Che cos'è Shopify? Forse il più avanzato  sistema di e-commerce oggi in circolazione. perché? Scopriamolo insieme.

Al giorno d’oggi, allestire un e-commerce è una soluzione alla portata di tutte le aziende, sia B2B che B2C, per iniziare a vendere online. Risulta essere anche una formula per esplorare un nuovo business e nuovi mercati, poichè permette di superare un ostacolo cruciale, quello della distanza, permettendo anche alle piccole attività di mettersi in gioco a livello a globale.

Shopify è una piattaforma che abbassa la soglia di competenze per avvicinarsi al mondo delle vendite online e permette di affacciarsi a questo nuovo mondo in modo semplice ed efficace, senza bisogno di costose consulenze o gestioni da parte di terzi.

Cos’è Shopify?

Shopify è un cosiddetto “SaaS” (Software as a Service), ovvero un portale che offre dei servizi a pagamento,  che permettono di creare il proprio negozio online e quindi di personalizzare il proprio ecommerce: il procedimento è semplice ed intuitivo, e consiste essenzialmente nel fornire i dati di base al sistema; a tutto il resto penserà Shopify stesso. Creando un account sulla piattaforma, il proprio ecommerce è ospitato all'interno e non ha bisogno di installazione di software in locale, nè, tantomeno, su server terzi, che richiedeno poi operazioni di settaggio e di manutenzione. La soluzione Shopify appare, già qui, intuitiva e veloce per saperne di più puoi leggere "i vantaggi di Shopify", post del blog che si concentra su quali sono i  vantaggi nell'usare Shopify, anziché le soluzioni software openource come Magento, PRestashop o Woocommerce)

Dopo un primo periodo di test gratuito, si deve attivare un account a pagamento, scegliendo tra i vari pacchetti (ne parliamo più sotto): anche in questo caso, per gli esercenti avvezzi con le piattaforme online, c'è una comoda e semplice gestione del pagamento.

Come funziona Shopify?

Shopify non richiede l’installazione software ausiliari: basterà creare un account e subito si potrà iniziare a configurare e a gestire il proprio negozio online. Una volta sistemati i settaggi di base, sarà possibile rivolgersi al negozio dei temi grafici di Shopify, nel quale sarà possibile scegliere un tema grafico (ce ne sono tantissimi, gratuiti e a pagamento) che sarà successivamente ulteriormente personalizzabile, permettendo diverse configurazioni.

Il tutto senza doversi minimamente preoccupare degli aspetti tecnici e poter così concentrarsi unicamente sulla crescita del proprio business.

A questo punto, si potrà passare all’inserimento dei propri prodotti in diverse categorie, specificando tutte le  informazioni utili per i nostri clienti.

Una comoda particolarità di Shopify è la possibilità di accedere alla piattaforma e gestire ordini ed inserimenti da qualsiasi dispositivo con la possibilità di collegarsi al web, dai tablet agli smartphone.

Quindi, alla domanda "Come funziona Shopify?", oltre alla banale risposta "bene", si può aggiungere "perché permette di concentrarsi sul proprio business dimenticandosi di Shopify" 

Quanto costa Shopify

Dopo un periodo di prova gratuito di 14 giorni, si potrà scegliere tra tre diversi piani di abbonamento mensile, diversi per numero di funzionalità e percentuale sulle vendite:

  • Basic Shopify, a 29$ al mese: la scelta più economica, e di gran lunga la più sensata se si ha appena deciso di investire sul commercio online e non si è certi del proprio successo personale. Possiede tutte le funzioni di base per vendere prodotti online, ed è caratterizzata da una commissione del 2% su ogni articolo venduto.
  • Shopify, a 79$ al mese: lo stadio avanzato del Basic, un necessario salto di qualità da intraprendere se la propria attività online è in fase di espansione. Garantisce funzioni extra quali l’analisi frode, i buoni regalo e il recupero del carrello abbandonato, e vede una diminuzione della commissione per articolo venduto all’1%.
  • Advanced Shopify, a 299$ al mese: l’opzione più avanzata di Shopify, da considerare se le proprie vendite garantiscono un ampio margine di guadagno mensile. Questo piano è adatto alle grandi aziende, in quanto permette di sfruttare un calcolatore automatico di spese di spedizione e la gestione di un massimo di 15 account; inoltre la commissione per articolo scende allo 0,5%.

che cos'è shopify e quanto costaOltre a queste tre possibilità mensili, Shopify permette di risparmiare a chi intende pagare da subito per un periodo che può andare da 1 a 3 anni, ottenendo così un cospicuo sconto sul lungo termine.

Vantaggi e svantaggi di Shopify

Come già accennato in precedenza, il vantaggio primario di Shopify è l'innegabile semplicità: chiunque, anche chi non ha esperienza non solo con le vendite online, ma con internet stesso, scoprirà che la creazione di un account non prevede altro che la registrazione dei propri dati personali.

Tutta la parte tecnica riguardante il software che fa funzione l'e-commerce è superflua, in quanto viene gestita da Shopify, e questo permette al cliente di concentrarsi sulla creazione e sulla personalizzazione del proprio negozio online. A differenza di altri siti e-commerce, non richiede nè installazione nè download, in quanto non necessita dell'acquisto della piattaforma stessa. Parlando invece di complicazioni, occorre dire che, fino a poco tempo fa, il sito presentava alcune pagine visualizzabili dai clienti (nel carrello) esclusivamente inglese, causando ovvi disagi ai meno affini con tale lingua: oggi il problema è, in ogni caso, quasi risolto nella sua totalità.

Tutto ciò non è banale: dimenticarsi di aver un software alle spalle, con relative problematiche tecniche da affrontare ogni volta che si aggiunge un servizio o si modifica qualcosa, è uno dei punti di forza assoluti di Shopify: chiedete a chi ha un negozio online sviluppato su Magento o su PRestashop se può dire la stessa cosa...

A chi può essere utile Shopify?

Sconsigliato a smanettoni e a chi vuol perder tempo, Shopify può enormemente semplificare la vita a chi si approccia per la prima volta alle vendite online, per via della sua immediata disponibilità e della sua innegabile semplicità; allo stesso modo può risultare molto utile alle grandi aziende (è già sfruttato da Redbull e Nestlè, per citare due colossi), poichè il piano d’azione avanzato permette la gestione delle vendite con statistiche precise e fornisce un prezioso calcolatore per le spese aziendali. Infine, la fluidità nel passare da un piano mensile all’altro permette di adattarsi alla crescita o alla diminuzione delle proprie vendite, guadagnando o risparmiando in base alle occasioni.

 

scarica qui il documento 10 cose da fare per avviare un e-commerce

 

Scritto da Francesco Gremes

Inbound training

Francesco Gremes