dai tuoi acquirenti.

11. Search & Discovery App

Search & Discovery App è l'applicazione annunciata da Shopify per facilitare la ricerca dei prodotti da parte dei clienti negli store online di Shopify. Questo per velocizzare il processo di acquisto del cliente e portarlo alla vendita, riducendo il tasso di rimbalzo nel negozio.

Tutto ciò nella credenza (dimostrata dai dati) che se un cliente cerca un prodotto non trovandolo immediatamente oppure trovandolo non in linea con le sue aspettative, c'è la possibilità che esca immediatamente dal negozio. Viceversa se l'utente trova ciò che cerca è molto più propenso ad acquistare.

Search & Discovery App punta a migliorare la ricerca dell'utente con la possibilità di personalizzare i risultati di ricerca, in modo da far apparire in primo piano i prodotti più pertinenti con le aspettative dell'utente. 

Di seguito riportiamo 4 funzionalità importanti che permette l'applicazione:

  • Aggiungi parole chiave ai prodotti, le quali possono essere ricercate dai clienti. Puoi aggiungere inoltre sinonimi e avere una visione chiara di quali possono essere le nuove query di ricerca e quali sono invece da eliminare perché inutilizzate.
  • Permetti ai tuoi clienti di personalizzare i risultati di ricerca aggiungendo filtri per aumentare la velocità di ricerca del prodotto desiderato.
  • Dai ancor più visibilità ai prodotti più venduti, proponendoli ai clienti.
  • Potenzia le tue attività di cross-selling offrendo prodotti consigliati, aumentando così vendite e fidelizzazione del cliente.

Abbiamo parlato di 4 funzionalità, ora parliamo di 4 vantaggi:

  • Possibilità di influenzare e conoscere meglio quello che vuole il tuo cliente: sei nella posizione migliore per capire quello che il cliente vuole, hai la possibilità di offrire quindi prodotti in linea coi suoi interessi.
  • Fidelizzazione dei clienti: con questa applicazione hai la possibilità di far risparmiare tempo di ricerca al cliente e di dare ciò che lui vuole quando vuole, cosa c'è di meglio? Il cliente pertanto sarà molto propenso a ritornare a far visita al negozio vista la sua esperienza di acquisto positiva.
  • Aumento dei tassi di conversione: Alto livello di customer experience e bassa perdita di tempo significa un aumento del numero dei checkout, di conseguenza un aumento del tasso di conversione, stimato 2 o 3 volte maggiore rispetto alla stessa metrica misurata senza la ricerca del prodotto.
  • Aumento del fatturato: abbiamo parlato dell'aumento del tasso di conversione ma non abbiamo menzionato l'aumento del fatturato. Non è scontato che uno aumenti automaticamente l'altro. La combinazione del miglioramento della customer experience e della fidelizzazione del cliente fa si che i clienti abbiano una propensione a spendere maggiore. Questo determina un aumento importante del fatturato aziendale.

Per concludere la panoramica su questa app c'è da segnalare che Shopify ha annunciato che attualmente si tratta di un'applicazione disponibile in accesso anticipato per pochi utenti, l'obiettivo però è quello di renderla disponibile a tutti in pochi mesi.

12. ShopifyQL Notebook

ShopifyQL Notebook è uno strumento che Shopify mette a disposizione di tutti i sottoscrittori del piano Plus, utile a tenere traccia e analizzare i dati relativi alla tua attività nell'ecommerce. 

ShopifyQL Notebook è uno strumento per esplorare e analizzare i dati del tuo store Shopify per prendere decisioni sensate sul tuo business, ossia decisione basate sui numeri. La base tecnologica è la possibilità di utilizzare un linguaggio di query creato appositamente per l'ecommerce.

Questo strumento si rivolge soprattutto al team commerciale e, proprio perché si rivolge a un target che normalmente è privo di conoscenze relativo ai linguaggi di programmazione, consente di creare report custom senza avere come base conoscenze relative a linguaggi di programmazione.

Come? Tramite la scrittura assistita oppure tramite modelli già preimpostati. Shopify ci mette l'infrastruttura tecnica, tu il fiuto e la capacità di interpretare i dati per prendere le decisioni migliori per il tuo business. 

