HubSpot marketing è una piattaforma all-in-one per il web marketing che permette di gestire le azioni di comunicazione digital secondo la metodologia inbound. Scopriamo insieme le funzionalità e i vantaggi di HubSpot Marketing

HubSpot Marketing

Questo significa che tutti i suoi strumenti sono integrati, lavorano tutti assieme ed in più il principio secondo cui lavorano è finalizzato ad attrarre contatti interessati sul tuo sito aziendale e convertirli in clienti reali che fanno crescere il tuo fatturato. Per capire meglio come funziona questa piattaforma, proviamo a ”spacchettare” in tre maxi funzionalità tutti gli strumenti che HubSpot ha a disposizione per la lead generation: HubSpot Marketing, Sales e CRM.

Qui parleremo di HubSpot Marketing, cioè quella parte di suite che comunemente viene chiamata semplicemente HubSpot; quella più conosciuta e quella più ambita dai responsabili marketing e dai commerciali perchè fornisce tutti gli strumenti necessari per fare web marketing.

 

Scopri HubSpot  metti il turbo alla generazione di lead e alla loro qualificazione commerciale

 

Che cos’è HubSpot Marketing

Secondo la metodologia inbound, di cui abbiamo già parlato, lo scopo delle nostre azioni on line è in primis quello di attrarre persone che ancora non ci conoscono sul nostro sito, ma non indistintamente tutte le persone, bensì solamente quelle che sono interessate alla nostra azienda/prodotto. Cosa significa questo? Significa non perdere tempo ed energie; significa parlare con persone potenzialmente interessate già al nostro business; significa avere maggiori probabilità di concludere con un nuovo cliente perchè conosciamo quello di cui ha bisogno, quello che sta cercando e riusciamo a contattarlo nel momento giusto.

Come funziona

Proviamo a spiegare meglio le funzionalità di HubSpot Marketing:

Il blog: proporre contenuti e informazioni che interessano al tuo cliente ideale è fondamentale per attrarre sul tuo sito aziendale proprio le persone interessate a quei contenuti. HubSpot permette di gestire il tuo blog aziendale e farti conoscere, incuriosire il visitatore, farti apprezzare e se sei bravo farti scegliere!
Un indicatore SEO integrato ti permette di ottimizzare al meglio ogni pagina del blog o del sito, utilizzando le parole chiave più idonee per farti trovare dal tuo possibile cliente.

Newsletter: un potente strumento per inviare e-mail in modo automatizzato, scegliendo varie liste di contatti o singoli lead. Liste di contatto che tu stesso hai predisposto scegliendo le caratteristiche che devono avere i tuoi contatti per quel determinato contenuto e-mail.
Stai pensando che è quanto fa più o meno Mailchimp, mailforce o MailUp? Più o meno… appunto! Ricordiamoci che qui tutto, ma proprio tutto è integrato! Ed è questo che fa la differenza tra HubSpot e gli altri strumenti per l’email marketing.

Social: gestione dei principali Social network (Facebook, Twitter, LinkedIn ecc.) in modo integrato, ciò significa che hai la possibilità di pubblicare i tuoi contenuti attraverso un’unica piattaforma senza dover loggarti ogni volta sul singolo Social. Non solo… i contatti e le interazione sui post pubblicati vengono monitorati e confluiscono in un’unico sistema che analizza le performance. Ciò significa che tu in un’unico luogo trovi i dati dei risultati dei post di Facebook, Twitter, LinkedIn…; non devi monitorare un Social alla volta.
Inoltre, funzionalità che non va sottovalutata, è la possibilità di condividere i profili personali di Facebook, Twitter e di LinkedIn dei propri dipendenti (oppure no, se non desiderano condividerlo) con quello aziendale; così facendo un post pubblicato sul porfilo aziendale sarà pubblicato anche sui provili privati condivisi aumentando la possibilità di essere visto.

