<img alt="" src="https://secure.perk0mean.com/177371.png" style="display:none;">

L'importanza del "tone of voice" nelle proposte commerciali

    Sommario

Cosa distingue un buon commerciale da uno mediocre? Le risposte potrebbero essere molte, ma la principale differenza è una e una soltanto: l'atteggiamento che esso assume con i clienti, traducibile con l'espressione"tone of voice".

 

Che cos'è il tone of voice

Con tone of voice non si intende l'intensità della voce di una persona -  anche se pure questo è un fattore che può fare la differenza per un commerciale - ma bensì quell'insieme di atteggiamenti, pause e cadenze che una persona mette in gioco durante una conversazione.

Infatti, non è tanto cosa viene detto al cliente, quanto come viene detto: è sufficiente una proposta troppo aggressiva - o troppo blanda - e il nome del potenziale cliente potrebbe finire nel fascicolo siglato "chiuso perso".

Da quest'ultima osservazione si può intuire quanto sia importante per un commerciale saper controllare il proprio tone of voice: è questione certamente di pratica, ma è necessario anche un buon intuito e un'inclinazione alle relazioni sociali.

 

L'importanza del tone of voice nelle proposte commerciali

Ma come si capisce come modellare il proprio tone of voice?

Il trucco è saper sondare il proprio interlocutore, capendo cosa ci si può permettere con lui e quale atteggiamento è meglio adottare: infatti, il modo di porre una domanda può risultare importante quanto il contenuto della stessa.

Uno dei problemi più comuni tra i rappresentanti sales è l'aggressività: la voglia di far firmare il cliente, di chiudere un contratto e dimostrare di saper fare il proprio lavoro spinge ad anticipare - o, ancora peggio, a reiterare insistentemente - la propria richiesta.

Questo tende ad infastidire il proprio interlocutore, ottenendo esattamente l'effetto opposto a quello desiderato. Allo stesso modo, essere titubante farà perdere credibilità al commerciale, che apparirà come insicuro e indeciso agli occhi del cliente.

 

Come adattare il proprio tono alla situazione

Attenzione: non che l'aggressività, a volte, non porti i suoi risultati. Ci sono delle situazioni nelle quali l'audacia viene ripagata, e un approccio potenzialmente rischioso riesce a volte a sciogliere situazioni di stallo. 

Il problema principale è che molti commerciali non sono consapevoli di esagerare fino a quando è troppo tardi: vediamo, di seguito, le principali caratteristiche che vanno a decidere il tono che assumerà la domanda.

 

Lunghezza

La prima metrica da tenere in considerazione in una proposta commerciale è la lunghezza. Generalmente, un intervento lungo tende ad essere più aggressivo di uno breve, poiché priva il nostro interlocutore della possibilità di replicare per un tempo maggiore: dopo un monologo, la conclusione tenderà ad essere fortemente incentrata su una risposta, mettendo a volte in soggezione il potenziale cliente.

Chiedere una sola cosa, in modo diretto e breve, suonerà decisamente meno costruito e più naturale, e sarà più semplice ottenere una risposta positiva. 

 

Coerenza

Come per ogni tipo di discorso in stile dimostrativo, la coerenza non può mancare in una proposta commerciale: divagare o tirare in ballo argomentazioni che non sono inerenti alla conversazione avrà quasi certamente effetti negativi sull'esito della contrattazione.

Procedi per punti, unendo le diverse parti del discorso utilizzando nodi logici e intuitivi, cercando di usare un linguaggio semplice e chiaro: assicurati che il tuo interlocutore segua il filo della tua spiegazione e resta sempre collegato al tuo argomento principale.

 

Disponibilità

Non monopolizzare la discussione: dai modo al tuo interlocutore di dare voce alle sue curiosità, e rispondi alle sue domande senza fare grossi giri di parole.

Questo tipo di approccio darà fiducia al tuo interlocutore, che si sentirà più tranquillo a discorrere con te e non mancherà di esprimere il suo parere, fattore che può creare un'intesa che giocherà un ruolo importante nel momento della decisione.

 

In conclusione...

Come abbiamo potuto vedere, i fattori che influenzano il tone of voice sono molteplici, anche se il più importante resta l'esperienza sul campo: detto questo, l'ultimo consiglio che posso darti è di lavorare poco di teoria e molto di pratica!

 

Scarica ebook gratis come aumentare efficacia attività cmmerciale

 

Francesco Gremes

Francesco Gremes

Inbound Specialist Figlio di una maestra e di un medico, sin da piccolo ho subito un’attrazione irresistibile nei confronti delle parole. Prima ancora di saper leggere, restavo incantato dalla voce di mia madre o di mio padre che mi leggevano qualcosa, e quando ho appreso come decifrare quei curiosi segni chiamati lettere il mio mondo si è tinto di nero su bianco. A scuola, l’italiano si è subito imposto sulle altre materie, specie quando si trattava di scrittura creativa: però, per qualche strano motivo - probabilmente un adolescenziale miscuglio di testardaggine e orgoglio - ho deciso di frequentare il liceo scientifico, nonostante la mia mediocrità nelle matematica. Conclusosi quello strazio durato sei anni - nei quali ho collezionato il mio 5 in matematica con regolarità ammirevole - ho deciso di concedermi alla mia vera passione, e mi sono iscritto a Lettere Moderne a Padova, immergendomi in un cosmo in cui regnavano sovrani il Medioevo e il Trecento italiano. Come sono arrivato qui? Per puro caso, mentre mi dedicavo alle ripetizioni con il quale cercavo di tirar su qualche soldo da spendere prontamente il weekend stesso: da sempre un pò diffidente della tecnologia (datemi carta e penna e sarò felice, mettetemi di fronte ad uno schermo e lo sarò un pò meno), non credevo che sarebbe stato un lavoro adatto a me. Beh, errare è umano, e quanto mi sbagliavo. Adoro quello che faccio in azienda - copywriting, produzione dei contenuti, creazione di campagne pubblicitarie e consulenza su strategie di marketing - e penso seriamente di voler continuare a farlo per molto, mooolto tempo.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Promuovere il proprio business con una pagina aziendale su LinkedIn

Promuovere il proprio business con una pagina aziendale su LinkedIn

 
Promuovere il proprio business ed ottenere una maggiore visibilità per la propria attività...
LEGGI TUTTO
Come migliorare la brand identity della tua azienda con il sito web

Come migliorare la brand identity della tua azienda con il sito web

La brand identity rappresenta l’insieme degli aspetti e degli elementi grafici e di...

LEGGI TUTTO
Organizza più appuntamenti per vendere grazie ai tuoi contenuti esistenti

Organizza più appuntamenti per vendere grazie ai tuoi contenuti esistenti

Ogni mese, gente che si occupa di marketing da tutto il mondo, lavora per supportare il team...

LEGGI TUTTO