Ecommerce o non ecommerce, questo è il problema. Ma se ecommerce deve essere, una chance dovete darla a Shopify. 

Per chiunque abbia intenzione vendere sul web, scelta che al giorno d’oggi sembra sepre di più quasi d’obbligo, una questione di cruciale importanza risiede nella scelta della piattaforma e-commerce più adatta alle proprie necessità: è difficile dare dei giudizi oggettivi su quale sia la migliore in termini assoluti, in quanto le caratteristiche di ognuna possono andare incontro a diverse esigenze.

Le piattaforme di ecommerce più diffuse sono Shopify, Prestashop, Magento, Woocommerce e Opencart: tutte sono altamente personalizzabili e potenzialmente adatte per un sacco di casistiche di aziende pronte ad andare online per vendere, anche se ognuna presenta i suoi pregi e suoi difetti e va incontro a esigenze diverse. Ma solo una di queste ha fatto del suo essere in cloud, non essere opensource (e decisamente molto user friendly) la sua ragione di essere.

Su questo post ci focalizzeremo sui vantaggi di questa piattaforma ecommerce unica nel suo genere, Shopify (vedi il post “Che cos’è Shopify?” per avere un'idea più chiara di cosa si tratta) e sulle sue principali funzionalità, che la rendono differente da tutte le altre. 

10 vantaggi di Shopify

1. Pronti a partire in pochissimo tempo

Il primo grosso vantaggio rispetto a tante altre piattaforme di e-commerce, è che Shopify è "ready to go", pronto a farti partire con la vendita online in tempi molto rapidi... e questo proprio grazie alla sua natura, quella di essere una piattaforma in cloud che non richiede un'installazione su un server.

2.  Non servono competenze tecniche, informatiche o di programmazione

Per avviare il proprio commercio online Shopify, proprio perchè basta crearsi un account sulla piattaforma, non richiede nessun tipo di sforzo tecnico: infatti basteranno pochi minuti e qualche informazione per creare un proprio account, senza bisogno di installazioni o download, e da lì, iniziare a configurare spedizioni,  attivare sistemi di pagamento, scegliere le pagine ed inserire i prodotti.

3. Shopify è veramente facile da usare

Viene quasi come una conseguenza naturale di questa impostazione di modello di business, che quelli di Shopify, pensandola facile, hanno fatto di tutto per renderlo è semplicissimo da usare: questa piattaforma fonde le funzionalità avanzate, in grado di accontentare tutti i palati più esigenti, con una curva di apprendimento estremamente abbordabile. Ed è proprio questo essere allo stesso tempo estremamente facile e completo che le fa guadagnare di diritto un posto sul podio delle migliori piattaforme e-commerce al mondo.

4. Si può usare senza consulenze o formazioni esterne

Tutto questo significa che Shopify è gestibile facilmente da chiunque, mettendosi di lena a studiare un po', senza grande bisogno di consulenze esterne: è alla portata anche di principianti nell’ambito del software e dell'informatica e dei neofiti in ambito ecommerce.

5. Assistenza dedicata 24 ore su 24

shopify help center

Per qualsiasi tipo di problema, nella gestione quotidiana del proprio esercizio commerciale online, Shopify offre un unico servizio di supporto attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, cosa che nessun’altra piattaforma e-commerce propone. E se qualcuno ci prova, non siamo certamente a questo livello. L'assistenza H24 di Shopify è uno dei motivi per i quali non ci si dovrebbe pensare molto, in fase di software selection: infatti, al di là della fase di partenza del proprio business online, quello che poi fa la differenza per chi sta vendendo e servendo dei clienti paganti, è che non sei solo di fronte ai problemi. Perché, signori, quando gestisci una piattaforma che vende, qualche intoppo arriva sempre. Ma quando non sei lasciato a te stesso, solo ed inerme di fronte ad una disfunzione del software opensource, ti cambia la vita. In meglio, intendo.

Shopify ha una sezione dedicata del sito: "Shopify Help Center" ricchissima di tutorial, guide, FAQ e How-To. Oltre naturalmente all'assistenza dedicata.