13. Shopify Mail

Shopify ha annunciato inoltre all'inserimento di nuove funzionalità riguardanti il mondo del marketing, specialmente per quanto riguarda le automazioni e l'email marketing. In questo modo Shopify cerca di spingere i propri utenti a sviluppare strategie di inbound marketing per aumentare sempre più i loro clienti e, di conseguenza, le vendite degli ecommerce.

Per Shopify è fondamentale la segmentazione della clientela, che viene resa sempre più semplice. Così facendo si riesce a dare il giusto messaggio alla giusta persona e al tempo giusto.

Con Shopify email, puoi creare le tue email di marketing e inviarle ad un pubblico ben definito in base ai comportamenti riscontrati sullo store Shopify.

Le caratteristiche che rendono speciale questo tool per le campagne di email marketing dei negozi Shopify sono:

  • Editor drag and drop: tramite questa tipologia di editor è molto facile creare le proprie email personalizzate e in linea con il proprio brand. Altro vantaggio è l'aumento della velocità nella creazione delle email;

  • Grande disponibilità di templates utilizzabili: Shopify mette a disposizione molti templates già predisposti per tutte le necessità. Una volta scelto il template c'è la possibilità di compilazione automatica dei vari box: dal tuo store Shopify infatti verranno recuperati automaticamente loghi, prodotti e molto altro;

  • Sfrutta le automatizzazioni: una volta preparato il template, puoi impostare il workflow scegliendo l'azione trigger e le azioni che vengono fatti successivamente. Anche qui sono disponibili templates relative alle automatizzazioni con trigger e azioni preimpostate in base alle necessità;

  • Controlla le campagne: una volta lanciata la campagna di email marketing, puoi monitorarne i risultati tracciando anche il comportamento degli utenti. Tutto ciò ti permetterà di capire errori fatti e migliorare le campagne di email marketing successive.

Capitolo costi: Shopify mail è incluso in tutti i piani Shopify e ti permette di inviare gratuitamente fino a 10.000 email al mese. Qualora ci fosse bisogno di inviare ulteriori email, il costo è di 1 $ ogni 1.000 email inviate. Non ci sono costi fissi per questo strumento.

14. Shopify Inbox

Oltre a Shopify Email, altro tool che ha subito miglioramenti, è Shopify Inbox. Questa applicazione consente ai merchant di avere sotto controllo tutte le conversazioni avvenute con un cliente nel pannello di controllo di Shopify.

Le integrazioni disponibili sono con chat del negozio online, mail, social network come Facebook e Instagram e molto altro. Tutto ciò permette di restare costantemente in contatto con il cliente, rispondendo ad eventuali suoi dubbi o richieste.

Le funzionalità disponibili nel caso in cui la conversazione avvenga tramite la chat del negozio online si ampliano rispetto alle funzionalità classiche e sono:

  • Vedere gli eventuali prodotti messi all'interno del carrello da parte del mittente;
  • Accesso ai recapiti per contattare il cliente anche nel caso in cui decida di lasciare il negozio;
  • Impostare messaggi personalizzati oppure impostare risposte automatiche per le FAQ poste dai clienti;
  • Inviare codici sconto direttamente dalla chat, per far concludere l'acquisto il prima possibile;

15. Shopify Flow per il piano Advanced e Standard

Parlando di strumenti di automazione avanzata, Shopify allarga la platea di merchant che potranno usufruire di Shopify Flow: se per un certo periodo era stato disponibile solo per gli utente PLUS, e da qualche mese anche per il piano Advanced, la novità consiste nella disponibilità di questo strumento anche per il semplice piano 'Shopify', quello da 79 dollari al mese.

Shopify Flow permette di lavorare sulle operations interne o sulle attività di marketing, impostando workflow che possono aiutare a gestire in maniera più snella le attività per la gestione e la promozione del negozio..

