Le due piattaforme di e-commerce più popolari oggi sono Shopify e WooCommerce. Sono anche opposti completi: uno è un software proprietario gestito da una società nordamericana da miliardi di dollari, l'altro è una piattaforma open source a cui migliaia di persone contribuiscono e milioni di persone utilizzano gratuitamente.

Ma WooCommerce sta lentamente perdendo in questo gioco. È un componente addizionale di Wordpress, un plugin "freeware" per trasformare il tuo sito Wordpress in un "e-commerce". È una soluzione di compromesso, perché il core è nato per gestire blog ed è cresciuto negli anni per fare "di tutto". Inoltre, ha un processo di installazione complesso che richiede uno sviluppatore esperto o un'enorme quantità di tempo e pazienza da parte del nuovo utente. Confronta questo con i pochi click per iniziare un ecommerce su Shopify e avere un negozio online in qualche minuto, pronto a partire alla grande sulla spinta del tuo webmarketing.

 

Questo articolo è apparso sul blog di Woocart, la società che sviluppa Woocommerce. Qui sotto riporto tradotti i vari punti dell'articolo originario, e sotto ad ogni punto replicherò alle argomentazioni della società.

Premesso: io non sono contro Woocommerce. Se sei un ragazzo che vende t-shirt autoprodotte e abbastanza smanettone, allora go for it (anche se, in questo caso, perché non provare Threadless?). Dire che Woocommerce è un prodotto di livello aziendale, scalabile e in grado di gestire la miriade di variabili che inevitabilmente prendono piede...beh, allora non ci siamo, state valutando cose che non esistono, modello discussione sui libri di testo del primo anno di Harry Potter.

>> Per approfondire leggi anche l'articolo: WooCommerce o Shopify: un confronto diretto

Ready. Set. Go!

Vediamo cosa hanno scritto questi che di Woocommerce, e di gente che fa accrocchi, ci campano.

 

a. Shopify è un software... proprietariooooooo!

Ma il successo di Shopify è negativo per tutti tranne Shopify. Innanzitutto, è un male per gli utenti. Shopify è una piattaforma proprietaria, un giardino recintato dove gli investimenti vengono persi non appena esci.
Hai acquistato un design per $ 1000, plugin per $ 500 e pagato uno sviluppatore $ 500 per personalizzare tutto? Parti e ... * Poof * Tutto quel tempo e denaro sprecato.

 

La stessa cosa succede anche se esco da Woocommerce e passo a Magento o a Prestashop o a Shopify.

Tutti i soldi che ho speso per farmi creare il template più bello del mondo? *Poof* Tutti quelli che ho speso per i plugin? * Poof * Lo sviluppatore? * Poof *

 

 

 

Questo succede ogni volta che il cliente si accorge che la piattaforma con la quale ha cominciato non riesce più a scalare con il business. Non stresserò mai abbastanza l'importanza di questo. Se vuoi attivare una strategia o un business e commerce, DEVI avere una piattaforma che sia il più scalabile possibile.

Vuoi iniziare da zero, senza nessuna competenza? Può anche essere.

Ma invece dei 2.000$ e del tempo perso per creare lo store Woocommerce perfetto, non era più semplice spenderne 120$ per un template base, 29$ per 3 mesi, verificare, sperimentare e iniziare a vendere da subito?

 

b. Ti possono disattivare il negozioooooooo!!!!

Andiamo oltre, cosa scrivono poi?

Inoltre, sei completamente dipendente dalla loro buona volontà per mantenere attivo il tuo negozio. Vendi da un paese non gradito a Shopify? * Poof * Vendi qualcosa che decide che non vogliono più? * Poof * Prima che tu te ne accorga, centinaia di ore e migliaia di dollari spesi per personalizzare il tuo negozio Shopify sono finiti.

Vero.

Shopify può decidere irrevocabilmente di eliminare l'account e l'intero sito.

Ma sicuramente tu non lo usi per vendere Ray-Ban contraffatti, Stone Island Made in Etiopia, allora sono perfettamente d'accordo con loro.

Indovinate in cosa sono fatti la maggior parte dei siti di phishing e fraudolenti nella gran parte del web? Cosa? Chi ha detto là in fondo "Woocommerce"? Boh, non si sa... ma qual è la cosa che costa meno, serializzabile e senza alcun controllo?

