Mi sentirete più volte ripetere questo concetto in altri articoli. E' basilare che si comprenda fino in fondo, altrimenti non si capisce il senso di cosa stiamo facendo: in sintesi estrema, la metodologia inbound ha come obiettivo quello di attirare in modo naturale visitatori sul tuo sito aziendale, convertirli in lead e da qui trasformarli in clienti (che significa nella maggioranza delle volte... aumentare il fatturato). 

Tenete bene in mente questo fondamentale.
E capiremo allora perchè è importante creare contenuti di valore in una campagna inbound.
Come fai ad attirarlo sul tuo sito? Offrendogli quello che cerca! Quindi contenuti che rispondono all'interesse del tuo possibile cliente. 

Sembra quasi semplice messa così, e in fondo non è poi cosi impossibile, anzi è fattibilissimo.

Quindi ora ci concentreremo su come creare degli ottimi contenuti per sviluppare una strategia di inbound marketing.

 SCOPRI I SERVIZI INBOUND DI ICT(DIGITALTHINK)

 


Abbiamo già parlato dell'importanza di identificare i Buyer Persona in modo puntuale e concreto.
Ora che sappiamo chi sono le persone a cui ci vogliamo rivolgere, le persone che desideriamo avere come nostri nuovi clienti... possiamo pensare più facilmente quali sono gli argomenti che potrebbero interessare loro, i contenuti che vanno cercando nella loro navigazione su web; i contenuti che li possono attrarre sul tuo sito aziendale, le informazioni che rispondono con un plus alle loro domande e necessità.

Dobbiamo in sunto creare dei contenuti personalizzati per ogni singolo Buyer Persona identificato.
Per esempio, il Persona Dario Grandi, responsabile marketing di un'azienda vitivinicola che vuole trovare nuovi metodi di invecchiamento per il vino per ottenere un maggiore effetto spumantizzato, andrà ad informarsi sul web se esistono nuovi metodi, che risultati hanno dato, con quali tipologie di vino funzionano ecc.
Tu azienda, che hai brevettato un nuovo metodo per ottenere proprio questo effetto, creando contenuti che rispondano alle ricerche di Dario Grandi, potrai attirarlo a curiosare sul tuo sito.

In pratica sei tu azienda ad avere tutti questi contenuti. Tu conosci cosa vogliono i tuoi clienti, per quali motivi vi preferiscono rispetto ai vostri concorrenti, quali sono le esigenze che cercano di soddisfare e come il tuo prodotto può aiutarli o risolvere queste problematiche.
Se poi offri loro anche più di quello che cercano... potresti diventare il loro interlocutore preferito!

È un passaggio fondamentale questo, che dà a te azienda un grosso vantaggio perchè conosci cosa cercano i tuoi possibili clienti e soprattutto sai che sono già interessati a te!
"Ti basta" farti trovare creando per loro contenuti di qualità che attirino la loro attenzione.

creare contenuti inbound2.png

Ma non credere che sia finita qui.

I contenuti vanno creati e messi online, cioè fatti circolare sul web, il più possibile.
Come? Intanto come prima cosa dovrai inserire i tuoi contenuti sul blog aziendale entro il tuo sito. Mi raccomando che un sito senza blog serve a ben poco in una strategia di inbound marketing.
Inoltre non basta scrivere un contenuto una tantum. Devi costruirti un calendario editoriale con l'idea degli argomenti che andrai a sviluppare per poi alimentare continuamente il tuo blog con almeno la pubblicazione di un articolo a settimana.
E visto l'importanza che hanno i contenuti e il blog, non pensare di far fare questo lavoro allo smanettone di turno, anche se volonteroso. O hai all'interno della tua azienda una persona formata ed esperta in content marketing e SEO e Inbound, oppure affidati ad un'agenzia inbound.

E visto che questi contenuti devono essere veicolati il più possibile sul web, condividili anche sui Social.
Su Tutti i social? Meglio di no, per ottimizzare queste attività che richiedono tempo e risorse, scegli quei Social che sono emersi essere frequentati dal tuo Buyer nel momento in cui hai tratteggiato la sua figura.
Oltre ad espandere la visibilità dei tuoi contenuti, i Social per loro stessa natura, danno alla tua azienda un volto umano e facilitano perciò le interazioni tra persone. E ricordiamoci quanto detto nel post “Perché iniziare dal Buyer Persona se vuoi fare una campagna di inbound marketing”:  i Buyer Persona sono rappresentazioni di clienti reali e concreti.

Un ultimo suggerimento ma decisamente fondamentale: pubblicare un contenuto che non contenga una Call-To-Action, che porta il possibile cliente ad una landing page con un form di contatto, è aver sprecato tempo. E denaro.
Ricorda che un contenuto deve poter portare ad una conversione!

Abbiamo detto che l'obiettivo ultimo di tutta la mostra strategia di inbound marketing è acquisire nuovi clienti per aumentare il fatturato.
Se il tuo possibile contatto non ti lascia dei dati anagrafici per “ricontattarlo” (ma anche per conoscerlo maggiormente)... non potrà mai attivarsi quel processo di lead generation indispensabile per creare quel rapporto che può trasformarlo in cliente reale.
Così come è indispensabile che tu gli offra un contenuto “premium” (ebook, infografica, webinar, video...) perchè lui ti lasci i suoi dati.

È tutto concatenato! Ogni passaggio della tua campagna di inbound marketing deve essere studiato e procedere coordinato verso l'obiettivo prefissato.

 

 

 scarica ebook gratis

 

Scritto da Ylenia Cortiana

Inbound Marketing Specialist

Ylenia Cortiana