 

shopify flow

 

Alcuni esempi di workflow che possono essere creati con Shopify Flow sono:

  • Workflow per la gestione dell'inventario: questa tipologia di workflow collega il magazzino con il negozio in modo da avvisare i team marketing e sales di eventuali stock-out. Questo è utilissimo per fermare eventuali campagne pubblicitarie attive.
  • Prevenzione delle frodi: questo è un workflow pensato per garantire la sicurezza per i merchant. C'è la possibilità di inviare messaggi per controllare ordini atipici per i negozi Shopify
  • Apertura di ticket automatica: con questo workflow consente di aprire automaticamente un ticket di assistenza avvisando il team sales ogni qualvolta il cliente manifesti delle problematiche, ad esempio con una recensione negativa.
  • Gestione dei programmi di fidelizzazione: con questa tipologia di workflow si avrà la gestione dei programmi di fedeltà per i clienti: potrai assegnare automaticamente punteggi in base alle azioni svolte e, in base a ciò, anche inviare messaggi o mail al cliente.  
  • Attivazione di una promozione ad una data e ad un orario prestabilito

Questo strumento è utilissimo per risparmiare tempo prezioso per attività di routine. Shopify, inoltre, mette a disposizione anche numerosi workflow preimpostati solamente da modificare e pubblicare.

16. Back Office potenziato

Grandi cambiamenti sono stati fatti anche per quanto riguarda il back office di Shopify, in modo da semplificare ancora di più l'esperienza per i merchant.

  1. Modifica ordine delle app
    Il miglioramento più significativo è quello di dare la possibilità di personalizzare la visualizzazione modificando l'ordine delle app installate nella propria piattaforma.

  2. Autorizzazioni degli utenti
    Anche la gestione delle autorizzazioni degli accessi all'interno degli store Shopify ha subito un upgrade: oggi ci sono ben 11 possibili diversi livelli di permessi, per poter gestire l'organizzazione delle operations continuando ad avere così un occhio di riguardo alla privacy e sicurezza del portale.

  3. Bulk Editor
    E una notevole ottimizzazione arriva anche per il bulk editor, che consente di effettuare modifiche in blocco alle proprietà dei prodotti, ai clienti e scorte del negozio di Shopify.

17. Shopify Fulfillment Network

Importanti novità riguardano anche la logistica di Shopify, sempre più potenziata e in grado di dare un servizio impeccabile al cliente finale.

Con Shopify Fulfillment Network, per il mercato americano, hai la possibilità di gestire i tuoi prodotti tramite il dropshipping. Shopify mette quindi a disposizione un magazzino in maniera gratuita per i primi sei mesi dalla messa in commercio di ogni articolo (la vera e propria novità annunciata), in modo da dare la possibilità a chi ha introdotto da poco i propri articoli di avere la liquidità necessaria per pagare l'investimento.

Altra novità per il mondo di Shopify Fulfillment è la disponibilità della consegna garantita in 2 giorni lavorativi e di offrire resi senza particolari complicazioni. Tutto ciò rappresenta una leva di marketing importantissima per i clienti Shopify da sfruttare per aumentare le conversioni del proprio ecommerce.

Gestione degli ordini direttamente su una piattaforma

I miglioramenti di Shopify sono dell'intera logistica e, con una sola piattaforma, si può avere una gestione completa dell'ordine, automatizzare gli ordini tramite lo strumento Shopify Flow.

Altre novità annunciate sono:

  • Modifica ed evasione degli ordini in blocco: prima non era possibile stampare le etichette di spedizione e i documenti di trasporto per più ordini, questa funzione è stata introdotta recentemente dal team Shopify.

  • Miglioramento nella gestione dell'inventario e dell'evasione degli ordini: sono stati migliorate le evasioni degli ordini con la possibilità di ordinamento degli stessi in base all'opzione "evadi entro" in modo da poter rispettare le tempistiche di consegna promesse al cliente. Questa funzionalità è momentaneamente ancora in versione beta.

  • Shopify Shipping anche per Francia e Regno Unito: Shopify Shipping è uno strumento che consente di collegare il proprio account Shopify con gli account dei corrieri che forniscono il servizio di spedizione, come ad esempio DHL o UPS. Con questo collegamento puoi stampare le etichette di spedizione direttamente dall'account Shopify, ottenere tariffe scontate e mostrare ai clienti le tariffe di spedizione calcolate in modo esatto, anziché mostrare loro i costi forfettari. Questa funzionalità era già disponibile per USA, Canada e Australia.

