Sommario

Amazon oggi è indubbiamente il più grande ed importante negozio online del nostro tempo. A chi non è mai capitato di voler vendere non solo attraverso il proprio sito e-commerce, ma anche attraverso marketplace? In molti si chiedono se è effettivamente vantaggioso utilizzare questo colosso per far conoscere il proprio brand online. La risposta è: sì.

Come?

Vediamolo insieme partendo dai vantaggi che Amazon comporta.

 

I vantaggi di usare Amazon

I vantaggi non si possono contare. Noi comunque prenderemo in considerazione i cinque principali. Tanto per farci un'idea di base.

 

Guadagni di più

Non si può negare che, vendendo su un qualsiasi marketplace, apri il tuo negozio a un pubblico molto più vasto rispetto a quello del negozio fisico. Puoi raggiungere decine di milioni di clienti, rendendo i tuoi prodotti più facili da trovare, e di conseguenza acquistare.

Per fare un esempio pratico: se decidi di aprire la tua attività all'interno di un grande e famoso centro commerciale, è chiaro che la tua vetrina passerà sotto lo sguardo incuriosito di molte, moltissime persone che sicuramente la noteranno. Già questo è un super punto a favore.

 

Sei protetto dalle frodi

Amazon mette a disposizione di tutti una serie di sistemi di sicurezza che impediscono a te e ai tuoi clienti di cadere nell'infida trappola della frode. Può decisamente essere considerata una piattaforma affidabile, grazie alla sua più che ventennale esperienza nel mondo dell'e-commerce.

 

Vendi in EU

Con un solo account puoi raggiungere i clienti attraverso i cinque mercati europei - Amazon.it ,Amazon.co.uk, Amazon.de, Amazon.fr e Amazon.es-, gestendo tutte le tue offerte in questa vasta area.

Considerando che Amazon propone più di 20 categorie di prodotti disponibili, hai la possibilità di vendere una quantità cosmica di prodotti anche nel solo territorio Europeo.

 

Abbatti i costi

Volendo raggiungere lo stesso pubblico con uno o più negozi, i costi sarebbero ovviamente maggiori che online.

Ricordiamoci anche che Amazon offre un servizio di logistica che consente di privarsi del proprio: puoi inviare i tuoi articoli al centro logistico che verranno poi spediti al momento dell'acquisto. Da questo punto di vista potresti davvero dire addio alla fatica di dover provvedere tu stesso a questo procedimento. Altra chicca sulla Logistica di Amazon: i tuoi articoli saranno disponibili per la consegna gratuita con Amazon Prime.

 

Risparmi un sacco di tempo

Grazie alla procedura - piuttosto semplice - di vendita Amazon, la tua impresa ha la possibilità di crescere impiegando una quantità di tempo che può essere minore rispetto a quella necessaria con un normale negozio fisico. Riceverai inoltre un'assistenza a te dedicata e avrai a disposizione sia il suo e-commerce, sia tutti gli strumenti e le opzioni di customizzazione disponibili.

 

Come dicevo i vantaggi non si fermano qui

Più passa il tempo e più grande diventa il numero di persone che acquista online. Muoversi oggi, sebbene il mercato dell’online sia già affollato, consente di trovarsi in vantaggio rispetto a chi resta ancorato alle vecchie logiche del commercio.

 

Come diventare un venditore Amazon

 

Decidi cosa vuoi (e cosa puoi) vendere

E' importante sapere che esistono Categorie che necessitano l'approvazione alla vendita e che possono essere aggiunte all'inventario solo previa specifica autorizzazione di Amazon (escludendo i rivenditori professionali).

Perché queste restrizioni? Semplice: l'accesso a queste categorie è limitato per riuscire a garantire gli standard di qualità dei prodotti venduti e dell'inventario. Tutto questo per proteggere e creare fiducia nei clienti Amazon nell'acquisto di prodotti di qualsiasi categoria.

Amazon offre poi oltre 20 categorie che non richiedono alcuna approvazione preventiva alla vendita. Di queste, sono consentite solo in condizioni Nuove, altre ancora hanno invece specifiche linee guida da seguire.

 

Seleziona il tuo piano di vendita

Distinguiamo fin da subito le tipologie di venditore Amazon. Ci sono quelli che pensano di realizzare un numero minore di 40 vendite al mese (Account di Base), e chi al contrario ritiene di realizzarne più di 40 al mese (Account Pro).

Nel primo caso l'Account Base farà al caso vostro, nel secondo potete abbonarvi all'Account Pro.

Vediamo nel dettaglio le differenze tra questi due tipi di Account.

