Sommario

Organizzazione non è mai stata la mia parola preferita. Lo ammetto molto umilmente, o quasi.

Solo con il passare del tempo ho appreso quanto sia essenziale una precisa pianificazione per sviluppare il proprio (o l’altrui) sito ecommerce.

 

Oggi ho alcuni piccoli consigli – e strategie – per pianificare il progetto per il tuo sito ecommerce.

 

Qual è l’obbiettivo?

Se la prima risposta che vi viene in mente è “aumentare le vendite”, vi posso già dire che non è del tutto corretto.

Cioè, lo è di massima.

Quello vero è trasformare i visitatori in Lead: coloro che acquistano i tuoi servizi e prodotti successivamente ad una sorta di “persuasione”

Risulta quindi fondamentale determinare il vero obbiettivo del tuo sito ecommerce.

Ricordiamoci comunque che ogni sito ha la sua personale potenzialità di crescere man mano che viene sviluppato.  


Perché dovresti pianificare

 

All’inizio, non sempre le aziende progettano il piano in maniera iper professionale.

Questo perché non ci si rende conto del lavoro che implica questa modalità: non tutti sanno cosa significa realmente realizzare un sito come Dio comanda e quanto tempo ci vuole.

Senza contare le competenze e l’energia da utilizzare.

 

Infatti, quando non si pianifica, ci si trova di fronte a certe conseguenze che prima o poi ti raggiungono. Come il povero sviluppatore web che non avrà così chiaro quanto e cosa potrebbe essere corretto nella sezione dei contenuti. Lo sviluppo del sito è influenzato inesorabilmente dal modo in cui le pagine vengono realizzate.

 

Senza un’adeguata pianificazione, ti ritroverai catapultato in un contesto in stile post-apocalittico: un progetto governato dal caos, costellato di ritardi di consegna, costi non previsti, comunicazioni continue e sicuramente antiquate tra la tua azienda e il web designer.

E questi sono solo alcuni degli aspetti più raccapriccianti. Come se non bastasse c’è il rischio che questo Teatro degli Orrori generi automaticamente insoddisfazione da parte dei tuoi clienti.

 

In sostanza: investi sul tuo sito web pianificandolo con la dovuta cura e attenzione.

Fare il contrario risulterebbe solo uno spreco dei tuoi soldi.

 

La lista dei requisiti

 

Di fondamentale importanza è creare una lista dei requisiti primari per comprendere dove sta andando la tua azienda: step importantissimo per chiunque voglia sviluppare un sito aziendale.

 

Ricorda che il tuo sito dovrebbe:

 

  • soddisfare le aspettative dei visitatori;
  • essere il più flessibile possibile;
  • rappresentare con chiarezza ciò che si propone;
  • essere in linea con il mercato.

 

Cos’è il Modello a Cascata

 

Questo metodo viene utilizzato nei dipartimenti informatici che hanno a che fare con grandi progetti.

Il risultato è riuscire a realizzare tutte le fasi (una per una) fino a completare l’intera creazione del sito. Con tale metodologia chiamata “modello a cascata”, ogni operazione è ben studiata ed influenzata dalla precedente.

 

Per quanto buona però, anche questo modello può nascondere delle insidie: potrebbe richiedere dettagli ben precisi per ogni singolo step e, nella sostanza, un lavoro ulteriore. Tutto deve essere specificato, anche la lunghezza degli header, la dimensione del carattere e quale tipo di galleria risulta più funzionale rispetto ad un’altra.

 

Diciamo che il modello a cascata è indispensabile per progetti in cui non c’è la possibilità di sbagliare o comunque quando ci sono determinate spese d’affrontare.

 

Ripeto: se scegli questa modalità, è essenziale che tutto sia specificato nel minimo dettaglio, così da evitare intoppi nel processo di creazione.

Tuttavia, i contenuti web sono intesi per esser cambiati nel tempo. Questo significa che usare il modello a cascata significa progettare tutto quanto in anticipo ma, allo stesso tempo, rimanere il più flessibili possibile.