Facciamo un'ipotesi di quello che può accadere con un software opensource: ti installi Prestashop, inizi a vendere e il tuo business online va mediamente bene. Un giorno salta fuori che vuoi fare il ritiro al piano della merce vecchia dei tuoi clienti, e la integri come opzione a pagamento, o sviluppando la funzionalità direttamente con i tuoi sviluppatori all'interno della piattaforma o trovando un modulo che funziona, dallo store di Prestashop. E ipotizziamo che, con la tua configurazione di sistema, questo modulo faccia emergere un bug di Prestashop minore, che la comunità di sviluppo di Prestashop non è interessata a risolvere tanto in fretta. Non certamente in fretta quanto tu ne avresti bisogno, perchè questo problema è bloccante. Che fai? Storia successa. Ma non una volta: in termini e modalità differente l'abbiamo vista succedere molte volte. Perché "opensource" significa che se qualcosa non funziona, la colpa non è dell'agenzia che ti ha sviluppato l'ecommerce. Opensource significa pregare che vada sempre tutto bene, sennò, se devi mettere mano al portafoglio, ti passa la voglia di raccontare agli altri che la tua piattaforma di ecommerce è "gratis".

Vuoi un progetto iperpersonalizzato con una piattaforma opensource? Metti da parte un bel budget, anche per gli interventi che chiederai ai tuoi sviluppatori in fase di gestione del negozio, almeno finché tutto non sarà allineato e asservito alle logiche del tuo business online.

6. Un sacco di template grafici pronti all'uso

shopify negozio temi grafici.jpg

Una volta creato in pochi click il proprio account, ci si può dedicare ala personalizzazione grafica del sito: sono presenti temi grafici sia gratuiti che a pagamento, a seconda delle preferenze. Parliamo du una sezione importante del sito, il "Negozio dei temi grafici di Shopify".

La cosa veramente interessante, e che anche qui costituisce un momento di differenziazione rispetto agli store di temi degli altri ecommerce, è che difficilmente queste grafiche entrano in conflitto con le funzionalità del vostro ecommerce.

Ed è proprio per la natura "chiusa" e in cloud del sistema di Shopify, che permette un maggiore controllo e un'aderenza agli standard vicina all'assoluto. Quindi, si parte, si sceglie il tema più adatto all'uso e più vicino alla propria sensibilità e via...

Questo comunque non significa che non si possa "lavorare" da questo punto di  vista, anzi: le personalizzazioni grafiche spinte sono alla portata di grafici e webdesigner abituati a lavorare con html, CSS e javascript, ovviamente con particolare attenzione all'ambiente all'interno del quale ci si trova. Un'azienda che sviluppa progetti di ecommerce su Shopify può tranquillamente costruire un tema grafico da zero per la tua azienda. 

7. Un mondo di funzioni a portata di click

app store shopify

Uno dei vantaggi senza dubbio più evidenti, per chi si avvicina al mondo di Shopify, è il negozio di applicazioni, l'App Store di Shopify. Esattamente come il più famoso "Apple Store", il nostro ha la possibilità di accedere ad un mondo di applicazioni e nuove funzionalità per l'ecommerce che stiamo costruendo o che già abbiamo avviato. Perché, uno dei grandi vantaggi di una piattaforma in cloud, è la scalabilità, ovvero la possibilità di crescere con gli investimenti, il tempo da dedicare allo store e con le funzionalità erogate dal proprio ecommerce, mano a mano che cresce il business. Intanto inizia, comincia a vendere e porta a casa dei soldi. Con quelli, se vuoi migliorare quello che hai, i servizi che eroghi e come funziona il tutto, investi per una crescita armonica del tutto. 

E, da questo punto di vista, Shopify è una garanzia. L'App Store ha tutto quello di cui hai bisogno per implementare funzionalità che possono supportare il tuo business: piattaforme per la gestione delle affiliazioni, sistemi per creare popup pubblicitari, software per la gestione delle gift card... e chi più ne ha più ne metta.

8. Il costo di Shopify

prezzi shopify

Parliamo ora dei costi di Shopify. Perchè sì, per usare Shopify si paga un fee mensile e una percentuale sulle transazioni . Molti considerano questa caratteristica come un punto a sfavore della piattaforma, ma fermiamoci a riflettere su questo: Shopify offre un servizio puntuale e dotato di assistenza gratuita, permettendo di iniziare a vendere online seduta stante. Il punto è che si paga per il servizio, la qualità di una piattaforma ben strutturata e organizzata, la quale presenta tre tipologie diverse di abbonamenti mensili, sulla base delle esigenze e delle aspettative dei propri clienti:

  • 29$ al mese, servizio di base, per chi vuole intraprendere i suoi primi passi nel mondo degli e-commerce;
  • 79$ al mese, servizio intermedio, per chi ha una buona attività con dei discreti margini di guadagno;
  • 299$ al mese, servizio avanzato, per le grandi aziende che necessitano di strumenti di calcolo delle statistiche precisi e complessi.

