In una società in cui i social media sono diventati uno strumento di comunicazione con le masse e di condivisione di pensieri, non stupisce che piattaforme come Facebook, Twitter e LinkedIn si stiano dimostrando ottimi strumenti di engagement per gli imprenditori che intendono ingrossare la loro clientela.Esistono vere e proprie strategie volte a creare campagne di marketing che si sviluppano sui social media, che agli occhi di un venditore altro non sono che l'equivalente di un enorme pubblico, che annovera tra le sue fila un numero non ben definito di potenziali clienti. Queste tecniche di approccio agli utenti vengono definite con un unico nome: social selling.  

Andiamo a vedere in che cosa consiste e perché è efficace per le aziende.

 

Che cosa fa la social selling

Come ci fa intendere il nome, questa pratica serve essenzialmente per vendere grazie all'utilizzo commerciale dei social media: ma attenzione, non si tratta di fare pubblicità e proporre a tutti i nostri contatti il nostro prodotto, sperando di incrociare qualche possibile cliente tra la marea di personalità che utilizzano Facebook o LinkedIn (a quello penserà la vostra pagina aziendale...perché ne avete una, vero?).

La social selling opera in modo molto più mirato e intelligente: richiede ragionamento, pazienza e una certa dose di sano interesse. E soprattutto, non mira solamente alla vendita, anzi in un primo momento non la considera neppure: queste caratteristiche la avvicinano molto all'inbound marketing più puro, che del resto fa largo uso dei social media nelle sue campagne di attrazione dei lead.

Ma soffermiamoci sulla social selling, e vediamo in che cosa consiste.

Partecipazione nelle discussioni

Innanzitutto, devi essere social. E con questo intendo partecipare attivamente alle discussioni inerenti a ciò che ti interessa, anche partendo come figura silente limitandoti ad ascoltare e, in caso, mettere un "mi piace" qua e un "consiglia" là, per poi iniziare a dare la tua opinione, commentare, condividere: essere un membro attivo dell'attività social ti aiuterà a capire quali sono le preferenze del tuo pubblico di riferimento e quali linee di pensiero sono le più diffuse, cosa che ti tornerà molto utile nella fase in cui dovrai agire nelle vesti del venditore.

Creazione dell'interesse

Seguire e partecipare ai discorsi iniziati da altri può essere efficace, ma se vuoi apparire come uno che sa di che cosa sta parlando diventerà inevitabile, prima o poi, pubblicare farina del tuo sacco: in questo modo potrai accentrare l'interesse attorno alla tua figura, e rispondere alle domande che ti verranno fatte. Importante è, una volta iniziato a pubblicare, continuare a farlo con una certa frequenza: in questo modo faciliterai la creazione di un piccolo seguito che saprà di poter contare su contenuti frequenti e costanti. 

Iscrizione a gruppi e blog

Una volta che hai adocchiato i tuoi migliori potenziali clienti, sarà il momento di vedere a cosa sono interessati maggiormente. Per fare questo, controlla a quali gruppi e blog sono iscritti, e in caso iscriviti tu stesso, partecipando alle discussioni e dicendo al tua. Dai informazioni, rispondi alle domande, chiarisci i dubbi: ricorda che non hai intenzione di vendere, non ancora, vuoi solo condividere informazioni e far capire che sei uno che sa il fatto suo quando si parla dell'argomento di tua competenza.

Contattare i lead

Una volta che avrai individuato i prospect secondo te migliori, prova a creare un canale di comunicazione: in modo molto semplice, inizia condividendo i loro contenuti, mettendo like ai loro post, magari scrivi anche loro un messaggio, senza mai essere invasivo o pressante. L'importante è che tu ti concentri in conversazioni one-to-one, al fine di creare un clima confidenziale con i lead prescelti.

 

Perché la social selling è così efficace?

Come tu intendi utilizzare i social per vendere, c'è chi li utilizza per comprare: non pochi degli utenti delle piattaforme sociali navigano cercando informazioni riguardo un qualche prodotto o servizio specifico, e se trovano un venditore competente non è da escludersi che da lui possano acquistare. Inoltre, più della metà di coloro che intendono comprare approdano sul web in cerca solamente del loro venditore ideale, e non di informazioni: fare social selling aiuterà queste persone a trovarti. 

Inoltre, la social selling ti permetterà di rafforzare il tuo brand: anche se nessuno si rivolgerà a te per un acquisto direttamente sul social, in molti vedranno comparire il nome o il logo della tua azienda nelle pagine inerenti al suo ambito commerciale, e non è affatto escluso che pensino a te al momento di comprare!

Un ulteriore vantaggio della social selling sono i costi estremamente contenuti delle campagne: anche per le aziende di piccole o piccolissime dimensioni, i costi sono decisamente a portata, e permetteranno di apparire di fronte ad un pubblico enorme sborsando poche decine di euro. Anche qui, difficilmente si può parlare di perdita: i prezzi molto contenuti di queste iniziative la rendono un tentativo poco dispendioso, che in ogni caso garantirà una certa visibilità all'azienda, che se vedrà aumentare il traffico sul sito ufficiale capirà di aver fatto un buon lavoro.

E un incremento di traffico sul tuo sito significa necessariamente più possibili clienti: aumentare le chance di farsi vedere è utile per l'autorità del brand sul web, per generare passaparola e per l'effettiva possibilità di vendere di più.

 

La soluzione ideale per te

Alla luce di tutto ciò che ho appena scritto, sfido a trovare un buon motivo per non iniziare a fare social selling: l'unico che mi viene in mente è che la stiate già facendo, e che siate semplicemente in cerca di informazioni utili a migliorare la vostra tecnica. È economica, porta praticamente sempre risultati ed è alla portata di chiunque: fa bene alla tua azienda e ai tuoi sostenitori già acquisiti, che faranno parte del lavoro per te suggerendo ai loro contatti la tua pagina.

Inoltre, esistono strumenti che si integrano perfettamente con le diverse strategie di social selling: se vuoi fare le cose fatte bene, ti consiglio HubSpot CRM, strumento completamente gratuito e adatto anche a progettare campagne di inbound marketing, già citato in precedenza per le sue qualità. 

Una nuova strategia e un nuovo strumento adatto per svolgerla, la prima tanto economica quanto efficace e l'altro totalmente gratuito: cosa aspetti?

 

Attiva HubSpot CRM gratuitamente  Clicca qui, al resto pensiamo noi!

 

 

 

 

 

 

 

 

Scritto da Francesco Gremes

Inbound training

Francesco Gremes