 

Se parti da zero, soprattutto se sei alle prime armi con la vendita online, il mio consiglio è quello di cominciare a prendere dimestichezza attraverso l’Account Amazon Base.

Il concetto è maturare esperienza: comincia con inserire nell’ inventario i tuoi primi prodotti e a crearne le schede.

 

Il piano tariffario degli Account Base di Amazon prevede tre tariffe:

  • commissione di chiusura fissa: una commissione fissa che Amazon applica su ogni vendita (soggetta a una tariffa pari a 0,99 euro);
  • commissione per segnalazione: è una commissione variabile che Amazon applica a seconda della categoria dell’articolo per la segnalazione del prodotto;
  • commissione variabile di chiusura: quando si tratta di libri, musica, video e DVD, accanto a quella di segnalazione, Amazon applica anche una commissione variabile di vendita.

N.B:

  • Con l’Account Base non potrai accedere alla Buy Box;
  • L’ Account Base ha varie limitazioni sulle sponsorizzazioni dei prodotti ed eventuali modifiche alle schede prodotto;
  • Presenta meno funzionalità rispetto all’Account Pro.

 

Invece, se il tuo obbiettivo è di vendere “seriamente” su Amazon, dovresti prendere in considerazione la registrazione come venditore Amazon Pro.

 

Il piano tariffario degli Account Pro prevede:

  • quota di abbonamento mensile: quota fissa che ogni venditore Pro di Amazon deve pagare come quota minima di 39,00 euro al mese;
  • commissione per segnalazione: è una commissione variabile, a seconda della categoria del prodotto, che Amazon applica sul prodotto venduto per la segnalazione all’ acquirente;
  • commissione variabile di chiusura: è una commissione variabile applicata da Amazon sui prodotti cosiddetti Media: libri, musica, video e DVD.

Per quanto riguarda la commissione per segnalazione e la commissione variabile di chiusura, suggerisco di fare direttamente riferimento al sito di Amazon.

 

Dopo la registrazione

Se la registrazione al marketplace risulta semplice, diventare un vero e proprio Venditore Amazon lo è relativamente.

Chiunque (quasi), può diventare venditore: il solo aprire un account non significa necessariamente che stai vendendo.

Toglietevi dalla testa di poter far tutto in velocità e soprattutto da soli, non funziona così.

Elenchiamo alcuni aspetti che un buon venditore Amazon dovrebbe possedere:

  1. L’esperienza nelle vendite (che non deve essere a tutti i costi l’esperienza online)
    Trova qualcuno che possa aiutarti. Nessuno di noi può far tutto e se dice il contrario, probabilmente non lo farà poi così bene. Impara tu stesso e contemporaneamente impara a delegare. In questo campo conta l’esperienza effettiva – un po’ come il primo lavoro. Quanto tempo è passato prima di riuscire a dire “ Sò quello che sto facendo. Sono esperto “. Ci vorrà del tempo per ingranare. Sia per te che per i tuoi collaboratori.
  2. Sai fare i conti?
    Sei sicuro di riuscire a stimare quanto davvero rende, a livello economico, un singolo prodotto? Molti falliscono perché confondono profitto, IVA a credito, IVA a debito, fatturato, costi di logistica e di magazzino, ecc.
  3. La negoziazione
    La negoziazione è in pratica ottenere il prezzo e le condizioni migliori  dei prodotti che andrai poi ad acquistare dai fornitori. Naturalmente la negoziazione è legata all’informazione e all’esperienza che possiedi su concorrenza, prodotti e la tua categoria di vendita. Importante: su Amazon la battaglia principale si combatte sul prezzo, ricordiamocelo.
  4. La voglia di migliorare
    Immagino che per molti possa risultare difficile ma per essere un venditore di successo c'è bisogno di un po’ di sana umiltà. Tutti laureati all’Università della Tuttologia, Livello Super Sayan di 5° livello.
    Il fatto è che non ci si improvvisa. Insomma, studia.
  5. Segui i Trends
    Sfrutta le mode. Sfrutta la stagionalità.
    Se l’esperienza ti dice che a Settembre si venderanno gli smanicati, risulterà cosa buona e giusta stoccarli ad Aprile, quando nessuno compra gli smanicati perché il costo dei tuoi fornitori è basso.

 

Vendere su Amazon è molto più complesso del “caricare prodotti a caso” sulla piattaforma e rimanere pacificamente seduti ad aspettare che qualcuno acquisti.

Quindi: mettiti a tavolino, valuta e pianifica la tua strategia nel dettaglio, studia e poi …

inizia a vendere!

 scarica qui il documento 10 cose da fare per avviare un e-commerce