  • Miglioramento dell'intera supply chain: lo scorso maggio Shopify ha acquisito la piattaforma di logistica Deliverr. Con questa acquisizione Shopify punta a migliorare tutta la supply chain dei suoi store semplificandola e permettendo di spedire in maniera rapida, attraverso una maggiore capillarità dei magazzini, e di avere un corretto dimensionamento delle scorte in magazzino basata sulla domanda finale.

18. Potenziamento delle attività commerciali

Shopify ha aumentato le potenzialità di crescita dei brand che sviluppano lo shop con la piattaforma mettendo a disposizione nuove funzionalità e nuovi miglioramenti che vediamo in seguito:

  • Potenziamento dell'ecosistema di app commerciali: Shopify ha potenziato il proprio ecosistema di app dedicate ai merchants sia dal punto di vista funzionale, sia dal punto di vista prettamente estetico, integrandole perfettamente con il pannello di controllo. Gli sviluppatori che sono in procinto di creare una nuova applicazione dovranno considerare le nuove linee guida sulla creazione fornite da Shopify. Così facendo aumenta notevolmente il livello di servizio fornito dalla piattaforma.
  • Shopify Balance: questo strumento, attualmente disponibile solo a negozi con sede USA, si occupa della gestione del denaro in un unico luogo all'interno della piattaforma con la possibilità di tenere sotto occhio trasferimenti in entrata e uscita con la possibilità di ricevere una carta Visa con la quale ricevere premi senza pagare canoni mensili.
  • Shopify Capital: miglioramenti anche per Shopify Capital, strumento messo a disposizione dalla piattaforma per richiedere finanziamenti per il proprio negozio online. In particolar modo sono stati aumentati i finanziamenti per chi richiede per la prima volta un prestito. Tutto questo va a vantaggio di chi vuol aprire un ecommerce con Shopify e non ha la liquidità necessaria per investire nel suo progetto. Anche questo strumento però è disponibile solamente in USA, Canada e Regno Unito.

19. Shopify Functions

Shopify Functions consente agli sviluppatori di personalizzare la logica back-end che alimenta le varie parti di Shopify. Il primo posto in cui Shopify permette di estendere questo tipo di logica è quella relativa agli sconti all'interno di Checkout.
Nel tempo Shopify estenderà le capacità di Shopify Functions, permettendo agli sviluppatori di manipolare il back-end di molte altre parti di Shopify.

Ciò che permette di fare nel concreto Shopify Functions è quello di creare delle funzioni che possono essere installate all'interno di Shopify, senza dover ogni volta mettere mano al codice. Ciò che si può programmare all'interno del checkout è tutta la parte relativa alla scontistica mentre è già stato annunciato anche l'ampliamento di queste funzioni anche ai metodi di pagamento e spedizione.

Le applicazioni sono disponibili all'interno dello store di Shopify, se così non fosse con il piano Shopify Plus la funzione può essere creata secondo le proprie esigenze e addirittura venduta sullo store insieme alle altre applicazioni presenti.

Lato pratico invece, la funzione deve avere un input che può essere inserito in linguaggio GraphQL oppure tramite un determinato metafield. Gli altri due elementi della funzione sono la logica e l'output finale.

Il funzionamento è inoltre semplice: la funzione viene creata e programmata, viene successivamente installata del merchant e una volta che i clienti interagiscono col negozio Shopify, quest'ultimo va alla ricerca della funzione e una volta trovata la esegue.

Di seguito riportiamo alcuni esempi pratici di ciò che può essere implementato all'interno del checkout:

  • Un esempio pratico per quanto riguarda la scontistica può essere: quindi ho un brand X e tutti i checkout che contengono articoli di quel brand posso scontarli di una percentuale Y.
  • Esempio pratico per quanto riguarda i metodi di spedizione: nel caso in cui un cliente abiti nei paraggi del negozio, posso applicare metodi di spedizione particolari (esempio tramite il ritiro in negozio o la consegna in bicicletta).
  • Esempio pratico per quanto riguarda i metodi di pagamento: puoi impostare che un determinato metodo di pagamento si attivi solamente con un certo ammontare di spesa.

