<img alt="" src="https://secure.perk0mean.com/177371.png" style="display:none;">

Iniziare a vendere su Shopify: tutto quello che c'è da sapere

    Indice

Stai per lanciare il tuo nuovo e-commerce online ma non sai esattamente da dove partire? Allora dovresti chiederti come funziona Shopify. Si tratta di un software in abbonamento che ti consente di creare un negozio online esattamente come desideri, con la possibilità di aggiungere una serie di personalizzazioni relative alla grafica, al layout, ai sistemi di pagamento ecc.

Inoltre Shopify è disponibile anche per i negozi fisici, per gestire al meglio l’intero ciclo di vita delle tue vendite. Hai sia uno shop online sia un negozio fisico? Ancora meglio! Shopify è in grado di integrare perfettamente negozi fisici e online, sincronizzando l’inventario per una gestione fluida ed estremamente semplice da qualsiasi dispositivo.

Probabilmente stai pensando che, come Shopify, esistono già diverse piattaforme che permettono di creare autonomamente siti web. Vero, ma Shopify non si limita esclusivamente a creare siti ed e-commerce, ma ti permette di personalizzarli, è scalabile e ti offre una serie di funzionalità innovative per dare una marcia in più al tuo business.

Shopify: come iniziare?

Per cominciare il tuo progetto Shopify devi innanzitutto creare un account sul sito di Shopify, puoi così cliccare sul tasto “Inizia” e poi inserire tutti i dati che ti vengono richiesti. Completato il tutto ti basta cliccare su “Fatto”.

La scelta del tema

Adesso comincia la creazione vera e propria dell’e-shop, che prevede la scelta di un tema che può essere comodamente personalizzato secondo le tue preferenze. Ci sono anche dei temi gratuiti, che ti offrono comunque una grafica accattivante e in linea con il tuo business. Ogni tema è corredato di una scheda con tanto di recensioni di chi lo ha usato. Tramite appositi filtri puoi visualizzare i temi gratis o a pagamento, suddividendoli per prezzo, popolarità o più recenti.

A tua disposizione c’è un’anteprima del tema, così da visualizzare le differenti varianti. Hai scelto il tuo tema? Ottimo! Allora clicca su “Pubblica”. Se hai ripensamenti in futuro non preoccuparti, puoi modificare il tema ogni volta che lo desideri.

Cliccando sul tasto “Temi” puoi accedere a tutte le opzioni per modificare il tema come vuoi. Cliccando su “Personalizza” puoi effettuare modifiche ancora più profonde per plasmare il tuo e-shop. In questa sezione puoi inserire il logo del tuo brand o delle slides, aggiungere i prodotti, scegliere i colori e il font.

Inserimento dei prodotti e delle categorie

A questo punto devi aggiungere i prodotti, che rappresentano il “core business” della tua attività. Sulla barra a destra devi selezionare “Prodotti” e successivamente “Aggiungi prodotti”. Qui puoi inserire tutti i dettagli che descrivono i tuoi articoli, con un occhio particolare alla SEO. Più dettagli inserisci e più il prodotto risulta appetibile agli occhi di chi visita il tuo sito.

Puoi inoltre inserire le foto dei prodotti, che possono essere collegati direttamente ai social con un semplice clic. L’immagine svolge un ruolo fondamentale in un e-commerce, dove naturalmente gli utenti non possono toccare con mano gli articoli. Inserisci più foto, chiare e dettagliate, che consentono di vedere il prodotto da più punti di vista. Anche le immagini vanno ottimizzate in chiave SEO. Completato tutto? Allora puoi cliccare su “Salva”.

Ora puoi passare alle categorie, che devono essere selezionate con cura. Ogni prodotto deve comparire nella categoria a cui appartiene, per rendere la navigazione dell’utente fluida e l’esperienza d’acquisto piacevole. Hai due criteri a disposizione per l’inserimento dei prodotti nelle categorie:

  • Manuale: i prodotti vengono aggiunti manualmente uno a uno;
  • Automatico: i prodotti vengono inseriti automaticamente all’interno delle categorie dopo aver impostato dei requisiti di base.

La scelta dei payment gateways

Eccoci ad un altro step importante: la scelta dei payment gateways, cioè servizi commerciali che autorizzano l’elaborazione dei pagamenti diretti o tramite carte di credito. Scegli le modalità di pagamento che meglio si adattano al tuo business e che incontrano le preferenze dei tuoi clienti.

Molti e-commerce, cosa che suggerisco di fare anche a te, inseriscono come forma di pagamento Paypal e l’opzione fast payment. In questo modo i clienti possono pagare inserendo una semplice email e senza la necessità di digitare ogni volta i dettagli per la transazione.

Operazioni finali prima di lanciare il tuo e-commerce

Prima di lanciare online il tuo e-commerce creato con Shopify Italia devi limare alcuni dettagli relativi al piano, alle tasse, alle spedizioni e alle politiche di reso. Per concludere devi nominare il tuo dominio. Puoi acquistarlo da Shopify, che lo nominerà automaticamente, oppure da una terza parte e nominarlo personalmente. In questo secondo caso il costo in genere è leggermente più alto.