Creazione di landing page, contact form, call-to-action diversificate a seconda dell’obiettivo che ti proponi: queste possono essere integrate alle altre funzionalità di HubSpot Marketing. Ma c’è di più… la piattaforma Hubspot mette a disposizione un hosting (puoi importare il tuo sito preesistente oppure crearlo ex novo direttamente in HubSpot). Questa opzione permette di attivare degli smart content, cioè ogni utente che visita il sito aziendale vedrà testi, immagini, form ecc. personalizzati.
Personalizzati secondo le sue abitudini di navigazione, alle ricerche effettuate sul web, alle pagine che ha visitato, ai post dei Social con cui ha interagito, alle e-mail che ha letto e a quelle che non ha letto, al dispositivo da cui ha effettuato la navigazione (desktop, piuttosto che mobile, piuttosto che tablet).

Liste contatti: ogni azione, o non azione, che una persona effettua sul tuo sito aziendale, le pagine che guarda, i link che clicca, le interazioni sui post dei tuoi Social, le e-mail che apre e quelle ignorate, i form che compila ecc… sono tutti dati che vengono raccolti e servono all’uomo di marketing per segmentare i contatti acquisiti. Una segmentazione che può diventare sempre più dettagliata, con l’ausilio della marketing automation, e che serve a capire in quale fase del Buyer’s Journey si trova il nostro lead.
Perchè ricordiamoci che l’obiettivo di un’azienda che utilizza HubSpot è fare business!

E qui ci colleghiamo alle altre due maxi funzionalità della piattaforma HubSpot: il CRM che gestisce tutti i dati raccolti con HubSpot Marketing e il Sales che si occuperà di condurre il lead all’acquisto proprio nel momento in cui è propenso a diventare nostro cliente.

Quali sono i vantaggi

Spiegando le funzionalità di questa piattaforma spero siano risultati chiari anche i vantaggi di utilizzare un software come HubSpot, ma vediamo di spiegarli da un punto di vista "orizzonatale":

Per capire i vantaggi di HubSpot basterebbe paradossalmente usare questo potente software e tutte le sue potenzialità sarebbero molto chiare… ma capendo che è difficile buttarsi a capofitto – come abbiamo fatto noi – proviamo a spiegare cosa può fare per chi non l’ha mai provato.

Chi fa il commerciale, ha a che fare con liste di contatti, telefonate a freddo o tentativi di catturare l’interesse del proprio pubblico, sa bene quant’è difficile trovare nuovi clienti… Ecco che spesso si cercano alternative e nuove strade che garantiscano un rendimento migliore e permettano di aumentare il fatturato dell’azienda (e le proprie commissioni).
Per fare questo, HubSpot propone una metodologia che si chiama inbound marketing: l’inbound ha come obiettivo quello di attrarre visitatori sul proprio sito internet aziendale (che si trasforma in un asset digitale determinante) e di convertirli in lead, per portarli all’interno di liste segmentate e  trasformare questi lead in clienti.

Come ci riesce? Utilizzando tutti gli strumenti e le tattiche del digital marketing, che qui si mettono in fila e vanno a servizio della lead generation, segmentazione e dell’aumento del fatturato che arriva dal canale online.

Che cos’è HubSpot lo abbiamo già visto, oggi ci occupiamo di scoprire quali sono i vantaggi di HubSpot per l’inbound marketing.

E’ evidente che una tale strategia richiede un’attenzione continua al cliente, capire le sue richieste, le abitudini di acquisto… e intercettarlo al momento giusto, nonché l’utilizzo di molteplici strumenti e canali digitali che devono essere sinergici e complementari. In pratica, un percorso che se fosse condotto con metodi tradizionali comporterebbe un grande impegno di energie, denaro e dall’esito incerto.

