Oltre metà degli americani dicono di preferire lo shopping online, e l’eCommerce sta aumentando del 23% ogni anno.

Per molti business avere una presenza online non è più un’opzione: è una necessità. La necessità di sopravvivere in un mercato sempre più orientato all’online.

Se vuoi iniziare a vendere nel mondo degli eCommerce shop online, devi anche rimanere aggiornato sui trend sempre mutevoli del mercato.

Ecco i migliori 9 trends che incrementeranno la loro diffusione nel 2018.

1- Omni piattaforma e omni device

Nel 2018, le differenti piattaforme che le persone utilizzano e i differenti device ai quali hanno accesso diventeranno progressivamente più integrati. Non sarà necessario avere una presenza online su canali multipli: dovrai integrare quei canali gli uni con gli altri.

Questo è estremamente semplificato nella logica degli ads che si basano sulla tecnologia dei cookie. Se un utente fa una ricerca su Google per una nuova bicicletta, ad esempio, può ricevere degli annunci targetizzati nel suo Facebook feed il giorno successivo.

 

Finger pointing on tablet pc, charts concept

 

2- Ricerche online

Un trend che continua da anni precedenti, sempre più utenti cercano un oggetto online prima di fare un acquisto (sia online che offline). Secondo Salesforce questo avviene per l’85% delle volte.

Questo dimostra quanto i prezzi mostrati online siano importanti:l’utente cercherà sempre la comparazione del prezzo dell’articolo.

3- Aumento dell’utilizzo del mobile

Il Mobile diventerà un player molto importante nel 2018. Le stime dicono che il 50% delle vendite online deriveranno dal mobile il prossimo anno.

Secondo le previsioni di Goldman Sachs, le vendite mCommerce (Mobile Commerce) nel 2018 saranno uguali alle vendite totali dell’eCommerce nel 2013. Stiamo parlando di cifre come 626 miliardi di dollari.

Il Mobile Commerce incrementerò le vendite totali di tutto il commercio online perché le persone potranno fare acquisti ovunque si trovino - non solo a casa o in ufficio con i loro computer.

4- Personalizzazione dell'esperienza di acquisto

Lo shopping online crea ampie opportunità per creare esperienze di acquisto uniche, anche personalizzate sul singolo utente. Amazon, ad esempio, suggerisce prodotti basati sugli acquisti passati e Netflix propone show che ti piacerebbe guardare basandosi su quelli che hai visto in passato.

eCommerce come Good Earth Tea creano una shopping esperience unica per ogni cliente. Il visitatore del sito può effettuare un piccolo quiz che gli chiede alcune preferenze, come il posto dove vorrebbero trascorrere una vacanza. Propone quindi un te personalizzato sui loro gusti e personalità. Esperienze d'acquisto simili diventeranno molto comuni nel 2018.

5- Più opzioni di spedizione

Un altro trend che è cresciuto nel 2017 e che crescerà ancora nel 2018 è un incremento nelle opzioni di spedizione. Sempre più siti stanno offrendo sistemi di spedizione rapida - a volte permettendo agli shopper di ricevere il loro ordine il giorno successivo o il giorno stesso.

Stanno spuntando anche opzioni creative di ordinazione e consegna online, come ordini ricorrenti di articoli acquistati frequentemente e la possibilità di ritirare gli acquisti online in negozio. Sempre più aziende offrono ora servizi di consegna in concorrenza con grandi player come USPS, UPS e FedEx.

 

OTTIMIZZA-PROGETTO-ECOMMERCE

 

6- Big Data e Analytics

Big data e analytics stanno trasformando tutti i tipi di industrie, incluso l'eCommerce. Quasi ogni azione che gli utenti prendono online può essere tradotta in dati, molti dei quali possono essere utilizzati, dopo l'analisi, per ottimizzare i siti di e-commerce.