A questo punto è tutto pronto per il lancio del tuo e-commerce!

Shopify senza partita IVA: è possibile?

Per Shopify serve la partita IVA? Ottima domanda! In effetti sì, poiché la partita IVA è richiesta per tutte quelle attività che esercitano vendita abituale e continua, cioè superiore ai 30 giorni. Un e-commerce vende 365 giorni all’anno pertanto, esercitando una vendita abituale, ha bisogno della partita IVA.

Anche per chi ha un e-commerce in dropshipping, cioè senza avere materialmente prodotti in magazzino ma richiedendoli al momento opportuno direttamente al fornitore, è richiesta la partita IVA per Shopify.

C’è solo un caso in cui puoi aprire uno shop online senza la partita IVA: il temporary shop. Questa tipologia di negozio può restare aperta per un massimo di 30 giorni su 365. É la soluzione ideale per chi vuole testare alcuni prodotti da lanciare sul mercato, l’appetibilità di un brand o semplicemente vendere la merce in eccedenza.

In questo modo puoi sfruttare tutti i vantaggi offerti dall’online, senza però dover sostenere i costi della partita IVA.

Shopify: guadagni e costi

Quanto si guadagna con Shopify? Be’, una risposta univoca non esiste. Molto dipende dalla tua tipologia di business e dall’impegno profuso.

Il dropshipping, al quale abbiamo accennato poco fa, è sicuramente un’ottima soluzione per tagliare un bel po’ di costi sulla gestione del magazzino. Non avrai problemi di spedizioni, packaging, ammanchi, eccedenze ecc.

Nel momento in cui un cliente ordinerà un prodotto, non dovrai fare altro che contattare il fornitore che a sua volta si occuperà della consegna.

Per ottimizzare i tuoi guadagni ti consiglio di scegliere un mercato di nicchia e potenzialmente vergine, così da poter trovare terreno fertile per le tue promozioni. Sfrutta quanti più canali possibili e vendi prodotti ad alto valore aggiunto, così da poter aumentare i margini di profitto.

Per quanto riguarda i costi invece ci sono 3 piani per iniziare ad usare Shopify:

  • Basic: costa 27 euro al mese e rappresenta la soluzione ideale se stai per lanciare il tuo primo e-commerce;
  • Shopify: costa 79 euro al mese ed è perfetto per i business in crescita che vendono sia nei negozi fisici che in quelli online;
  • Advanced: costa 289 euro al mese ed è indicato per le aziende e le multinazionali in forte espansione internazionale.

Ci sono piani per tutte le tasche, quindi scegli in totale tranquillità anche perché puoi modificarli ogni volta che vuoi. Se desideri prima avere un assaggio di Shopify e delle sue principali funzionalità, puoi accedere alla prova gratuita di 14 giorni.

Problemi iniziali? Sfrutta l’assistenza Shopify!

Le recensioni su Shopify sono estremamente lusinghiere anche per quanto riguarda l’assistenza clienti. Benché la piattaforma sia molto chiara ed esaustiva, potresti incappare in qualche problema o criticità nella creazione o nella gestione del sito.

Se dovesse capitare, nessun problema. L’agenzia Shopify mette a tua disposizione tutti gli strumenti necessari per risolvere ogni criticità. Buona parte degli utenti oggi preferisce soluzioni self-service, che consentono di trovare risposte alle loro domande in totale autonomia,

Ecco perché a tua disposizione c’è un’area FAQ, dove sono racchiuse le risposte alle domande più comuni degli utenti.

Ci sono poi delle guide esaustive, che ti spiegano ad esempio come collegare un dominio, come aggiungere prodotti, come impostare i sistemi di pagamento ecc.

E ancora ci sono diversi video tutorial che spiegano, passo dopo passo, come effettuare determinate operazioni per la corretta gestione del sito.

C’è poi un’ampia community di oltre 900.000 membri con tanto di forum, dove fare domande, confrontarsi e scambiarsi consigli. Shopify periodicamente mette a disposizione dei webinar sugli argomenti più attuali del momento.

Se proprio non riesci a risolvere il tuo problema, puoi contattare direttamente il servizio di assistenza Shopify in grado di fornirti supporto professionale e qualificato.

Conclusioni

Ora sai come funziona Shopify. Non devi fare altro che creare il tuo e-commerce e, dopo pochi clic, lanciarlo nel web. La cosa più interessante è che Shopify apre le porte dell’imprenditorialità a chiunque.

Qualunque sia il tuo livello di esperienza, Shopify ti mette a disposizione un ecosistema molto intuitivo per muovere i primi passi nel mondo dell’e-commerce. Che tu sia un pioniere del commercio online, o che abbia già una solida esperienza alle spalle, Shopify è il miglior alleato per te.

Se vuoi iniziare con un piccolo vantaggio scarica l’ebook gratuito a fondo pagina, una guida introduttiva al corretto utilizzo di Shopify.

Scopri Shopify   scarica il nostro ebook gratuito per conoscere l'ecommerce con cui aprire il  tuo store online