HubSpot è la piattaforma che permette di gestire tutto ciò in un’unica soluzione, garantendo vantaggi indiscutibili:

  • Risparmio di tempo: non hai necessità di analizzare i dati dei vari tools/software e confrontarli tra di loro cercando di interpretarli perchè Hubspot convoglia in un unico software tutti i dati raccolti sul web dei tuoi potenziali clienti, analizzandone i comportamenti digitali e la propensione all’acquisto in modo sempre più dettagliato.
  • Risparmio di risorse: non serve imparare il funzionamento di svariati tools/software e magari utilizzare più persone per ciascuno, perché ti basta impararne uno solo ma potentissimo.
  • Ogni buon imprenditore e responsabile marketing/sales sa che tutto questo significa anche un risparmio di denaro; certo, HubSpot non è gratis, ma non lo sono neppure altri tools/software similari, senza considerare che questi ultimi hanno in più le difficoltà accennate quando si utilizzano tanti software diversi.
  • La possibilità di CONOSCERE IL TUO PUBBLICO: grazie alla creazione dei lead, HubSpot permette di segmentare le tue liste contatti in base alle interazioni he i lead hanno con i tuoi contenuti: puoi creare liste a seconda delle pagine viste, delle email aperte, dei link cliccati, dei click ricevuti sui social… combinando tutte queste opzioni.
  • Ma l’inbound marketing è anche “the right content to the right person at the right time“: ovvero, la possibilità di mostrare ad ognuno il contenuto che cerca nel momenti in cui ne ha bisogno. Per questo, con l’utilizzo degli smart content, può mostrare contenuti (immagini, testi, form…) differenti ai lead che appartengono alle differenti liste. Suvvia: un responsabile acquisti e un imprenditore hanno bisogno di essere attirati verso le vostre soluzioni da slogan diversi no?
  • Un altro vantaggio indubbio di HubSpot per fare inbound marketing è la marketing automation: che inbound marketing sarebbe se non ci fosse la nurturing, ovvero l’alimentazione continua del contatto con i contenuti che gli interessano, in base alle interazioni di questo con i nostri contenuti digitali?
  • Avete presente le immagini famose dell’inbound marketing? Cose come questa:
  • cos'è l'inbound marketing

    Bene.. su HubSpot ritrovate tutti questi elementi nel menù di gestione… perchè HubSpot è stato pensato per fare inbound marketing!

Ma il vantaggio maggiore nell’utilizzo di HubSpot è dato dalla sua stessa natura: questa piattaforma è nata per applicare la metodologia dell’inbound marketing che si propone come obiettivo quello di attrarre il visitatore sul tuo sito web, convertire quel visitatore in lead, e trasformarlo poi in cliente (e magari anche in promoter della tua azienda).

Ogni fase del Buyer’s Journey di un cliente necessita di strumenti operativi specifici perchè vada a buon fine; HubSpot gestisce tutti questi strumenti in un’unica piattaforma!

Il costo di HubSpot

Padroneggiare una tale mole di dati, attivare processi di marketing automation tagliati su misura secondo le diverse liste di contatti, gestire le attività sui Social e tanto altro ancora, ha sicuramente un costo.
Si può partire da un pacchetto BASE che racchiude alcuni strumenti e parte da 275 € al mese ma può arrivare fino a 365 € e per iniziare va più che bene.
C’è poi il pacchetto PRO con strumenti e funzionalità ulteriori che parte da 740 € e può arrivare fino a 1.010 € al mese e infine la versione ENTERPRISE con 2470 € al mese che ha tutto ciò che un responsabile marketing può desiderare.
Ma per maggiori dettagli sui vari pacchetti vi consiglio una lettura di questo articolo: i Costi di HubSpot

 

Scarica ebook gratuito

 

Scritto da Giovanni Fracasso

Mi occupo dello sviluppo strategie inbound marketing & sales. Affianco le aziende nel loro processo di digital marketing (blog, contenuti, call-to-action, landing page, SEO) all'interno di una strategia che punti all'aumento dei visitatori, della conversione in lead e trasformazione in clienti.

Giovanni Fracasso