20. Nuove modalità di vendita

Shopify ha annunciato anche novità che certamente faranno felici i consumatori, visto quello che è stato introdotto per quanto riguarda le modalità di vendita. Le motivazioni che hanno spinto Shopify a migliorare le modalità di vendita dei negozi, sono riferibili alla necessità di aumentare la customer experience del consumatore. Tutto ciò avendo l'obiettivo di non far toccare alcuna riga di codice da parte dei merchant.

Nel dettaglio sono stati introdotti:

  • Preordini: I preordini consentono al cliente finale di ordinare un prodotto anche quando non è disponibile e di farselo spedire non appena questo sarà disponibile. E' possibile il pagamento dell'intero prezzo del prodotto oppure di una sua parte.
    Il pagamento poi può avvenire in due modi: anticipato, nel caso di negozi che non vogliano farsi scappare il cliente al momento della visualizzazione del prodotto, oppure pagamento posticipato per i negozi che ad esempio vogliono testare sul mercato un nuovo prodotto.
    Per impostare i preordini sul proprio account Shopify ci sono applicazioni predefinite disponibile nello store oppure è possibile lo sviluppo tramite API.

  • Abbonamenti: gli abbonamenti consentono ai clienti di ordinare frequentemente un prodotto con il vantaggio di pagare un prezzo unitario inferiore. Questo strumento è utile per fidelizzare il cliente e consente, lato merchant, di migliorare quelle che sono le previsioni sulle vendite, di avere maggiore liquidità disponibile, di avere la possibilità di attuare cross-selling e up-selling e di avere tassi di conversione più elevati.

  • Prova pre-acquisto: con la prova pre-acquisto, hai la possibilità di spedire ai clienti i prodotti senza addebitare alcun costo. Solamente nel caso in cui il cliente non rispedisca il prodotto al negozio in un certo lasso di tempo viene emessa la fatturazione dell'importo con conseguente addebito. I dati del pagatore vengono inserti anticipatamente, in modo da dare al merchant la sicurezza che il pagamento verrà effettuato. Questo tipo di modalità di vendita è particolarmente utile nel mondo del fashion in cui il cliente può ordinare un capo di abbigliamento e restituirlo in caso di errore nella taglia oppure di capo che non si allinea con i suoi gusti.

21. Le altre novità di Shopify

Ma poi ci sono sicuramente molte altre novità (alcune sicuramente mi scappano) più difficili da trovare nella marea di informazioni che ci sono arrivate in questi giorni. Alcune meritano sicuramente una menzione particolare, di altre ne parleremo in altre occasioni.

Combinazioni di sconti (finalmente!)

Una delle novità apparentemente più piccole è in realtà una delle più interessanti per l'operatività di tutti i giorni di chi vende su Shopify, ovvero la possibilità di creare sconti con regole combinate. Se fino a ieri ogni sconto poteva rispondere a una sola regola (sconto fisso, sconto percentuale, spedizione gratuita) adesso potrai creare sia coupon code che sconti automatici 'composti' da regole diverse, per poter mettere a terra più facilmente le tue strategie di vendita in tutti i periodi dell'anno.

Checkout più customizzabile...

Da sempre una delle parti più 'blindate' della sua architettura, Shopify ha ritoccato e migliorato il check-out anche per quanto riguarda la personalizzazione, sia a livello di back-end che a livello di relazione con il cliente finale. Del resto, la possibilità di applicare sconti combinati sullo stesso ordine nasce proprio da una modifica delle logiche di checkout.

Shopify metterà a disposizione degli sviluppatori una serie di nuove integrazioni API utili a sviluppare applicativi per rendere il check-out ancor più personalizzato per ogni cliente.

18 nuovi temi

E' stata annunciata la modifica anche per quanto riguarda lo sviluppo front-end di Shopify, per tutti i titolari di un ecommerce o per chi è in procinto di svilupparne uno.

Sono stati introdotti 18 nuovi temi, molti dei quali scaricabili gratuitamente. Oltre a questo è stato migliorato anche l'editor per quanto riguarda Shopify mobile ed è stata semplificata la configurazione del visualizzatore del prodotto in 3D, operazione ora possibile senza scrivere alcuna riga di codice.