 

Saranno poi gli Editor del sito che dovranno avere la perspicacia di cambiare titoli, contenuti, foto chiave e tanto altro sia in fase iniziale che successivamente. 

 

Strategia Agile

 

Recentemente, sempre più frequente è lo sviluppo del marketing Agile: una modalità di lavoro che richiede competenze specifiche e prontezza di riflessi.

Per semplificare: significa che con poco si riesce a guadagnare tanto ( chiaramente questo “poco” deve essere coinciso e deve andare dritto al punto).

 

L’esempio che posso fare è quello di una recente campagna di marketing di Wendy’s. Uno studente chiedeva quanti retweet doveva fare per ricevere chicken nuggets gratuiti. Successivamente, l’azienda, ha risposto “18 milioni”. Così realizzò (quasi) il suo intento di raggiungere più follower possibile con una sola risposta.

 

Questo ovviamente è solo un’esempio di marketing Agile e bisogna capire se poi può essere integrato all’interno della strategia aziendale del tuo sito.

 

Domande e costi

 

Nel momento in cui prendi la decisione di realizzare un sito professionale, arriva il momento di capire a quanto ammonta il proprio budget. Un’ idea mica male è quella di considerare dal 5% al 15% del proprio budget totale da investire sul sito (insieme ad un buon 20/30% del tempo da impiegare per la costruzione dello stesso).

 

Sarà necessario preparare un bel po’ di domande, con idee chiare e proposte personali, andando sempre nel dettaglio. Fra le richieste delle aziende spesso rientrano l’obiettivo aziendale, perché la compagnia è stata creata, la percezione dell’azienda da parte del pubblico, la descrizione del proprio target, il pubblico, la cosa più importante che questo desidera, la cosa più importante che apparirà sul sito.

 

Consiglio di fare una lista di 3 siti che ci piacciono o che valutiamo interessanti e 3 che non consideriamo al top, per capire ovviamente su cosa puntare.

 

Le domande dovranno essere formulate in base alle proprie esigenze di business. Questo processo dovrà riguardare solo ed esclusivamente l’obiettivo aziendale, mentre chi realizzerà il sito dovrà prendere appunti e captare le informazioni in linea con il progetto.

Creare un sito che rappresenti l’azienda nel modo migliore è un passo molto più importante di quel che si possa credere.

 

Il marketing aziendale

 

Mai sottovalutare il valore e l’importanza del marketing online di un business (soprattutto se è il tuo!).

Gran parte delle compagnie non riconoscono che costruire un sito non è solo un “tecnicismo” informatico, ma deve andare mano nella mano con gli obiettivi di marketing.

 

Il tuo team marketing deve stabilire gli obiettivi da raggiungere all’interno del sito. I marketer sono intesi come comunicatori e necessitano di ideare il design, la struttura e i contenuti del sito. Devono quindi prendersi una certa responsabilità in questo senso, semplicemente perché comunicare con i clienti è la LORO competenza.

 

Chi si occuperà della struttura funzionale dovrà solo aiutare a soddisfare tutti i requisiti tecnici per raggiungere gli obiettivi di marketing previsti dall’azienda. 

 

Se ciò non accade, sarà opportuno rivolgersi a comunicatori esperti per costruire il sito in maniera impeccabile.

 

Conclusioni

 

Abbiamo visto quanto sia necessario essere allineati su un metodo di pianificazione preciso.

Ricapitolando: fai un esame profondo sui requisiti necessari, scegli una metodologia adeguata al tuo progetto, pensa bene al budget da utilizzare e il tempo che puoi dedicare, non sottovalutare la strategia di marketing.

 

Tutti questi punti saranno essenziali per la realizzazione (e la riuscita) del tuo sito ecommerce.

 

Il resto sono parole al vento.

scarica qui il documento 10 cose da fare per avviare un e-commerce