Altre piattaforme, come per esempio WooCommerce, sono "gratuite", ma attenzione comunque: "opensource non significa gratis",  e, come abbiamo visto prima, possono presentare svantaggi notevoli, perchè nessuno è responsabile di eventuali bug bloccanti della tua piattaforma. E se questo non ti sembra un limite quando inizi, il primo giorno in cui metti fuori la testa e va online, nel momento in cui stai vendendo, incassando denaro in un flusso quotidiano... beh, i tuoi problemi potrebbero iniziare. Per questi motivi Shopify  vale abbondantemente i soldi che costa, poiché non soffre di queste seccature. 

Anche perchè, per avere un negozio online, 30 dollari al mese sono veramente una sciocchezza... e se pensi di non poterteli permettere, forse è meglio che tu stia distante dal mondo online, da molti anni oramai non più terreno del gratis.

Il pricing di Shopify, per chi vuole fare business online, è uno dei punti a favore della piattaforma in modo assoluto.

9. La possibilità di provare la piattaforma, prima di decidere se fa per te

In ogni caso, Shopify, per permettere a chiunque di testare la bontà del prodotto, offre 14 giorni di prova gratuita prima dell’attivazione di uno dei tre canoni (senza però l'attivazione dei pagamenti, quindi solo per un uso votato allo studio e all'analisi del prodotto).

10. L'integrazione "nativa" con HubSpot e la sua marketing automation

Da quando HubSpot ha annunciato l'integrazione piena di Shopify con il suo sistema, si è aperto un mondo di nuove possibilità per chi sceglie di costruire il suo ecommerce con Shopify (se non sai cos'è, vai a leggerti l'ebook gratuito "Cos'è Huspot"). Significa, in soldoni, che quando un cliente compra, i suoi dati vengono importanti all'interno di Hubspot e, da quel momento, inizia il tracciamento dei comportamenti dell'utente sul sito: potrai sapere che pagine vede, quante volte le vede, da quanto non torna sul sito, che email apre e quali non apre di quelle che gli invii...e un sacco di dati che potrai combinare per creare azioni specifiche sul singolo utente che compie una serie di interazioni con i tuoi contenuti.

Facciamo un esempio: potrai preparare un'email con una promozione del 20% sulle tastiere da computer, che verrà inviata ad un utente, dopo 5 minuti che questi ha visto almeno una pagina della categoria "tastiere per computer", e che non compra da minimo tre mesi. Anche qui, so che per qualcuno potrebbe essere un nuovo argomento e la trattazione del tema potrebbe sembrare ostica: per agevolarvi, nel caso siate interessati ad approfondire, ecco un ebook gratuito, "Introduzione alla marketing automation". Se lo scaricate e lo leggete, i vantaggi dirompenti del punto 10 vi apriranno un mondo di possibilità.

Grazie alla marketing automation di HubSpot si entra nel marketing contestuale, "the right content, to the right person, at the right time".

E alla fine...Il tuo negozio (e non il sistema che usi) è al primo posto nei tuoi pensieri

Diretta conseguenza di tutta questa semplicità di Shopify è la possibilità di concentrarsi unicamente sulla cosa importante, quella che conta in ogni business online, ovvero sulla gestione del proprio negozio: una volta creato l’account e messo online il proprio store, non ci si dovrà più preoccupare di dettagli tecnici, si potrà pensare esclusivamentea vendere e a guadagnare, grazie ad un mondo di servizi che Shopify mette a disposizione.

Conclusione: Perchè dovresti scegliere Shopify?

La sua semplicità, unita alla sua grande versatilità, rendono Shopify la piattaforma più completa per iniziare e continuare il proprio e-commerce in maniera autonoma e sicura: e proprio l'autonomia e la sicurezza sono i due massimi elementi di valore che portano Shopify al di sopra delle altre piattaforme. Se la domanda, a questo punto, dovesse essere "Perchè scegliere Shopify", beh, andate a rileggervi i punti espressi in questo post. E se non bastasse una volta, tornateci. Scegliete comunque altre piattaforme? Non venite a piangere: noi ve l'avevamo detto.

 

 scarica qui il documento 10 cose da fare per avviare un e-commerce

 

Scritto da Francesco Gremes

Inbound training

Francesco Gremes