Nuovi metafield

Anche per i metafield, Shopify ha annunciato dei cambiamenti. I metafield sono dei campi personalizzabili all'interno dei quali possono essere inseriti informazioni sui prodotti.

La novità consiste nel fatto che verranno introdotte delle nuove tipologie di metafield, tra le quali:

  • Elenchi di metafield: questo significa che per un singolo metafield sarà possibile l'inserimento di più valori.
  • Metafield nella segmentazione dei clienti: sarà possibile filtrare i clienti in base ai metafield memorizzati, consentendo di targetizzare le campagne di comunicazione.

Ci sarà inoltre la possibilità inoltre di utilizzare altri campi in fase di registrazione e di salvarli sulla scheda del contatto. Questa è un'ulteriore facilitazione che viene portata ai merchant di Shopify, utile ad esempio a chi ha bisogno di storare le informazioni sull'età, la partita iva, l'SDI direttamente nella scheda cliente.

22. Shopify Planet

Chiudiamo con il meno impattate dal punto di vista delle funzioni, ma sicuramente degna di menzione. Si sa che aver un ecommerce significa anche avere una logistica che permetta l'approvvigionamento delle materie prime, la produzione, la distribuzione e l'eventuale reso dei prodotti. Tutto ciò implica emissioni di CO2 che contrastano con quelle che sono le prerogative di persone e organizzazioni internazionali al giorno d'oggi: la sostenibilità ambientale.

L'applicazione si trova sullo store ed è disponibile per tutti: Planet - Carbon nautral shipping e permette, ogni volta che spedisci un ordine, di sostenere alcune delle soluzioni climatiche più promettenti per la Terra. Ogni progetto è stato controllato dal Shopify Sustainability Fund, che ha impegnato più di 30 milioni di dollari per questi progetti.

La dashboard di Planet ti dà accesso a dati in tempo reale che mostrano l'impatto totale dei tuoi sforzi, risultati che puoi condividere facilmente con i tuoi clienti.

Vuoi realizzare un sito ecommerce?  La nostra proposta con Shopify!

 

Giovanni Fracasso

Giovanni Fracasso

Digital Manager Mi occupo dello sviluppo strategie inbound marketing & sales. Affianco le aziende nel loro processo di digital transformation (l'uso dell'inbound marketing per cambiare il commerciale di un'azienda) con la metodologia inbound marketing, puntando all'aumento dei visitatori sul sito aziendale, della conversione in lead del maggior numero di essi e trasformazione in clienti. BIO Sono nato nel tardo pomeriggio di un lunedì - secondo me piovoso - di un 19 gennaio come tanti. Correva l'anno 1972. Potrei ovviamente sbagliarmi su una data o su un riferimento, perché non sono bravo a ricordarmi le date e i numeri. Ho passato i primi anni scolari con tutti che mi dicevano "sei portato per la matematica", fino al compito d'esame di 5° liceo, dove me ne sono uscito con un bel 2. Tanto che mi sono laureato in Lettere e Filosofia, un corso di Laurea di Storia, in quel di Ca' Foscari, a Venezia. Credo fosse il 2000, ma anche qui potrei sbagliarmi. Ve l'ho detto, non sono bravo con i numeri. Nel mezzo un sacco di altre cose: mentre studiavo facevo il giornalista per il Gazzettino, per la Domenica di Vicenza e altre testate locali. Sono stato direttore e fondatore di una periodico locale (Il Corriere Vicentino), poi sono andato in Spagna e ho vissuto quasi 5 anni a Barcelona. Poi, la vita, l'amore e il denaro... e oggi vivo ad Arzignano, sono padre di una bambina nata nel 2010 e sono pazzamente innamorato di lei. Oltre alla bambina, ho un mutuo da pagare e un cane. Se potrebbe non mancarmi tutto questo, probabilmente dedicherei le mie giornate all'alcol e alla vita dissoluta. Invece non bevo e non faccio - quasi - mai festa: sono concentrato al 100% sul mio lavoro e mi piace un sacco quello che faccio. Cosa faccio? Beh, ha molto a che fare con l'inbound, l'eCommerce, il valore del dato per le aziende e la trasformazione digitale delle stesse.