L'analisi dei big data può aiutare a prevedere la domanda, personalizzare le esperienze dei clienti e ottimizzare i prezzi per aumentare le vendite. Questo è fondamentale perché solo un aumento dell'1% del prezzo può portare a un aumento medio dell'8,7% dei profitti, ma il 30% delle decisioni umane sui prezzi non raggiunge il miglior prezzo possibile.

7- Applicazioni Messenger e Chatbots

Le chatbots che operano tramite Facebook Messenger giocheranno un ruolo molto più importante nell'eCommerce del 2018. I business che usano queste tecnologie possono inviare agli utenti offerte di marketing personalizzate, suggerire acquisti e proporre offerte speciali e coupons.

Possono anche aiutare con semplici richieste dei clienti, liberando lo staff per lavorare su più importanti problematiche e altri progetti. Mentre la tecnologia migliora, le chatbots e i messenger di marketing diventeranno molto più utili e popolari.

 

Two male hands reaching out to one another, almost touching, in front of dark clear empty background wall concept

 

8- Acquisti a voce

Gli smartphone recenti dispongono tutti di assistenti vocali che è possibile utilizzare per eseguire azioni sul telefono o per effettuare ricerche in Internet semplicemente parlando. Anche gli altoparlanti domestici, come Amazon Echo e Google Home, stanno guadagnando popolarità.

Questi assistenti vocali possono anche aiutare gli utenti a cercare opzioni di acquisto e persino a comprare oggetti online. In effetti, il 40% dei millennial ha già utilizzato un assistente vocale prima di effettuare un acquisto.

L'eCommerce sta diventando un settore sempre più vitale del mercato in cui le aziende possono essere coinvolte. Senza una presenza online, potresti perdere parte delle tue potenziali vendite. Tenere il passo con le mutevoli tendenze dell'eCommerce può aiutarti a catturare questo crescente pubblico online e aumentare le vendite e i profitti.

 

8- Ecommerce SaaS (Software as a Service)

Le aziende che propongono la gestione del proprio shop online come servizio sono un trend in rapida crescita. Lo dimostra il caso di Shopify, che offre servizi specializzati di e-Commerce a fronte di un pagamento mensile che può essere differenziato a seconda dei livelli e delle funzioni che si vogliono avere.


Questo non significa che tutti gli e-Commerce Saas sono uguali e costano tutti poco, ma offrono una bassa barriera all'ingresso al fronte di un costo superiore (anche ai 16.000 € per la sola messa online) degli ecommerce customizzati derivanti da sistemi open source, come ad esempio Prestashop o Magento.

Facilmente aggiornabili e con costi certi, questi sistemi sono destinati a prendere sempre più piede in un mercato "servercentrico" come quello italiano. Negli Stati Uniti, ad esempio, l'utilizzo di Shopify fra i piccoli commercianti è aumentato nel 2016 del 25%, arrivando a gestire 377.500 online stores.

 

Qui sopra è possibile vedere le ricerche effettuate su Google negli ultimi 5 anni in tutto il mondo delle 3 principali piattaforme Ecommerce. Due Open Source (Magento e Prestahsop) e una SaaS (Shopify). Il 14 gennaio 2017 Shopify ha superato ampiamente le prime due, il cui trend ha ora un outlook negativo. E in Italia?

 

 

 

In Italia siamo ancora palesemente indietro. Ecco il "servercentrismo" del quale si parlava prima. Il piccolo rivenditore preferisce ancora le piattaforme proprietarie, magari hostate su server con alti costi di gestione e con alto livello di customizzazione e conseguenti costi iniziali. Trend che, quasi sicuramente, si accoderà nel 2018 al resto del mondo, scoprendo le piattaforme SaaS come soluzione ecommerce per piccoli e medi commercianti che hanno l'esigenza di partire subito a vendere online con costi certi.

 

 

Scritto da Enrico Capitanio

Visual Designer Mi piace lavorare sotto pressione e il teamwork necessario per completare i progetti. Adoro i capannoni. Sono fermamente convinto che l'universo non abbia alcun senso e che bisogna riderci su.

Enrico Capitanio