 

c. I monopoliiiiiiiii!

Fa male anche a Internet nel suo insieme. Internet è già molto monopolizzato. La maggior parte degli acquisti online viene effettuata su Amazon. Noi non cerchiamo le cose, ci affidiamo a Google. Facebook conosce di più di noi rispetto ai nostri amici e familiari. Poi c'è eBay, TripAdvisor, AirBnB, ... possiamo andare avanti e avanti. Conosciamo tutti le insidie dei grandi monopoli. Vuoi davvero aiutare un'altra gigantesca corporazione americana a monopolizzare un'altra parte di Internet?

Le persone usano Google, Facebook, Amazon e altro perché sono facili da usare. Dobbiamo andare oltre all'idea che "libero è meglio".

 

 

Apple l'aveva capito già un sacco di tempo fa, quando ha deciso di blindare il codice di tutti i dispositivi e OS. Mia cugina non vuole dover pensare di aggiornare il PHP del server Linux all'ultima release. Mia cugina pensa che il python sia un serpente pericoloso. I proprietari di business aprono un ecommerce perché vogliono fare business, e vendono su Amazon, Facebook, Instagram, qualunque cosa. Pur di guadagnare.

Perché non stai salvando il mondo se ti rifiuti di acquistare da delle multinazionali. Stai solo scegliendo il miglior servizio che un'azienda può offrire.

 

d. Alla fine anche loro ci arrivano?

Ma possiamo anche capire perché le persone lo fanno. Alla fine, se la rottura di scatole a breve termine è troppo forte, allora non pensiamo a cosa può accadere a lungo termine: A chi importa Shopify che monopolizza lo spazio eCommerce se non riesco a ottenere il mio negozio in 5 giorni con WooCommerce ?! O: Non so nemmeno se il mio negozio farà soldi e non spenderò una settimana del mio tempo per imparare WooCommerce solo per vederlo fallire in una settimana.

Beh, alla fine ci sono arrivati anche loro.

È esattamente così. Il tempo è un bene prezioso. È tempo che devo dedicare alla scelta dei prodotti migliori, all'ottimizzazione e alla cattura dei lead, dei prospect, al branding e al marketing del mio store.

Non tempo che devo dedicare a risolvere problemi tecnici, o che dopo aver fatto una campagna marketing molto costosa il mio sito non riesca a reggere il colpo e crolli come una torta senza ripieno.

 

e. Loro per l'opensource (ma ca##o l'opensource per chi ha un ecommerce non è un modello di business!)

Siamo grandi sostenitori dell'open source. Utilizziamo soluzioni open source e pubblichiamo contributi open source. Sappiamo quanto sia grande l'utilità open source per l'intera Internet. Ma sappiamo anche che ha alcuni limiti gravi. Uno di questi, essendo molto comune, è la mancanza di facilità d'uso. Comunemente, queste soluzioni sono create da esperti per il proprio uso senza il pensiero di un anno da principiante lungo la linea. La curva di apprendimento è spesso molto ripida e scoraggiante. Ed è qui che entra in gioco WooCart. Vogliamo portare la facilità d'uso di Shopify a WooCommerce, senza le consegne di piattaforme proprietarie. Ne parleremo di più nel prossimo post sul blog.

 

Beh, questa è un'ottima notizia.

Staremo a vedere.

Proveremo il nuovo software.

E lo analizzeremo punto per punto.

Quello che a loro scappa è che dell'opensource interessa solo chi con l'opensource ci vive, ci smanetta, ci perde tempo: l'opensource non è un modello di sviluppo e di business per chi vende magliette, scarpe o rubinetti online. L'opensource, quando affronti un progetto ecommerce, è alla stregua di "mi coltivo le mie verdure e mi faccio la nutella in casa con le mie nocciole per non dare soldi alle multinazionali, contro i monopoli".

Mi vengono in mente quei 4 gatti supernerd che si costruiscono il telefono in casa assemblando componenti e scrivendosi il software, per non subire il monopolio di Apple o di Google, o che utilizzano un vecchio telefono Motorola Startac per non essere tracciati.

Ora, liberi di fare tutto: ma non mi sembrano ragionamenti da imprenditori digitali che vogliono fare business vendendo online.

 

Scopri Shopify   scarica il nostro ebook gratuito per conoscere l'ecommerce con cui aprire il  tuo store online