Sommario

Da tanti clienti derivano tante responsabilità, che per essere gestite al meglio richiedono l'ausilio di strumenti dedicati... sai di cosa parlo, vero?

Esatto, di un CRM aziendale. Gli utenti che ne fanno uso crescono ogni anno, grazie ai rilevanti benefici ottenuti, in particolare sulla condivisione dei dati in azienda, sull'automatizzazione dei processi e, ovviamente sulla migliore conoscenza del cliente.

Un CRM, infatti, è molto più di un archivio in cui inserire liste di contatti: è il software che aiuta la parte commerciale a gestire in modo più efficiente il processo di vendita e a capire al meglio le esigenze del potenziale cliente.

Come fare per scegliere la migliore piattaforma? Ogni azienda è diversa e il primo consiglio da seguire è quello di utilizzare un software che faciliti il più possibile il processo di vendita che hai implementato in azienda.

Vediamo ora le caratteristiche da considerare quando si sceglie un CRM da utilizzare in ufficio.

 

Come scegliere il CRM aziendale

Considerare le funzioni aggiuntive

Un CRM, per essere considerato tale, deve possedere delle caratteristiche di base comuni a tutte le piattaforme. Esse sono: la gestione dei contattiil calendario, la gestione dei task e la reportistica di base.

Ma perché fermarsi a queste? Siamo sinceri, un CRM con solamente queste funzioni può essere facilmente rimpiazzato da un file Excel ben elaborato. Le funzionalità per cui vale la pena acquistare un software di questo tipo sono, tra le migliori:

  • Tracciamento delle interazioni dell'utente, ossia tutte le comunicazioni che ha scambiato con l'azienda
  • Integrazione con la casella email, per archiviare tutti i messaggi di posta scambiati con un cliente
  •  L'email marketing, per tracciare l'efficacia delle tue comunicazioni e sapere se un utente ha aperto la mail, se ha cliccato su un link al suo interno oppure se non ha gradito e si è cancellato dalle tue comunicazioni
  • Accesso da mobile, per il quale i tuoi commerciali non potranno che ringraziarti. Immagina di avere accesso a tutti i contatti, ai loro numeri di telefono, alle ultime email scambiate col loro ovunque ti trovi: ciò significa ridurre sensibilmente i tempi di risposta e aumentare la soddisfazione del cliente 
  • Vista della pipeline commerciale. La pipeline permette di dividere il percorso di vendita in fasi distinte e di suddividere ogni lead nella fase in cui si trova. Il CRM tiene traccia automaticamente dei potenziali clienti in ogni passaggio e i risultati che fornisce indicano dove questi si bloccano. Avere una vista di questo tipo aiuta i manager a identificare quei punti deboli ad alto livello e ad affrontare il problema 
  • Integrazione delle piattaforme social. La maggior parte delle integrazioni social consente di pubblicare post su ogni piattaforma e interagire direttamente con i clienti attraverso Twitter, Facebook e LinkedIn

 

Scegliere la facilità di utilizzo 

Un software CRM è destinato ad essere la base di partenza per i commerciali: se lo strumento è difficile da navigare e non è per niente intuitivo, utilizzarlo in modo efficiente diventa quasi impossibile e i risultati aziendali non potranno che risentirne.

Un CRM deve facilitare il tuo lavoro e non ostacolarlo, per questo è importante, prima di acquistarlo, analizzare il processo di vendita interno e la capacità del tuo team di integrare il proprio lavoro con uno strumento così potente.

 

Valutare l'integrabilità con altre tecnologie

Il tuo team potrebbe necessitare di diversi strumenti per organizzare bene le attività, quindi un CRM deve dare la possibilità di poter includere e integrare le proprie funzioni con le attività esterne, dalla gestione dei ticket all'organizzazione dei task interni, fino al tracciamento delle attività aziendali.

Se già utilizzi dei tool specifici, assicurati che si possano integrare con la piattaforma più idonea alle tue richieste.

 

Non rinunciare alle statistiche avanzate

Attraverso dei report personalizzati è possibile scegliere delle metriche avanzate con cui dividere gli utenti in base a:

  • dati demografici
  • fase di vendita
  • "qualità" del lead, ossia la probabilità che un cliente sia più remunerativo di un altro
  • profitti di vendita ecc

Se un CRM ti aiuta ad approfondire l'analisi dei tuoi lead, sarà più facile per il tuo team migliorare il processo di vendita, basandosi appunto sul comportamento tipico del potenziale cliente, arrivando quindi ad ottimizzare la propria strategia di conseguenza e migliorare il tasso di successo dell'azienda.

 

Non dimenticare la scalabilità

Ogni decisione aziendale dovrebbe essere presa pensando al futuro, e il caso del CRM non fa eccezione.

Non solo è importante considerare le esigenze attuali, ma è anche necessario valutare una piattaforma con cui riuscire a soddisfare gli obiettivi a lungo termine, che tradotto significa scegliere un software che cresca con la tua azienda.

 

In conclusione

Indipendentemente da quanto è grande il tuo business, la tua attività ha bisogno di un CRM per organizzare e gestire i processi.

Uno strumento integrabile e completo è la chiave per una gestione vendite efficace, dal momento in cui un semplice visitato si qualifica commercialmente, fino al momento post acquisto, in cui è il momento di trasformarlo in un cliente fedele.

 

scopri perché devi usare un CRM